Dimeticone per capelli: usi, possibili rischi e alternative

Il dimeticone può avere grandi vantaggi. Tuttavia, se si esagera, potrebbe causare effetti indesiderati come secchezza e caduta dei capelli.
Dimeticone per capelli: usi, possibili rischi e alternative

Scritto da Edith Sánchez

Ultimo aggiornamento: 26 settembre, 2022

Il dimeticone è un polimero a base di silicone che è presente in vari prodotti per la cura della persona e ha suscitato molte polemiche. Mentre alcuni pensano che dovrebbe far parte della lista delle sostanze tossiche nel mondo della bellezza, altri credono che non ci sia alcun motivo per temerlo.

Questo composto si trova nei prodotti per la cura della pelle e dei capelli. Aiuta a formare una barriera protettiva che diminuisce la perdita di idratazione della pelle e delle ciocche. Ma le opinioni sulla sua sicurezza sono contrastanti. Scopriamo di più in questo articolo.

Dimeticone: che cos’è?

Il dimeticone è un polimero derivato dal silicone. Quest’ultimo deriva dalla silice, un composto naturale presente in elementi come sabbia, arenaria, quarzo e granito.

Si ottiene sottoponendo la sabbia a temperature molto elevate.

Questo composto è anche conosciuto con il nome di polidimetilsilossano. È uno dei più utilizzati nell’industria cosmetica. La sua caratteristica più apprezzata è la viscoelasticità. Questo la rende flessibile e modellabile.

Dona una consistenza liscia e setosa a pelle e capelli: li fa sembrare vellutati. È un composto inodore, incolore, ipoallergenico e non comedogeno.

Usi e vantaggi

Il motivo principale per cui viene utilizzato nei prodotti cosmetici è la consistenza che fornisce. Questo composto rende tali prodotti morbidi, lisci e scivolosi al contatto.

Ha anche alcuni effetti positivi, come i seguenti:

  • Formazione di una barriera temporanea. Il dimeticone si deposita sulla pelle e sui capelli formando una barriera che protegge da sostanze irritanti e allergeni.
  • Mantiene l’umidità. L’effetto barriera aiuta a trattenere l’umidità nella pelle e nei capelli.
  • Leviga i pori dilatati e le rughe sottili. Riempie le rughe parzialmente e dona alla pelle una consistenza più uniforme.
  • Copre la cuticola dei capelli. È un effetto simile a quello che ha sulla pelle. Questo porta il fusto del capello a sembrare e sentirsi più uniforme.
  • Fornisce una finitura opaca. Consente di sigillare l’umidità senza utilizzare grassi. Ecco perché è ampiamente utilizzato nei fondotinta e nelle creme idratanti per la pelle grassa, poiché offre una finitura senza lucentezza.
Pelle grassa con dimeticone.
La pelle grassa ha bisogno di prodotti che non aggiungano lucentezza, quindi il dimeticone sembra una buona opzione.

Possibili rischi

In generale, si tratta di un composto sicuro. Tuttavia, un rapporto ha sottolineato che l’accumulo di questa sostanza può causare la caduta dei capelli. L’effetto barriera intrappola l’umidità, ma impedisce anche all’umidità aggiuntiva di penetrare.

Quanto sopra porterebbe a punte secche e fragili, nonché a ciocche di capelli secchi e senza vita. Inoltre, non è solubile in acqua. Pertanto, non si scompone facilmente con il lavaggio.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense approva l’uso di questo composto come ingrediente attivo. È raro che causi effetti negativi sulla pelle e, quando lo fa, è solo temporaneo. Tali effetti possono essere prurito, arrossamento, bruciore o bruciore.

Questo tipo di siliconi non viene assorbito dalla pelle e dai capelli. Quindi, quando vengono lavati, vanno dritti nello scarico e da lì finiscono nei fiumi e negli oceani.

Se si accumulano, sono tossici per la flora e la fauna. Uno studio del 2021 mette in guardia sugli effetti negativi dei siliconi sull’ambiente.

Potrebbe interessarti anche: Shampoo naturali da preparare in casa

Identificare i prodotti

Il dimeticone è uno dei componenti di innumerevoli prodotti cosmetici e medici. Si trova in diverse proporzioni, che vanno dal 15 al 60%.

È importante guardare l’etichetta degli articoli, dove questo composto può essere trovato con uno dei seguenti nomi:

  • Amino bispropil dimeticone.
  • Dimeticone aminopropilico.
  • Amodimeticone.
  • Behenoxy Dimeticone.
  • C30-45 alchil dimeticone.
  • C24-28 alchil dimeticone.
  • cetil dimeticone.
  • Dimeticone.
  • Dimeticone.
  • Dimetossisilil Etilendiamminopropil Dimeticone.
  • Idrossipropildimeticone.
  • Polidimetilsilossano.
  • PDMS.
  • Stearamidopropil Dimeticone.
  • Stearoxy Dimeticone.
  • Stearil dimeticone.
  • Dimeticone in vinile

È normale trovarlo in prodotti come i seguenti:

  • Creme solari.
  • Lubrificanti sessuali.
  • Creme idratanti.
  • Creme antiprurito.
  • Prodotti per eliminare i pidocchi.
  • Shampoo e balsami.
  • Basi e primer per il trucco.
  • Farmaci per la flatulenza o il trattamento della sindrome dell’intestino irritabile.
Leggi l'etichetta dei cosmetici per cercare il dimeticone.
Il dimeticone ha vari nomi sull’etichetta. Appare in shampoo, creme e creme solari.

Alternative al dimeticone

Una ricerca condotta nel 2018 ha indicato che gli oli vegetali hanno un effetto più benefico sui capelli, rispetto ai prodotti a base di siliconi. Forniscono forza e lucentezza in un modo più duraturo.

Ci sono diversi prodotti in commercio che vengono commercializzati con l’etichetta “silicone free”. Alcune alternative sono quelle che contengono quanto segue:

  • Coco-Caprylate/Caprate.
  • PPG-3 etere benzilico miristato.
  • Butilenglicole dicaprylato/dicaprato.
  • C12-15 alchil benzoato isopropil miristato.

Per quanto riguarda i prodotti solo per la pelle, le alternative includono quanto segue:

  • Acido ialuronico.
  • Farina d’avena colloidale.
  • Squalene.
  • Glicerina.
  • Caolino.

Il dimeticone non è di per sé un prodotto pericoloso. Infatti è molto benefico, ma la sua azione è superficiale, temporanea e quando si accumula provoca effetti indesiderati.

È preoccupante che abbia effetti negativi sull’ambiente. La cosa migliore da fare è acquistare dei prodotti alternativi quando si cerca di proteggere e preservare l’ambiente.



  • Rushton H, Gummer C, L, Flasch H: 2-in-1 Shampoo Technology: State-of-the-Art Shampoo and Conditioner in One. Skin Pharmacol Physiol 1994; 7:78-83. doi: 10.1159/000211278.
  • Kostik, A. (2021). Kostic A. Silicones in cosmetics and their impact on the environment. Cos ACTIVE J. 2021; 1:34–3934. Cos ACTIVE. Recuperado 28 de agosto de 2022, de https://cosmethicallyactive.com/wp-content/uploads/2022/01/Silicones-in-cosmetics-and-their-impact-on-the-environment.pdf.
  • Leite, M. G. A., & Campos, P. M. B. G. M. (2018). Development and efficacy evaluation of hair care formulations containing vegetable oils and silicone. International Journal of Phytocosmetics and Natural Ingredients, 5(1), 9-9.
  • Assencio-Ferreira, V. J. (2001). Manifestações neurológicas na intoxicação de lactentes pela associação dimeticona e homatropina: relato de 6 casos. Arquivos de Neuro-Psiquiatria, 59, 238-241.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.