Dormire a stomaco pieno o vuoto: cos’è meglio?

· 5 novembre 2014
Non commettete l'errore di andare a letto con lo stomaco vuoto. Mangiate qualcosa di leggero e ricordatevi che deve passare un'ora e mezza prima che possiate andare a dormire

Su questo argomento i pareri sono discordanti e il dibattito è inevitabile. Cos’è più indicato? Dormire con lo stomaco pieno o vuoto? In realtà, nessuna delle due opzioni è valida. Scoprite il perché continuando a leggere l’articolo!

Dormire a stomaco vuoto o…

Molte persone ritengono che andare a letto senza aver cenato sia un’ottima soluzione per perdere peso, ma è un grave errore. Cenare è necessario per riposare bene, perché svegliarsi all’improvviso con lo stomaco che “brontola” è, come vedremo, assolutamente controproducente.

La fame, infatti, mantiene attivo il metabolismo e stimola la produzione di grelina. Questo ormone aumenta l’appetito e al risveglio, la sensazione di stomaco vuoto ci spingerà a mangiare più del dovuto o a fare razzia nel frigorifero in piena notte.

Leggete anche: Fame durante la notte: qual è il motivo?

Dormire2

Andare a dormire senza il giusto apporto calorico danneggia anche i muscoli. L’organismo, infatti, privato durante troppo tempo dei nutrienti necessari, “rompe” i muscoli per ottenere energia.

Vi consigliamo, dunque di andare a dormire con lo stomaco pieno, ma senza esagerare. Se è già tardi per cenare, optate per alimenti più leggeri, come minestre, yogurt con cereali o una tazza di tè con fette biscottate.

Rispettate, inoltre, i tempi di digestione, se volete riposare bene. Secondo gli studi, dopo cena è necessario aspettare almeno un’ora e mezza prima di andare a dormire.

Dormire a stomaco pieno?

Occorre fare una precisazione: dormire a stomaco pieno non vuol dire abbuffarsi. Mangiare troppo la sera può causare problemi di digestione, acidità di stomaco e gas intestinali. In queste condizioni sarà difficile poter riposare correttamente.

Leggete anche: 3 infusi che favoriscono la digestione

Inoltre, una cena troppo copiosa significa un rifornimento di calorie impossibili da bruciare, che provocano inevitabilmente un aumento di peso. I nutrizionisti consigliano di sospendere il consumo di carboidrati quattro ore prima di dormire, oltre a rispettare i tempi di digestione menzionati prima.

Dormire profondamente

Infatti, coricarsi subito dopo aver mangiato, soprattutto se la cena è stata ricca di grassi, potrebbe provocare reflusso. Di conseguenza, potreste avere difficoltà nel conciliare il sonno.

L’ideale, come sempre, è cercare un compromesso ragionevole tra le due opzioni. Per la cena scegliete sempre alimenti nutrienti ma leggeri, prediligendo la verdura, le uova e le carni magre.

In questo modo l’organismo avrà a disposizione l’apporto calorico necessario per riposare correttamente e attivare i processi rigeneratori che si svolgono mentre dormiamo.

Guarda anche