Cura e manutenzione di un tapis roulant a casa

Avere un tapis roulant in casa significa ottenere il massimo dei vantaggi, ma anche eseguire una manutenzione regolare che ne garantisce un funzionamento più efficiente e una maggiore durata.
Cura e manutenzione di un tapis roulant a casa

Scritto da Jonatan Menguez

Ultimo aggiornamento: 24 agosto, 2022

I tapis roulant sono dispositivi ideali: permettono di correre senza uscire di casa, e di progettare sessioni per principianti o per avanzati. Tuttavia, per garantirne il corretto funzionamento, è importante una buona manutenzione del tapis roulant.

La pulizia regolare delle parti esposte, l’applicazione del lubrificante e la regolazione del nastro di corsa sono attività che prolungano la vita del dispositivo. Trattandosi di macchine costose, sulle quali viene esercitata una pressione costante, occorre prestare attenzione ad eventuali malfunzionamenti.

Prendersi un momento per controllare il tapis roulant può migliorarne l’efficienza. E inoltre, permette di risparmiare sul costo dei pezzi di ricambio o sull’acquisto di una nuova macchina.

Manutenzione del tapis roulant

Godere dei benefici offerti dai tapis roulant comporta la responsabilità di prendersene cura. Saranno necessari pochi strumenti, come un panno, una spazzola, un detergente per le parti in plastica e uno spray lubrificante.

Una buona manutenzione del tapis roulant significa, innanzitutto, prevenire danni.

  • Evitate di bagnarlo o inumidirlo eccessivamente. Idratatevi durante l’allenamento, ma fate attenzione a non far cadere dell’acqua.
  • Non esponetelo al sole, soprattutto i modelli che hanno uno schermo digitale o una scheda elettronica.
  • Non utilizzatelo per troppe ore consecutive per evitare il surriscaldamento del motore.
  • Tenetelo lontano dai peli di animali, perché potrebbero ostruire le parti interne.
  • Non usate il sapone sul nastro o sullo schermo.
  • Ogni volta che eseguite la manutenzione del tapis roulant, spegnetelo e scollegatelo.
  • Controllate la temperatura del motore. Durante l’uso è normale che diventi un po’ caldo, ma non dovrebbe superare i 50 gradi. Dovreste poter appoggiare la mano sul coperchio senza scottarvi, altrimenti potrebbe esserci un difetto.
  • Conservate il manuale del produttore. Non buttatelo via, poiché contiene dettagli specifici di ciascun modello.

Potrebbe interessarvi anche: 10 buoni motivi per andare in bicicletta

7 passaggi per mantenere il tapis roulant in condizioni ottimali

Tapis roulant
I tapis roulant usati in modo intenso richiedono una manutenzione regolare.

1. Pulizia generale

La cura del tapis roulant inizia con la pulizia generale dei suoi componenti. Può essere effettuata dopo ogni utilizzo, per evitare accumuli di sudore che potrebbe ossidarne le parti metalliche o favorire la proliferazione di funghi.

Passate un panno umido o un panno disinfettante sulle parti esposte dell’apparecchio. Rimuovete la polvere che si accumula in aree come i lati del nastro o sotto la macchina. Si consiglia di evitare l’accumulo di polvere o sporco, in modo che non si infiltri nelle parti interne.

2. Lubrificazione

È il passaggio più importante nella manutenzione del tapis roulant. Lubrificandolo si previene l’usura accelerata del nastro di corsa/cintura e del pianale inferiore. Tuttavia, prima di procedere, è necessario consultare il libretto di istruzioni, poiché alcuni modelli prevedono una cera per la lubrificazione automatica.

In questi casi, potrebbe essere necessario eseguire la lubrificazione in modo più sporadico o addirittura non essere necessaria. Nei dispositivi manuali, l’attività viene eseguita ogni 3 mesi o 40 ore di utilizzo con prodotti spray, a base di silicone o paraffina.

Applicate il lubrificante sulla pedana, cioè sotto il nastro di corsa, sollevandolo ai lati e distribuendo il prodotto nella parte inferiore. Evitate che entri in contatto con la cintura, in modo che non diventi scivolosa.

3. Pulizia del motore

La pulizia delle parti interne dovrebbe essere eseguita almeno 3 volte l’anno.

Rimuovete il coperchio del motore, situato nella parte anteriore inferiore, e date una leggera spolverata. La macchina deve essere spenta e scollegata.

4. Allineamento

Verificate che il nastro di corsa attraversi il centro della piattaforma. Se identificate una deviazione, significa che il nastro è disallineato. Per alloggiarlo è necessario stringere i bulloni nella parte posteriore.

5. Tensionatura del nastro

Oltre all’allineamento, occorre assicurare una tensione corretta del nastro di corsa. I nuovi modelli sono già regolati, ma con il tempo è normale che si allentino. Fate una prova: azionatelo a bassa velocità e camminando, esercitate una certa pressione. Se il nastro si ferma sotto il piede, significa che ha bisogno di essere regolato.

Questa operazione è importante perché se nastro e cinghia sono troppo tesi possono danneggiare il motore e i rulli. Se invece sono molli, la pedana scivola e si usura più velocemente.

6. Sostituzione del nastro

Nonostante una regolare manutenzione, potrebbe essere necessario sostituire il nastro. Per sapere se è arrivato il momento, cercate i segni di usura facendo scorrere la mano sul nastro. Sempre con la macchina spenta e scollegata.

Se la superficie è molto ruvida, deve essere sostituito. È conveniente effettuare questo controllo ogni 2 o 3 mesi, a seconda della frequenza di utilizzo. Un battistrada molto usurato può influire sulla durata del ponte.

7. Impianto elettrico

Infine, va controllato l’impianto elettrico. Il display funziona tramite computer, quindi un collegamento elettrico di qualità ne favorisce la buona durata.

L’utilizzo di prese elettriche dedicate, insieme a uno scaricatore di sovratensione, aiutano a prevenire i sovraccarichi e proteggono l’apparecchio da blackout o interruzioni improvvise. Inoltre, è necessario controllare di tanto in tanto i cavi di alimentazione.

Quando consultare un tecnico?

Nell’eseguire la manutenzione delle parti interne, è possibile sentirsi insicuri. In tal caso, è meglio consultare il produttore o un tecnico. In caso contrario, la situazione potrebbe peggiorare e comportare costi di riparazione più elevati.

Se, una volta effettuati tutti i passaggi, il tapis roulant non funziona correttamente, consultate il tecnico. Potrebbe essere necessaria una riparazione specifica.

Se sentite odore di bruciato, spegnete subito la macchina, scollegatela e chiamate il tecnico.

Evita le prese condivise per il tapis roulant.
È preferibile che l’apparecchio disponga di una propria spina.

I vantaggi di avere un tapis roulant in casa

Prendersi cura del tapis roulant consente di sfruttarlo più a lungo. Richiede, certo, un investimento iniziale, ma che vi permetterà di risparmiare sull’abbonamento in palestra, se il vostro obiettivo è il running.

In questo modo è possibile godere dei vantaggi della corsa senza perdere tempo in attesa che si liberi la macchina e senza limiti di tempo. Inoltre, potrete allenarvi nei giorni di pioggia, quando andare in palestra o uscire a correre diventa più difficile. Il computer del tapis roulant dà la possibilità di programmare la sessione, attivare il timer e regolare velocità.

Ultimi consigli per la manutenzione del tapis roulant

Al di là del controllo periodico, è importante prestare attenzione al funzionamento quotidiano dell’apparecchio. Identificare subito guasti, rumori insoliti o uno scorrimento più lento consente di risolvere rapidamente il problema ed evitare il deterioramento di altri componenti.

Vi consigliamo, infine di sistemare un tappetino sotto la macchina. In questo modo si protegge il pavimento, si riduce il rumore e si evita l’accumulo di polvere nella parte inferiore.

Potrebbe interessarti ...
Tapis roulant: come iniziare a correre?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Tapis roulant: come iniziare a correre?

La corsa non è sempre un'attività facile per il principiante. Un modo interessante per cominciare è usare il tapis roulant.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.