Contrattura cervicale: trattamento

21 Dicembre 2020
Le contratture cervicali sono molto frequenti e sono provocate da stress, cattive posture, debolezza muscolare o lesioni. Come possiamo alleviare il dolore che provocano? Quando bisogna consultare il medico?

Una contrattura cervicale consiste in un irrigidimento del collo accompagnato da dolore. Questa zona è molto sensibile, a causa dei legamenti e dei muscoli coinvolti per spostare e mantenere la testa ferma. Questi muscoli vanno dalla testa e dalla colonna cervicale fino alla clavicola, al torace e ad altre strutture, per un totale di 20 paia di muscoli che consentono il movimento.

Quando si verifica una contrattura cervicale, le vene che forniscono sangue ai muscoli vengono compresse. Di conseguenza, lo strappo o la contrattura peggiora. In generale, i muscoli più colpiti in questi casi sono il trapezio e il muscolo elevatore della scapola.

Per fortuna, è raro che l’origine risieda in un problema di salute grave, mentre di solito è possibile migliorare la situazione attraverso la pratica di esercizi, massaggi e altri trattamenti non invasivi. Quali sono le possibilità migliori? Quando bisogna consultare il medico? Nelle righe seguenti affrontiamo la questione in dettaglio.

Sintomi di una contrattura cervicale

 

Non è difficile diagnosticare una contrattura cervicale, dal momento che uno dei sintomi è rappresentato da un intenso dolore al collo. In alcune situazioni è prolungato, mentre in altri casi si verifica sporadicamente. Altre manifestazioni cliniche possono essere le seguenti:

  • Infiammazione.
  • Fitte intense.
  • Sensazione di formicolio.
  • Presenza di calore nell’area.
  • Dolore muscolare.
  • Necessità di muovere il busto per girare il collo, alla causa della rigidità.
Donna con contrattura cervicale.
Il dolore è il sintomo più comune della contrattura cervicale. Tuttavia, è presenta anche una limitazione del movimento della testa.

Nella maggior parte dei casi, la contrattura cervicale non causa gravi problemi. Tuttavia, è importante intervenire in tempo per evitare che il dolore peggiori. Il medico può suggerire alcuni esami qualora sospetti di una lesione più seria. Questi esami possono essere:

  • Radiografia.
  • Analisi del sangue.
  • Elettromiografia (EMG).
  • Risonanza magnetica (RM).
  • Tomografia computerizzata (TC).

Leggete anche: 6 tecniche per mantenere una postura corretta

Cause di una contrattura cervicale

Le contratture cervicali non hanno un’unica causa né si presentano solo in una determinata popolazione. Poiché si tratta di un trauma a livello muscolare molto comune, alcuni fattori possono aumentare il rischio di soffrirne. I più frequenti includono:

  • Sovraccarico di lavoro.
  • Debolezza  muscolare.
  • Uso ripetitivo dei muscoli.
  • Esposizione a situazioni stressanti.
  • Posture forzate (per il collo) sostenute per lunghi periodi di tempo.

Come trattare una contrattura cervicale?

 

A patto che la contrattura cervicale non abbia origine da una lesione grave o da una malattia, è possibile alleviare i suoi sintomi ricorrendo ad alcune misure di automedicazione. Se il dolore è severo e non migliora in tempi brevi, è bene richiedere assistenza medica. Nelle righe che seguono vediamo in dettaglio quali rimedi possono contribuire a dare sollievo da questo dolore.

Analgesici in libera vendita

Una delle prime raccomandazioni per calmare il dolore causato da una contrattura cervicale è quello di assumere un analgesico in libera vendita come aspirina, ibuprofene, naproxene sodico o acetaminofene.

Ciononostante, come riferisce un articolo pubblicato in National Center for Biotechnology Information, l’assunzione di questi farmaci deve essere moderata e durare solamente pochi giorni. Nel caso in cui si soffra di una qualche malattia preesistente, oppure si sia già sottoposti a trattamento medico, la cosa migliora de fare, prima di assumerli, è consultare il medico.

Pillole di aspirina.
Il consumo di un analgesico in libera vendita può contribuire a dare sollievo da questo dolore. Tuttavia, non bisogna eccedere nel dosaggio.

Impacchi freddi

L’applicazione di impacchi freddi contribuisce, per varie ragioni, al trattamento del dolore cervicale. In primo luogo, aiutano ad addormentare la zona interessata, offrendo una sensazione temporanea di sollievo. D’altra parte, come viene descritto in un articolo pubblicato in University of Rochester Medical Center Rochester, NY, riducono l’infiammazione.

È importante applicare il freddo sotto forma di impacchi, dal momento che il ghiaccio da solo può esercitare un effetto aggressivo sulla pelle. In caso di contrattura cervicale, si colloca per 10 minuti sulla zona interessata. Se il dolore persiste, si ripete l’operazione per altre 2 o 3 volte.

Terapia del calore

Secondo l’articolo citato nel paragrafo precedente, anche il calore può risultare utile in caso di dolore. La sua applicazione sotto forma di impacchi stimola la circolazione, diminuisce la rigidità e calma il dolore. Tuttavia, questo rimedio non deve essere applicato durante le prime 48 successive alla produzione della lesione.

Massaggio

Un massaggio applicato da un fisioterapeuta o da un massaggiatore professionista può contribuire ad alleviare questo dolore. Uno studio pubblicato in Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics ha stabilito che anche i massaggi brevi sono utili per calmare il dolore al collo.

Uomo sottoposto a un massaggio.
Quando si desidera ricevere un massaggio per calmare il dolore cervicale, è importante rivolgersi a un massaggiatore professionista.

Esercizio moderato

In caso di problemi come quello rappresentato dalla contrattura cervicale, il medico può suggerire di sottoporsi ad alcune sedute di fisioterapia, che aiutino a recuperare una maggiore mobilità. Anche se un po’ di riposo esercita un effetto calmante, un suo eccesso può risultare dannoso. Di conseguenza, non si consiglia la completa inattività.

Lo stretching misurato, l’esercizio moderato e le attività che non comportano uno sforzo eccessivo rappresentano attività adatte per preservare la capacità di movimento, mentre si trova sollievo da questo dolore.

Vi consigliamo di leggere anche: Alleviare il dolore al collo: 6 semplici esercizi

Quando bisogna consultare il medico?

Non bisogna ignorare che le contratture cervicali possono richiedere l’intervento da parte di un medico. Se i sintomi peggiorano o perdurano per diversi giorni, è meglio rivolgersi a un medico professionista. Inoltre, è bene farsi visitare se:

  • Il dolore è il risultato di una caduta o di una lesione.
  • Oltre al dolore, è presente un intorpidimento alla schiena, alle stremità o in altre parti del corpo.
  • Risulta difficile muovere le estremità.
  • Si verifica una perdita di controllo della vescica o degli intestini.
  • In presenza di febbre alta.

In tutti questi casi, il trattamento può variare in base alla causa soggiacente. È probabile che venga richiesto di sottoporsi a ulteriori esami, così come di assumere farmaci o di ricevere altre opzioni terapeutiche oltre a quelle già citate.

  • Haik, J., Prat, D., Kornhaber, R., & Tessone, A. (2016). Treatment of cervical contractures utilising a closed platysmotomy like approach: Case report and review of the literature. Burns. https://doi.org/10.1016/j.burns.2016.03.026
  • Binder AI. Neck pain. BMJ Clin Evid. 2008;2008:1103. Published 2008 Aug 4.
  • Cohen, S. P. (2015). Epidemiology, diagnosis, and treatment of neck pain. Mayo Clinic Proceedings. https://doi.org/10.1016/j.mayocp.2014.09.008
  • Bakar Y, Sertel M, Oztürk A, Yümin ET, Tatarli N, Ankarali H. Short term effects of classic massage compared to connective tissue massage on pressure pain threshold and muscle relaxation response in women with chronic neck pain: a preliminary study. J Manipulative Physiol Ther. 2014;37(6):415‐421. doi:10.1016/j.jmpt.2014.05.004