Dieta blue zone: aumenta la longevità?

La dieta blue zone si basa su un target di popolazione specifico. Potrebbe essere un'ottima opzione per rallentare l'invecchiamento.
Dieta blue zone: aumenta la longevità?
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre, 2022

La dieta blue zone si basa sul modello nutrizionale delle persone che vivono in paesi come il Giappone o il Costa Rica, poiché in questi luoghi la gente vive a lungo. Si tratta di includere alimenti freschi e di alta qualità nella dieta, che forniscono quantità sufficienti di micronutrienti essenziali e antiossidanti.

Prima di entrare nel merito, va precisato che quando si tratta di mantenersi in buona salute è fondamentale assicurarsi di svolgere attività fisica regolarmente. Soprattutto, dobbiamo dare la priorità all’allenamento della forza. Questo, insieme ad una corretta alimentazione, può essere determinante per la longevità.

Alimenti caratteristici della dieta blue zone

La dieta blue zone è caratterizzata da una serie di alimenti considerati benefici per la salute e raccomandati dalla maggior parte degli esperti di nutrizione. Vediamoli insieme.

Legumi

I legumi sono un’ottima fonte di carboidrati complessi, proteine e minerali essenziali. Forniscono anche fibre, una sostanza che ha dimostrato di migliorare il funzionamento del tubo digerente.

Una parte fermenta, fungendo da substrato per il microbiota intestinale ed evitando perdite in termini di densità o diversità batterica. Questa è la chiave per mantenere l’omeostasi nell’ambiente interno.

La dieta blue zone favorisce il microbiota intestinale.
Il microbiota ha bisogno di nutrirsi della fibra adeguata al suo corretto sviluppo.

Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde sono spesso una fonte di sostanze fitochimiche. Questi elementi neutralizzano la formazione di radicali liberi e il loro successivo accumulo nei tessuti. Si tratta di un meccanismo che è stato messo in relazione con una minore incidenza di patologie croniche e complesse . Sebbene sia raccomandata l’inclusione di 5 porzioni di frutta e verdura nella dieta, aumentare l’assunzione di verdure a foglia verde sarà molto positivo.

Noci

Le noci sono alimenti ad alta densità nutritiva. Forniscono grassi di qualità, proteine e una buona manciata di vitamine e minerali.

Sì, sono abbastanza energici. Il tuo contributo deve essere giornaliero, ma in quantità adeguate.

Se le dosi vengono superate, si potrebbe generare un progressivo accumulo di grasso a livello sottocutaneo. Dopotutto, essere in sovrappeso aumenta i livelli di infiammazione, secondo uno studio pubblicato su The Lancet.

In cosa consiste la dieta blue zone?

La dieta blue zone è un tipo di schema alimentare che enfatizza il consumo degli alimenti di cui abbiamo appena parlato, insieme ad altri prodotti freschi, come olio extravergine di oliva, orzo e mirtilli. Soprattutto, privilegia gli alimenti di origine vegetale, soprattutto per il loro contenuto di antiossidanti.

Ora, questo non significa che i prodotti di origine animale siano dannosi per l’organismo, tanto meno. Devono inoltre essere presenti per garantire un apporto proteico ottimale.

Non ci sono regole precise per seguire la dieta della blue zone. Sarà solo necessario garantire l’apporto di verdure e seguire un normale schema calorico per evitare aumenti di peso corporeo.

Il Giappone è l'origine della dieta della zona blu.
Il Giappone è una delle zone di origine della dieta blue zone. La longevità della sua popolazione è legata alle abitudini alimentari.

La dieta blue zone aiuta a vivere più a lungo

La dieta blue zone enfatizza il consumo di alimenti che hanno mostrato proprietà positive per l’organismo. L’assunzione regolare di molti di essi è correlata ad un invecchiamento più lento e ad una minore incidenza di patologie croniche e complesse.

La buona salute è il risultato di tante buone abitudini mantenute nel tempo. Ad esempio, considera un modello leggermente ipocalorico a medio termine, dormi bene e allenati.

Potrebbe interessarti ...
Dieta vegetariana per diabetici: consigli per pianificarla
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Dieta vegetariana per diabetici: consigli per pianificarla

La dieta vegetariana per i pazienti diabetici può aiutare a controllare la malattia. Guarda come applicarlo correttamente.



  • Gill SK, Rossi M, Bajka B, Whelan K. Dietary fibre in gastrointestinal health and disease. Nat Rev Gastroenterol Hepatol. 2021;18(2):101-116. doi:10.1038/s41575-020-00375-4
  • Neha K, Haider MR, Pathak A, Yar MS. Medicinal prospects of antioxidants: A review. Eur J Med Chem. 2019;178:687-704. doi:10.1016/j.ejmech.2019.06.010
  • Cox AJ, West NP, Cripps AW. Obesity, inflammation, and the gut microbiota. Lancet Diabetes Endocrinol. 2015;3(3):207-215. doi:10.1016/S2213-8587(14)70134-2

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.