Disturbi da uso di cannabis

La cannabis sativa accompagna l'umanità da tempo immemorabile. Veniva utilizzata a scopi religiosi, medicinali e ricreativi. Il suo consumo, tuttavia, è correlato allo sviluppo di gravi disturbi mentali, psicotici, depressivi o d'ansia.
Disturbi da uso di cannabis

Ultimo aggiornamento: 08 ottobre, 2021

I disturbi da uso di cannabis non sono un fenomeno raro nella nostra società; contrariamente a quanto pensano in molti, il consumo di questa sostanza può portare a un quadro di grave dipendenza. La dipendenza, ovvero, l’impossibilità di sospendere il consumo, può essere diagnosticata come lieve, moderata o grave a seconda del numero di sintomi presenti.

Sappiamo che cos’è esattamente la cannabis?

La cannabis, il cui nome scientifico è Cannabis sativa, è una pianta diffusa. Con la sua resina, foglie e fiori vengono realizzate le sostanze psicoattive più note, come l’hashish e la marijuana, e le droghe illegali più comuni.

abuso di sostanze negli adolescenti.

Il consumo di questa pianta accompagna l’umanità da tempo immemorabile. Veniva utilizzata per scopi religiosi, medicinali e ricreativi. Essendo una droga psicoattiva, altera le funzioni cerebrali e con queste, l’umore, la percezione e la coscienza.

Gli effetti psicoattivi sono dovuti alla presenza di uno dei suoi principi attivi principali, il tetraidrocannabinolo o THC. La sua concentrazione varia a seconda della forma in cui si trova la cannabis. L’hashish ha una maggiore concentrazione di THC rispetto alla marijuana, quindi la tossicità è maggiore.

Quando viene consumato attraverso il fumo, viene facilmente assorbito attraverso i polmoni e raggiunge rapidamente il cervello. In pochi minuti iniziano a manifestarsi i suoi effetti, che possono durare dalle 2 alle 3 ore. Tra i più frequenti ricordiamo:

  • Rilassamento.
  • Disinibizione.
  • Sensazione di lentezza nel passare del tempo.
  • Sonnolenza.
  • Disturbi sensoriali.
  • Difficoltà a esprimersi, a concentrarsi o a memorizzare.

Disturbi da uso di cannabis

Un uso eccessivo di questa sostanza, come in molti casi simili, può portare ad avvelenamento acuto. I sintomi variano a seconda della dose, la concentrazione di THC e la precedente esperienza del soggetto, tra le altre cose.

Inoltre, il suo consumo è correlato allo sviluppo di gravi disturbi mentali, psicotici, depressivi o d’ansia. Ecco perché è considerata una situazione grave. Alcuni dei disturbi comuni legati all’uso di cannabis sono:

  • Disturbi d’ansia.
  • Schizofrenia e psicosi indotta da farmaci.
  • Disturbi dell’umore.

I disturbi da uso di cannabis includono:

  • Delirio dovuto a intossicazione. I sintomi tipici sono stato confusionale, disturbi della memoria, disturbi sensoriali-percettivi. Di solito è transitorio ma ricorrente. Può apparire nelle persone che ne fanno uso per la prima volta.
  • Sindrome amotivazionale. Un consumo cronico è stato associato a stato di apatia e perdita di motivazione. Questa sintomatologia di solito scompare dopo un’astinenza prolungata da cannabis.

Disturbo d’ansia

Si stima che il 22% dei consumatori di cannabis soffra di sintomi di disturbi d’ansia. Sintomi di ansia temporanei simili al disturbo d’ansia generalizzato, al disturbo di panico o alle fobie di solito compaiono quando il soggetto è intossicato e in astinenza.

  • Dopo pochi giorni di solito scompaiono, ma bisogna tener conto che possono persistere per mesi.
L'ansia è uno dei disturbi da uso di cannabis

D’altra parte, i pazienti che hanno già avuto attacchi di panico e usano cannabis, hanno maggiori probabilità di sviluppare sintomi d’ansia e di sperimentare nuovi attacchi. Un altro dato interessante è che di tutti i disturbi d’ansia oggi conosciuti, solo quello di tipo sociale è considerato un fattore di rischio per lo sviluppo della dipendenza da cannabis.

Potreste essere interessati anche a: Dipendenze comportamentali: tipi e trattamento

Schizofrenia e psicosi indotta

Gli episodi psicotici che l’uso di cannabis può causare sono di breve durata. Tuttavia, possono persistere anche se l’uso viene interrotto. I tipici sintomi psicotici che possono comparire nei consumatori di cannabis sono:

  • Derealizzazione.
  • Sensazione di perdita di controllo.
  • Paranoie.
  • Depersonalizzazione.

Inoltre, il consumo di cannabis è considerato un fattore di rischio nelle persone che sono predisposte a soffrire di schizofrenia o può aggravare la schizofrenia già diagnosticata. L’uso di cannabis può aumentare di 2-3 volte il rischio di sviluppo di psicosi nel corso della vita.

  • Il rischio aumenta se il consumo inizia nell’adolescenza e con maggiori quantità e frequenza.

Disturbi dell’umore

Anedonia (incapacità di provare piacere), ideazione suicidaria e tentato suicidio sono possibili comportamenti tra i consumatori di cannabis. Non è stata invece osservata una relazione tra sintomi depressivi e uso eccessivo del farmaco.

Tuttavia, nei consumatori abituali e precoci è stata riscontrata una relazione con l’inizio della depressione. Le persone che già soffrono di disturbi dell’umore e sono consumatori di cannabis possono subire complicazioni del quadro clinico depressivo.

Disturbo da uso di cannabis

I disturbi da uso di cannabis possono essere meno gravi e richiedere più tempo per svilupparsi rispetto ad altri. Tuttavia, possono comportare gravi effetti sociali e psicologici per la persona dipendente.

Potrebbe interessarti ...
Dipendenza da cannabis e tabacco: come uscirne
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Dipendenza da cannabis e tabacco: come uscirne

La dipendenza da cannabis e tabacco può verificarsi separatamente o nei confronti di entrambe le sostanze al tempo stesso. Scoprite di più.



  • Beer, M. D. (2007). Cannabis and mental health. Journal of Psychiatric Intensive Care. https://doi.org/10.1017/S1742646407001045
  • Gonzalez, M. P., Sáiz, P., Quirós, M. G., & López, J. L. (2000). Personalidad y Uso-Abuso de Cánnnbis. Adicciones.
  • Verdejo-García, A. (2011). Efectos neuropsicológicos del consumo de cannabis. Trastornos Adictivos. https://doi.org/10.1016/S1575-0973(11)70021-6
  • Araos Gómez, P., Calado Romero, M., Vegara Moragues, E., Pedraz, M., & Pavón Morón, F. J. (2014). Adicción a cannabis: bases neurobiológicas y consecuencias médicas. Revista Española de Drogodependencias.