rimedi naturali per smettere di fumare

· 7 marzo 2014

È ormai stato dimostrato da molti anni che l’abitudine al fumo danneggia gravemente la salute sia di chi la pratica sia delle persone che gli stanno intorno, ovvero i fumatori passivi.

Non c’è alcun dubbio, quindi: le ragioni per fare tutto il possibile per smettere una volta per tutte di consumare tabacco sono più che sufficienti. In questo articolo vi illustreremo dieci rimedi naturali e casalinghi che vi possono aiutare ad abbandonare questa pessima abitudine, dannosissima per la vostra salute.

Ipnoterapia

(Immagine per gentile concessione di: Javier Balseiro/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Javier Balseiro/ Flickr.com)

L’ipnoterapia è una disciplina con cui si cerca di aiutare a superare alcune abitudini attraverso degli stimoli. All’interno del vasto insieme di problemi che si potrebbero risolvere impiegando questo metodo c’è anche il tabagismo.
Alcune ricerche ed esperimenti hanno infatti dimostrato che dopo aver ricevuto un trattamento di ipnoterapia, di una sessione alla settimana per due mesi, dal 40% al 60% dei pazienti ha notato dei risultati molto promettenti.

Ginseng

(Immagine per gentile concessione di: Lachlan Towart/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Lachlan Towart/ Flickr.com)

Si tratta di uno dei vegetali più efficaci nel trattamento della dipendenza da tabacco, visto che aiuta ad abbandonare questa abitudine con una maggiore facilità. Il ginseng, infatti, inibisce la liberazione della dopamina, un neurotrasmettitore incaricato di trasmettere una sensazione di piacere e benessere se stimolato dalla nicotina.

Agopuntura

(Immagine per gentile concessione di: Acupuntura-Barcelona/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Acupuntura-Barcelona/ Flickr.com)

Senza dubbio tutti i fumatori sapranno che il vero problema che si presenta quando si cerca di smettere di fumare è il dover far fronte a tutte le complicazioni che si presentano a causa dell’astinenza. Uno degli organi che più soffre della crisi di astinenza da tabacco è il fegato, ma per fortuna questi fastidi trovano una facile soluzione nell’agopuntura: una terapia alternativa molto utile che aiuta a preservare il benessere di molti organi, fegato incluso.

Gomma da masticare

(Immagine per gentile concessione di: Laísa Roberta Trojaike/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Laísa Roberta Trojaike/ Flickr.com)

Si tratta di uno dei trucchi più utilizzati nel trattamento per smettere di fumare. Il suo risultato varia molto da paziente a paziente, ma si crede che mantenendo la bocca e la mente occupata si possa ottenere una sensazione di benessere che evita a chi sta cercando di lasciare il tabacco di ricadere in tentazione. Fate però attenzione a non abusare delle gomme da masticare e a scegliere quelle senza zucchero, per evitare di rovinare sia i denti che la linea.

Auricoloterapia

(Immagine per gentile concessione di: Clínica Salud/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Clínica Salud/ Flickr.com)

L’auricoloterapia è una speciale forma di agopuntura per l’orecchio. Attraverso questo trattamento si può riuscire ad eliminare il problema dell’ansia, uno dei fattori più difficili da superare quando si affronta una dipendenza. È anche utile per aiutare a migliorare la salute dei polmoni che, per ovvi motivi, sono i più colpiti dal consumo di tabacco.

Valeriana

(Immagine per gentile concessione di: Eitel Thielemann/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Eitel Thielemann/ Flickr.com)

Bere quotidianamente un’infusione di radici di valeriana, specialmente prima di andare a dormire, aiuta a ridurre l’ansia, lo stress e il nervosismo, tutti stati che portano a fumare per scaricare la tensione.

Lobelia

(Immagine per gentile concessione di: Richard Gase/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Richard Gase/ Flickr.com)

Questa è un’altra pianta utilizzata per aiutare a superare i problemi dell’astinenza dalla nicotina. Si impiega spesso come ingrediente principale nei prodotti per chi vuole smettere di fumare, ma può anche essere preparata in infusione. Bisogna però fare molta attenzione ad assumerne soltanto la dose indicata da uno specialista, visto che presa in grandi quantità può essere tossica.

Avena

(Immagine per gentile concessione di: Sergio Dini/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Sergio Dini/ Flickr.com)

L’avena è un ottimo alimento nella dieta delle persone che vogliono smettere di fumare, visto che può aiutare a diminuire la sensazione di ansia; è chiaro però che non si tratta di un trattamento specifico per il tabagismo.

Zenzero

(Immagine per gentile concessione di: Organicus Blog / Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Organicus Blog / Flickr.com)

La radice di zenzero è molto indicata per trattare il senso di nausea e di ansia che possono derivare dall’astinenza dal tabacco. Inoltre aiuta a disintossicare l’organismo attraverso i pori.

Peperoncino di Cayenna

(Immagine per gentile concessione di: Ferryfb/ Flickr.com)
(Immagine per gentile concessione di: Ferryfb/ Flickr.com)

Il peperoncino di Cayenna può essere impiegato quando sentite che vi è impossibile non cedere alla voglia di fumare. Inoltre può aiutare a prevenire gli effetti dannosi che le sigarette provocano nei polmoni.

E ricordate…

Tutti questi rimedi naturali e casalinghi hanno sempre dato risultati più o meno buoni nei pazienti che li hanno utilizzati, ma il successo è dipeso soprattutto dal rigore e dalla forza di volontà che ognuno di loro ha messo nell’affrontare questo difficile percorso.

Immagine di copertina per gentile concessione di nerdy girl

Guarda anche