Come trattare la tendinite in modo naturale

22 febbraio 2014

La tendinite consiste principalmente nell’infiammazione o gonfiore di un tendine, ovvero quelle strutture fibrose del nostro corpo che legano i muscoli alle ossa. La tendinite è molto dolorosa e in buona parte rende difficile la nostra attività giornaliera. Nonostante la maggior parte delle volte sia legata ad una lesione o ad un sovraccarico, può anche apparire con l’avanzare dell’età, perché i tendini perdono la loro originaria elasticità e si formano quelle degenerazioni anche chiamate “tendinosi”.

Dove appare la tendinite?

Dato che i tendini sono una struttura basilare del nostro corpo e svolgono l’importante funzione di unire i muscoli alle ossa, la tendinite può colpire qualsiasi struttura ossea. Tuttavia, bisogna sottolineare che questa affezione colpisce soprattutto le seguenti parti del corpo:

  • Gomito
  • Tallone (tendinite di Achille)
  • Polso
  • Spalla

Quali sono le cause?

tendinite gomito

  • Urti o lesioni che colpiscono direttamente il tendine.
  • Lievi urti o lesioni che, susseguendosi varie volte in seguito ad una determinata attività, finiscono per lesionare il tendine.
  • Eccessivo sforzo di una determinata parte del corpo fino a produrre un sovraccarico.
  • Qualche infezione.
  • Malattie reumatiche e anche il diabete.
  • L’età, poiché il tendine perde la necessaria elasticità.

Sintomi della tendinite

  • Dolore e infiammazione di una determinata zona, soprattutto quando si cerca di fare stretching.
  • Forte dolore durante la notte.
  • A volte il dolore della tendinite può essere confuso con una distorsione o slogatura dell’osso.

Dovrà essere sempre il vostro medico ad indicare l’esatta diagnosi e la cura migliore. Ci sono degli esami specifici che permettono di individuare con esattezza se il dolore che avete è dovuto ad una tendinite o meno. Tuttavia, è bene saper prevenire certe malattie o persino alcune lesioni che in seguito potrebbero pregiudicare la vostra qualità di vita.

Di seguito, vi proponiamo alcuni semplici rimedi con cui trattare la tendinite in modo naturale. Si tratta di tecniche a cui ricorrere per alleviare il dolore e, in qualche modo, per nutrire meglio il vostro organismo con lo scopo di mantenere i vostri tendini forti ed elastici, in modo da affrontare meglio questa fastidiosa affezione:

Trattamento esterno della tendinite

Tendinite

1. Riposo della zona colpita

È importante che la zona infiammata del vostro corpo, sia essa la spalla, il polso o il tallone, stia immobilizzata per qualche giorno in modo che il movimento non danneggi ulteriormente il tendine lesionato. A volte i medici possono mettere il gesso, ma non sarà necessario se sarete voi stessi a mantenere la zona a riposo e se non svolgerete nessun tipo di attività che possa danneggiarla.

2. Applicazione di freddo e calore

Applicare sulla parte colpita borse del ghiaccio è l’ideale per ridurre l’infiammazione, soprattutto se le alternate con impacchi caldi (senza bruciarvi). Inoltre, potete applicare delle medicazioni con infusi di camomilla, inquanto indicata per ridurre l’infiammazione.

3. Aloe Vera

Eccellente rigeneratore, allevia l’infiammazione ed è l’ideale per questo tipo di lesioni. Potete usare due o tre foglie della pianta, estrarne il succo e mescolarlo con mezzo bicchiere d’acqua bollente, fino ad ottenere una specie di pappetta calda. Ponete la miscela ottenuta in un impacco e applicatelo, successivamente, sulla zona in cui avete la tendinite coprendolo con un benda.

4. Bagni di sale e aceto

Riempite un recipiente con dell’acqua calda, del sale grosso e con un bicchiere di aceto e immergete la parte colpita per 15 o 20 minuti. Potete ripetere l’operazione tre volte al giorno. A poco a poco noterete dei miglioramenti.

Guarda anche