Educare i bambini con sindrome di Down

1 Novembre 2020
I bambini con sindrome di Down richiedono sostegno, affetto e attenzioni. Alcuni consigli possono rivelarsi preziosi per i genitori.

I bambini con sindrome di Down hanno gli stessi bisogni di qualsiasi altro bambino e dovrebbero essere trattati come tali. Ma come educare i bambini con sindrome di Down in modo corretto e sano?

Anzitutto, è essenziale una buona comunicazione. I genitori devono fare attenzione alla salute dei propri bambini e ciò significa garantire loro anche un’alimentazione corretta. Oltre a ciò, il sostegno di tutta la famiglia non deve mai mancare.

Ma per educare i bambini con sindrome di Down serve anche dell’altro. Per esempio, favorire lo svolgimento di attività che permettano loro di sviluppare abilità e talento.

Cos’è la sindrome di Down?

La sindrome di Down è un’alterazione genetica dovuta a una terza copia del cromosoma 21. Colpisce 1 neonato ogni 1000 ed è considerata una delle anomalie più comuni in tutto il mondo.

Le cause della sindrome di Down non sono molto chiare. Alcuni casi sono legati al patrimonio genetico dell’individuo, mentre altri sono associati all’età della madre. Infine, non esiste una causa esatta.

Bambina down tiene fiorellino in mano davanti alla bocca.

I bambini con sindrome di Down condividono determinati tratti fisici come gli occhi a mandorla, la bocca, le labbra e le orecchie piccole. La loro personalità, invece, può differire notevolmente.

Anche il loro modo di apprendere e il loro senso dell’umorismo possono essere diversi. In ogni caso, non ci sono dubbi sul fatto che godono di grande intelligenza emotiva e amano esprimere affetto.

Leggete anche: La sindrome di Turner: sintomi e trattamento

Come educare i bambini con sindrome di Down?

Essere genitori di un bambino con la sindrome di Down è un’avventura positiva. Soprattutto all’inizio, però, bisognerà sforzarsi di capire meglio questo disturbo, in modo da conoscerlo a fondo.

Se i vostri figli hanno la sindrome di Down, non abbiate paura. La loro educazione potrà essere convenzionale, soprattutto se accompagnata dall’affetto vostro e di tutta la famiglia.

Per educare i bambini con la sindrome di Down in modo sano e corretto, è bene tenere a mente alcuni preziosi consigli. L’aspetto fondamentale è capire che sono ragazzi totalmente normali, quindi vanno trattati come tali. Bisogna mostrare ottimismo ed essere comprensivi. Come sempre, l’idea è trasmettere ai propri figli tutto l’amore che proviamo per loro.

L’importanza della comunicazione

Una buona comunicazione tra genitori e figli è estremamente importante. In questo caso particolare, bisognerà prestare maggiore attenzione al loro modo di esprimersi.

I bambini con questo disturbo di solito impiegano più tempo ad acquisire la parola. Allo stesso modo, possono presentare difficoltà di linguaggio e comunicative. Nessun problema: siate pazienti e trovate metodi alternativi per capire i bambini in modo efficace.

Interazione con fratelli e altri bambini

Bambina down che dà un bacio alla mamma.

Il completo sviluppo di un bambino Down può avvenire in momenti diversi, ma ciò non condiziona il loro modo di relazionarsi con il mondo che li circonda. Interagire con i fratelli o altri bambini agevolerà notevolmente la situazione.

Cercate di far interagire i vostri figli anche con gli adulti, soprattutto quelli che fanno parte della vostra vita. Far entrare in contatto i bambini con altre persone e spronarli a condividere le loro idee li farà sentire bene. Al tempo stesso, la vostra cerchia sociale prenderà familiarità con il piccolo.

Scuole convenzionali o speciali?

Un bambino con la sindrome di Down può tranquillamente frequentare una scuola normale. Questa scelta favorirà l’integrazione sociale con altri bambini, con o senza sindrome. Ciò accrescerà l’autostima del bambino, facendogli guadagnare fiducia, e lo aiuterà a stabilire legami con chiunque.

È probabile che il bambino con sindrome di Down abbia un ritmo diverso rispetto ai compagni di classe. Grazie all’aiuto dell’insegnante e alla collaborazione di mamma e papà con i compiti a casa, questo “gap” potrà facilmente essere colmato. Non dimenticate che le loro fasi di sviluppo seguono un iter particolare.

Altre attività e sport per educare i bambini con Sindrome di Down

Educare i bambini con sindrome di Down tramite il gioco.

Ogni individuo possiede abilità e talenti. I bambini con sindrome di Down mostrano spesso capacità sorprendenti. Tenete presente, poi, che sono in grado di svolgere qualsiasi attività, hobby o sport. Si tratta solo di incoraggiarli a dedicarsi ad attività che li divertono e verso cui mostrano una spiccata attitudine.

1. Arte

La pittura, la musica, la danza e altre arti possono essere molto utili nello sviluppo dell’intelligenza emotiva dei bambini con sindrome di Down. Iscriverli a danza, canto o recitazione li aiuterà a far volare la loro immaginazione mentre imparano e crescono.

2. Sport

Le attività sportive sono molto amate dai ragazzi con sindrome di Down. Migliorano le loro condizioni fisiche, imparano a lavorare in squadra e a impegnarsi per raggiungere dei risultati. Fare sport offre davvero molto benefici.

Sono particolarmente indicate le discipline di breve durata e che prevedono pause frequenti. Tra gli sport più consigliati vi sono:

  • Nuoto.
  • Calcio.
  • Ginnastica ritmica.
  • Pallacanestro.
  • Ping-pong.
  • Arti marziali.

3. Educare i bambini con sindrome di Down tramite il gioco

Ogni bambino ha bisogno di svago e divertimento per svilupparsi in maniera ottimale. È importante che anche i bambini con sindrome di Down abbiano uno spazio dove giocare e tenere i giocattoli.

Giocando insieme, potrete trasmettere loro preziosi insegnamenti; inoltre il gioco fungerà da utile strumento per stimolare la loro motivazione.

Scoprite: Insegnare ai bambini a sfruttare bene il tempo

Fare attenzione all’alimentazione, perché?

Bambino down spettinata che fa la linguaccia.

L’alimentazione dei bambini con sindrome di Down dovrebbe essere monitorata in tutte le fasi della crescita. I piccoli che mostrano questa alterazione, in genere, hanno bisogno di più tempo per imparare ad attaccarsi al seno o a bere dal biberon. Bisognerà avere pazienza e incoraggiare sempre il bambino ad adattarsi a vari metodi di nutrimento.

Ancor più degli altri bambini, è importante che seguano una dieta equilibrata e sana. I bambini Down, di fatto, possono essere soggetti a problemi di sovrappeso a causa della loro statura più bassa e perché la loro attività fisica tende a essere inferiore alla media.

La salute dei bambini con sindrome di Down

Una percentuale considerevole di bambini con sindrome di Down può soffrire di disturbi cardiaci. Si stima che il 45% di questi bambini soffra di cuore. Allo stesso modo, possono presentare problemi ai polmoni, non a cas, hanno molto spesso il raffreddore.

Un altro problema di salute comune è l’indebolimento dell’apparato uditivo. Sono frequenti anche anomalie visive, come la cataratta, la miopia o lo strabismo. Le malattie intestinali possono essere ricorrenti, perché alcuni bambini nascono con malformazioni intestinali.

Non c’è motivo di allarmarsi, perché tutte queste patologie possono essere curate, ma è importante prevenire e garantire trattamenti efficaci. A tale scopo, consultate regolarmente il medico e tenete sempre sotto controllo lo stato di salute del bambino.

Conclusioni

Educare un bambino non è mai facile, con la sindrome di Down o meno. Molte famiglie considerano questa esperienza una vera e propria sfida, ma occorre solo seguire il buon senso e affidarsi a bravi specialisti e altre persone che si trovano nella stessa situazione.

Per garantire uno sviluppo sano e completo ai propri figli, basterà seguire pochi consigli e donare loro tutto l’amore e il supporto di cui hanno bisogno. Gli sforzi e i sacrifici saranno quotidiani non ci sono dubbi, ma saranno ampiamente ripagati dai loro sorrisi.