Funzione tiroidea: 6 consigli per migliorarla

24 Aprile 2019
La funzione della tiroide può presentare dei problemi sia in eccesso sia in difetto, perciò conviene includere nella dieta alimenti che la mantengano stabile, così come sottoporsi regolarmente a controlli medici.

Con il termine funzione tiroidea ci si riferisce al buon funzionamento della tiroide, una ghiandola relativamente piccola, con una forma simile a una farfalla, ubicata nell’area della gola, proprio nella parte anteriore del collo.

L’importanza di questa ghiandola sta nelle funzioni che svolge in tutto il corpo: infatti, ha il compito di regolare i processi ormonali, metabolici e della crescita.

Inoltre, contiene una proteina chiamata tireoglobulina che, assieme allo iodio, stimola la secrezione di ormoni per un miglior funzionamento degli organi, dei tessuti e delle cellule.

Inoltre, la tiroide prende parte alla sintesi delle proteine, all’ossigenazione cellulare e ad altri importanti processi che ci consentono di godere di buona salute.

Come per gli altri organi, la tiroide è esposta a una grande varietà di fattori che possono alterarne il buon funzionamento.

Questo non comporta solo dei cambiamenti nel corpo, ma con il tempo può portare anche allo sviluppo di gravi malattie.

Per questo, è necessario prendersene cura, in particolare apportandole le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

E pertanto, oggi vogliamo condividere con voi 6 buone abitudini per migliorare la funzione tiroidea in maniera naturale.

6 consigli per migliorare la funzione tiroidea

Alimenti ricchi di iodio

1. Includete alimenti ricchi di iodio nella vostra dieta

La carenza di iodio è la causa più comune di insufficienza a livello di ormoni tiroidei, conosciuta anche come ipotiroidismo.

L’organismo non può creare questo nutriente da solo, quindi è fondamentale garantirgli un giusto apporto degli alimenti che lo contengono.

Tra questi ricordiamo:

  • Le uova
  • I frutti di mare
  • Il pesce azzurro
  • Il formaggio
  • Il sale da tavola

Nel caso del sale, vi ricordiamo di moderarne il consumo, perché non è conveniente ingerire troppo sodio.

Leggete anche: Alimenti ricchi di iodio per migliorare la salute della tiroide

2. Consumate più selenio per migliorare la funzione tiroidea

Il selenio è uno dei minerali essenziali utili aiutare a trattare in maniera positiva i disturbi della tiroide.

Questa sostanza controlla lo stress, facilita i processi di disintossicazione e inoltre, aiuta a regolare l’attività degli ormoni.

Infine, le proteine a base di selenio possono rivelarsi utili nel controllo delle funzioni metaboliche e dei meccanismi che si occupano di trasformare gli alimenti in energia.

Alcune fonti naturali di selenio sono:

  • La frutta secca
  • I semi di lino e di girasole
  • Le uova
  • Lo yogurt
  • I funghi

3. Aumentate il consumo di zinco

Zinco

Dei bassi livelli di zinco sono legati allo sviluppo di alcuni dei principali problemi della tiroide: l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo.

L’alterazione della ghiandola tiroidea, in termini di eccessiva o scarsa produzione di ormoni, provoca una serie di reazioni negative in tutto il corpo.

Questo minerale essenziale si trova naturalmente in molti alimenti, anche se è possibile assumere degli integratori.

Le fonti principali di zinco sono:

  • La carne di manzo magra
  • Le ostriche
  • La carne di maiale
  • Il pollo
  • Gli spinaci
  • I semi
  • Il cioccolato
  • Le noci

4. Non dimenticatevi del magnesio

Un altro elemento essenziale per il buon funzionamento della tiroide è il magnesio, un minerale difficile da assorbire che garantisce la buona salute della maggior parte dei sistemi del corpo.

Il magnesio, inoltre, è necessario per la conversione dello iodio negli ormoni tiroidei, pertanto è essenziale aumentarne il consumo per evitare complicazioni.

L’assorbimento di magnesio può essere facilitato dall’applicazione di lozioni per la pelle, anche se questo minerale è presente in alimenti quali:

  • Il mais dolce
  • L’avocado
  • Le banane
  • Gli spinaci
  • L’uva passa

5. Consumate olio di cocco

Olio di cocco per migliorare la funzione tiroidea

Il consumo di uno o due cucchiai di olio di cocco al giorno può migliorare la funzione tiroidea, infatti gli acidi grassi a catena media che contiene regolano il metabolismo.

Ricco di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, l’olio di cocco è naturalmente un alimento completo, in grado di combattere gli effetti causati dalle alterazioni della ghiandola tiroidea.

Anche se servirebbero ulteriori prove a dimostrazione dei suoi effetti, gli esperti consigliano di aggiungerlo alla dieta come integratore.

Può interessarvi anche: Come utilizzare l’olio di cocco come cosmetico naturale

6. Migliorare la funzione tiroidea: evitate lo stress

La continua esposizione a situazioni di stress influenza e altera significativamente la ghiandola tiroidea e il suo funzionamento.

Anche se all’inizio le conseguenze sembrano interessare solo lo stato d’animo, con il passare del tempo si generano una serie di reazioni chimiche che compromettono la salute generale dell’organismo.

Ciò è dovuto all’aumento de la produzione di cortisolo, una sostanza che impedisce agli ormoni tiroidei di entrare nelle cellule del corpo.

Perciò, se siete preoccupati per la salute della vostra tiroide? Cercate di seguire queste abitudini e ovviamente non dimenticate di sottoporvi regolarmente a controlli medici per verificare l’attività e il funzionamento della vostra tiroide con più precisione.