10 consigli per trasformare il corpo in un anno

Un anno è un termine realistico per ottenere cambiamenti sostanziali. Migliorare la dieta o il proprio corpo richiede pazienza e la capacità di far durare le nuove abitudini.
10 consigli per trasformare il corpo in un anno

Ultimo aggiornamento: 19 gennaio, 2022

L’inizio di un nuovo anno offre sempre l’opportunità di apportare cambiamenti a livello fisico e nutrizionale. Rinnovare il calendario, per molti, significa mettere in moto nuova energia da destinare a obiettivi legati alla salute e al benessere. Lasciando perdere le diete o i prodotti miracolosi, è “sufficiente” adottare alcune abitudini per trasformare il corpo in un anno.

Questo è un termine realistico per ottenere cambiamenti sostanziali, quando si tratta di perdere peso, aumentare la massa muscolare o migliorare l’alimentazione. In modo ideale, sarebbe bene cominciare da un check up medico per conoscere il nostro stato di salute attuale e le esigenze.

Perché trasformare il corpo in un anno?

Migliorare la forma fisica attraverso l’attività sportiva e una buona dieta è importante per il benessere generale. I cambiamenti più efficaci si ottengono quando l’impegno è mantenuto nel tempo e non attraverso attività mordi e fuggi o con diete  estreme. Fissare un obiettivo annuale significa porsi obiettivi reali.

Diffidate dei metodi che offrono risultati veloci. Migliorare la struttura fisica è un lavoro che richiede pazienza e perseveranza, poiché occorre instaurare nuove abitudini e farle durare.

Il feedback del primo mese può essere un primo passo per valutare i risultati iniziali e per caricarci di entusiasmo per i mesi successivi.

È chiaro che la capacità di trasformare il corpo in un anno dipende dalle condizioni di partenza, dalle nostre possibilità e dall’impegno. Tuttavia, chiunque può cambiare.

1. Motivazione iniziale

Niente di meglio che iniziare la trasformazione con il mese di gennaio. Molte persone approfittano di questo mese per cambiare alcuni aspetti della loro vita. Per raggiungere l’obiettivo, è necessario capire quanto sforzo desideriamo dedicarvi.

Essere consapevoli di tutto ciò che il processo richiede, aiuta a non mollare a metà e vanificare il lavoro iniziale. Vi consigliamo, inoltre, di valutare il tempo che potrete dedicare all’esercizio, in modo che le routine scelte siano adattate al vostro stile di vita.

Routine per trasformare il corpo in un anno.
Il programma da seguire deve essere reale. Cioè, dobbiamo fissare obiettivi che possiamo raggiungere.

2. Conoscere il vostro stato fisico attuale

Definire scopi e obiettivi sarà più facile se conoscete il vostro stato fisico attuale. Alcuni tipi di bilancia sono in grado calcolare le quantità di grasso, massa muscolare e acqua che compongono il corpo, oltre a determinare il peso ideale in base all’altezza. Ma se potete, fatevi consigliare dal medico.

3. Una buona dieta per trasformare il corpo in un anno

È importante acquisire consapevolezza di cosa si sta mangiando, al di là delle calorie introdotte. Seguire una dieta sana inizia con l’acquisto equilibrato dei prodotti e con la varietà a tavola.

Che si tratti di perdere peso o aumentare la massa muscolare, il cibo ha un ruolo essenziale. Come regola di base, evitate gli alimenti ultra-processati, che di solito contengono alti livelli di zucchero, farina raffinata o dolcificanti artificiali.

Attenzione, invece, alle diete estreme, poiché di solito sono difficili da mantenere nel tempo e diventano controproducenti a causa dell‘effetto rebound. Alcune possono anche essere negative per la salute. Non è necessario rinunciare al sapore da un giorno all’altro, procedete con calma e fate delle pause settimanali.

4. Riscaldamento e stretching

Passando all’esercizio fisico, ci sono due fasi importanti che molte persone saltano. Prima di iniziare, è necessario riscaldarsi per 5 o 10 minuti, abitudine che aiuta a prevenire lesioni o difficoltà. Lo stesso tempo dovrebbe essere dedicato allo stretching muscolare al termine della sessione.

5. Esercizi per trasformare il corpo in un anno

Il programma da seguire dipende dagli obiettivi fissati. Ad esempio, le routine HIIT o ad alta intensità di solito vanno bene per perdere peso.

Tuttavia, è meglio non farsi ossessionare dall’ago della bilancia. Pesarsi ogni 15 giorni sarà sufficiente per avere il polso della situazione e ricavare motivazione.

Si possono scegliere esercizi aerobici e anaerobici, a seconda delle esigenze individuali. Una possibile routine integrativa potrebbe includere le seguenti serie, tutte di 20 secondi intervallate da 10 secondi di riposo:

  • Plank con le ginocchia al petto.
  • Squat.
  • Piegamenti.
  • Affondi con salto.
  • Ponte con gamba alzata.

6. Evitate la sofferenza

È chiaro che qualsiasi routine di allenamento richiede uno sforzo fisico, così come una dieta sana può comportare la rinuncia a qualche sapore. Nonostante ciò, non è necessario arrivare alla sofferenza. Spesso è più efficace iniziare da un piccolo cambiamento e poi aumentare.

Notari i primi cambiamenti vi permetterà di ottenere maggiore motivazione. L’importante è insistere e non arrendersi.

7. Un buon sonno

Non c’è dubbio che un buon riposo contribuisce a ottenere risultati migliori in qualsiasi piano dietetico o sportivo. Dormire 7-8 ore al giorno permette un recupero ottimale.

Potete iniziare un programma di attività fisica che alterni una giornata di esercizi con una di riposo, soprattutto se siete principianti. Successivamente potrete aumentare l’intensità e la frequenza.

Un buon riposo per trasformare il corpo in un anno.
Qualunque programma per rimettersi informa prevede un buon sonno, senza il quale è impossibile regolare i processi interni dell’organismo.

8. Trovate la strada più adatta a voi

Un buon modo per evitare che l’allenamento diventi un pesante sacrificio è trovare quello più adatto a noi. Questo comprende anche valutare le diverse varianti degli esercizi e il modo di eseguirli. Alcune persone preferiscono andare a correre, mentre altre scelgono di sollevare pesi o eseguire movimenti calistenici.

D’altra parte, c’è chi sceglie di allenarsi in gruppo o andare in palestra e chi preferisce allenarsi da solo a casa. Si tratta di scoprire la routine che genera più piacere, al fine di aumentare la motivazione e sostenere un piano a lungo termine.

9. L’importanza di procedere in modo graduale

Il concetto di progressione è importante quando si parla di dieta ma soprattutto di esercizio fisico. Serve a poco iniziare con sessioni molto faticose o pesi molto elevati.

Un graduale aumento dell’intensità permette di fare progressi reali e ridurre il rischio di lesioni. D’altra parte, è consigliabile diversificare l’allenamento, in quanto ciò evita la noia.

10. Superate gli scogli

Molte cose possono accadere in 365 giorni. Dalle situazioni personali ai problemi di lavoro o di salute. È improbabile che una persona possa avere lo stesso spirito e la stessa disponibilità durante tutto l’anno.

Tuttavia, un piano a medio e lungo termine deve poggiare su un impegno fermo. È importante essere in grado di superare i momenti di stasi, anche se siete stati a letto per alcuni giorni o avete temporaneamente messo da parte la dieta.

Trasformare il corpo in un anno: un obiettivo alla portata di tutti

Chiunque è in grado di avviare un cambiamento. Non c’è bisogno di disporre di un grande budget o acquistare accessori costosi. Se non avete a disposizione un tapis roulant o una bicicletta, potete andare a correre al parco.

Avete a disposizione diverse alternative nel caso in cui non vogliate acquistare un abbonamento in palestra. Armatevi di motivazione, una bottiglietta d’acqua e fate il primo passo verso la vostra trasformazione.

This might interest you...
Gennaio e la costruzione dei sogni
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Gennaio e la costruzione dei sogni

Gennaio è il mese degli obiettivi, delle mete e dei progetti. Il punto di partenza per il cambiamento e i sogni. Come attuarli davvero?



  • Patiño Villada, Fredy Alonso, Márquez Arabia, Jorge Jaime, Uscátegui Peñuela, Rosa Magdalena, Estrada Restrepo, Alejandro, Agudelo Ochoa, Gloria María, Manjarrés, Luz Mariela, Parra Sosa, Beatriz Elena, Parra Marín, María Victoria, Bedoya Berrío, Gabriel De Jesús, Velásquez Rodríguez, Claudia María,  Efecto de una intervención con ejercicio físico y orientación nutricional sobre componentes del síndrome metabólico en jóvenes con exceso de peso. Iatreia [Internet]. 2013;26(1):34-43. Recuperado de: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=180525608004
  • González, María Alfaro et al. “Hábitos de Alimentación y Ejercicio Físico En Los Adolescentes Food and Exercise Habits in Teenagers.” Revista Pediatría de Atención Primaria 18 (2016): 221–229. Disponible en: http://archivos.pap.es/files/1116-2179-pdf/Habitos_alimentacion_y_ejercicio.pdf
  • Pozo Calvo, Amparo,  HORAS DE SUEÑO DIARIO EN DEPORTISTAS JÓVENES. RELACIÓN CON ALGUNAS VARIABLES. Revista Iberoamericana de Psicología del Ejercicio y el Deporte [Internet]. 2008;3(2):201-214. Recuperado de: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=311126260004
  • Freire, Wilma B., William F. Waters, & Gabriela Rivas-Mariño. “[ARTÍCULO RETRACTADO] Semáforo nutricional de alimentos procesados: estudio cualitativo sobre conocimientos, comprensión, actitudes y prácticas en el Ecuador.” Revista Peruana de Medicina Experimental y Salud Pública [En línea], 34.1 (2017): 11-8. Web. 5 ene. 2022. Disponible en: https://doi.org/10.17843/rpmesp.2017.341.2762
  • Nieto-Orozco, Claudia, Sangochian, Alik Chanin, Tamborrel Signoret, Natalia, Vidal González, Eloín, Tolentino-Mayo, Lizbeth, Vergara-Castañeda, Arely,  Percepción sobre el consumo de alimentos procesados y productos ultraprocesados en estudiantes de posgrado de la Ciudad de México. Journal of Behavior, Health & Social Issues [Internet]. 2017;9(2):82-88. Recuperado de: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=282255144007