Dolore al fianco sinistro: possibili cause

1 Settembre 2020
Il dolore al fianco è piuttosto comune. In alcuni casi, però, può essere sintomo di una malattia che richiede cure mediche specifiche.

Il più delle volte, il dolore al fianco sinistro si verifica a causa dell’accumulo di gas. A seconda dell’intensità, tuttavia, può essere il sintomo di una condizione che richiede immediate cure mediche. A questo proposito, è importante osservare le caratteristiche del malessere: persiste? Con quale intensità? Quando compare? Cosa lo calma e cosa lo acuisce?

I dolori e i malesseri non dovrebbero mai essere trascurati. Al contrario, è opportuno rivolgersi al medico per ricevere il parere di un esperto. In questo articolo presentiamo le possibili cause del dolore al fianco sinistro.

Dolore al fianco sinistro

La Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti osserva che l’addome, la regione che si estende dal torace all’inguine, ospita molti organi di grande importanza. Ciò spiega perché il dolore in quest’area non deve essere sottovalutato.

Il dolore al fianco sinistro non deve essere mai ignorato, poiché in quest’area si trovano organi come il pancreas, lo stomaco, il rene sinistro o la parte sinistra del fegato. Ecco tre variabili da considerare in presenza di questo tipo di malessere:

  • Durata: il dolore al fianco sinistro si considera grave se si presenta regolarmente subito dopo i pasti.
  • Caratteristiche del dolore: si tratta di un dolore molto acuto? Se è così, non si tratta di un fastidio minore, che va e viene, come nel caso dei gas intestinali.
  • Interazione con i farmaci: quando si assume un analgesico, il disagio scompare per poi ripresentarsi poche ore dopo o il giorno successivo.

Vi interesserà scoprire: Antinfiammatori naturali: eccone 7 da conoscere

Possibili cause del dolore al fianco sinistro

L’American College of Gastroenterology spiega che le cause del dolore al fianco possono essere molteplici, dalla semplice presenza di gas intestinali alle malattie che richiedono un intervento medico. Ecco alcune delle più comuni.

1. Pancreatite

La pancreatite si manifesta in modo evidente, data l’intensità del dolore, e con sintomi come febbre, vomito e palpitazioni, tra gli altri.

È importante prestare attenzione alla masticazione, che non deve essere troppo veloce, alla digestione e, naturalmente, ai cibi che scatenano il dolore al fianco sinistro.

Donna che dolore al fianco sinistro.

2. Occlusione intestinale

I liquidi e il cibo che non vengono evacuati restano bloccati causando grande malessere che include dall’infiammazione degli organi al vomito.

In questo caso, il dolore è molto intenso e si irradio a tutto l’addome. L’occlusione intestinale può essere accompagnata da febbre, debolezza e incapacità di espellere i gas intestinali e di evacuare.

3. Diverticolosi, possibile causa del dolore al fianco sinistro

La diverticolosi consiste nella formazione di “tasche” piene di pus lungo l’apparato digerente. L’infiammazione e l’infezione sono le cause del dolore. In questi casi si accusano nausea, vomito, stitichezza, diarrea e sanguinamento rettale.

4. Calcoli renali

Il dolore al fianco sinistro può essere conseguenza dei calcoli renali. Se i calcoli raggiungono determinate dimensioni, possono causare dolore mentre vengono espulsi dall’organismo.

Questo disagio può essere localizzato, e interessare il fianco sinistro, ma di solito interessa anche la bassa schiena, sempre sullo stesso lato, in corrispondenza del rene.

5. Sindrome dell’ovaio policistico

In caso di una o più cisti all’ovaio sinistro, la donna può accusare dolore al fianco sinistro. D’altra parte, ciclo mestruale irregolare, nausea e dolore persistente all’addome generale e sul fianco sinistro possono indicare la sindrome dell’ovaio policistico.

Vi consigliamo di leggere: 5 sintomi dell’ovaio policistico

Intestino infiammato che causa dolore.

Altre possibili cause

Alcuni cibi possono essere difficili da digerire, motivo per cui l’organismo reagisce, si difende. I gas prodotti da alcuni alimenti possono causare dolore al fianco sinistro. È comune, di fatto, che si accumulino solo su un lato dell’addome.

D’altra parte, i disturbi psicosomatici possono provocare dolore localizzato in un punto specifico del corpo. Questi in genere sono accompagnati da cattiva digestione, gas e altri disagi generali. In considerazione di ciò, è importante imparare a gestire correttamente le proprie emozioni.

Per concludere, ricordiamo ancora una volta che quando il dolore addominale persiste e impedisce di condurre una vita normale, bisogna recarsi dal medico per valutare la situazione e farsi prescrivere un trattamento adeguato.

L’automedicazione è fortemente sconsigliata, in quanto può nascondere i sintomi di un problema più grave. È bene non sottovalutare mai il dolore addominale e consultare il medico.

MedlinePlus. Dolor abdominal. https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/003120.htm
American College of Gastroenterology. Dolor abdominal. https://gi.org/patients/recursos-en-espanol/dolor-abdominal/

MedlinePlus. Obstrucción abdominal. https://medlineplus.gov/spanish/intestinalobstruction.html

National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases. Síntomas y causas de la pancreatitis. https://www.niddk.nih.gov/health-information/informacion-de-la-salud/enfermedades-digestivas/pancreatitis/sintomas-causas

MedlinePlus. Diverticulitis. https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/000257.htm

American Kidney Fund. Piedras en los riñones (Cálculos renales). https://www.kidneyfund.org/en-espanol/enfermedad-de-los-rinones/otros-problemas-renales/calculos-renales.html

Office on Women’s Health. Síndrome de los Ovarios Poliquísticos. https://espanol.womenshealth.gov/a-z-topics/polycystic-ovary-syndrome