Ernia iatale: cause e rimedi naturali

1 Marzo 2021
Un quadro grave di ernia iatale può arrivare a causare il cancro esofageo; è quindi importante trattarla in modo tempestivo, per alleviare il disagio e per evitare complicazioni.

Se vi è stata diagnosticata la presenza di un’ernia iatale, dovete sapere che è necessario che miglioriate al più presto le vostre abitudini di vita, oltre a seguire il trattamento indicato dal vostro medico.

L’ernia iatale, conosciuta anche come ernia dello iato esofageo, provoca la comparsa di diversi sintomi piuttosto fastidiosi, come: acidità di stomaco, difficoltà a svolgere le azioni quotidiane, vomito contenente tracce di sangue o feci di colore scuro, reflusso acido e altri; tutti questi sintomi influiscono sulla qualità della vita dei pazienti.

Nelle righe che seguono vi parleremo più diffusamente di questa malattia, affrontando anche il trattamento prescritto dal medico. Inoltre, vi indicheremo alcuni rimedi casalinghi che vengono spesso proposti in ambito popolare.

Che cos’è l’ernia iatale e quali sono i suoi sintomi?

L’ernia iatale è un’anomalia che si verifica quando una porzione dello stomaco si sposta verso l’alto, attraverso il diaframma. I succhi gastrici risalgono quindi con maggiore facilità verso l’esofago: in questi casi potrebbe fare la propria comparsa il reflusso gastroesofageo. Soffrire spesso di reflusso acido, tuttavia, non indica necessariamente la presenza di un’ernia iatale.

Si tratta di una condizione abbastanza diffusa, che viene diagnosticata soprattutto a partire dai 50 anni. Per questa ragione, si dice che un’alta percentuale della popolazione adulta soffra di questo disturbo, anche in forma asintomatica.

Sintomi

Tra i sintomi più comuni dell’ernia iatale troviamo:

  • Alitosi.
  • Flatulenze.
  • Feci scure.
  • Dolore al torace.
  • Vomito con sangue.
  • Difficoltà a deglutire.
  • Acidità o bruciore di stomaco.
  • Sensazione di sazietà eccessiva dopo aver mangiato.

Alcune persone che presentano questa condizione sono asintomatiche, rendendo più difficile la diagnosi. Inoltre, il vomito con sangue e le feci scure si manifestano soltanto nei casi più gravi.

Possibili cause

  • Obesità.
  • Tabagismo.-
  • Debolezza del muscolo diaframmatico.
  • Eccessiva pressione esercitata sull’addome nel tossire, andare in bagno o vomitare.

Trattamento dell’ernia iatale

Secondo gli esperti della Mayo Clinic, la maggior parte dei pazienti asintomatici affetti da ernia iatale non richiedono alcun trattamento. Quelli invece che manifestano dei sintomi potrebbero dover assumere alcuni medicinali. L’intervento chirurgico è generalmente riservato per i casi più gravi.

Alcuni dei farmaci che il medico potrebbe prescrivere sono: antiacidi, medicinali per ridurre la produzione di acido o farmaci che bloccano la produzione di acido e curano l’esofago.

Raccomandazioni aggiuntive

  • Smettere di fumare.
  • Mantenere un peso sano.
  • Non consumate pasti abbondanti, ma preferire più pasti al giorno (5-6 in quantità moderate).
  • Evitare il consumo di bevande contenenti caffeina e alcol.
  • Evitare i cibi unti, le sale, il cioccolato e altri alimenti potenzialmente irritanti.
  • Consumare cene leggere, almeno 2 o 3 ore prima di andare a dormire.
  • Non andare a dormire subito dopo aver mangiato, ma risposare seduti per 15-20 minuti.

Rimedi naturali per trattare l’ernia iatale

 

Secondo la sapienza popolare, i seguenti rimedi possono contribuire ad alleviare i sintomi dell’ernia iatale. È importate sottolineare che, prima di iniziare a utilizzarli, è bene consultare il medico, allo scopo di evitare interazioni e reazioni avverse.

Infuso di liquirizia

Infuso di liquirizia contro l'ernia iatale.

Dal momento che la liquirizia possiede proprietà antispastiche e antinfiammatorie, si dice che il suo infuso possa rappresentare un buon rimedio, nel caso in cui si soffra di ernia iatale.

Ingredienti

  • Miele (a piacere).
  • 1 tazza di acqua (250 ml).
  • 1 cucchiaino di foglia di liquirizia (5 g).

Preparazione

  • Prendete una pentola, versateci dentro la tazza di acqua e la liquirizia e lasciate bollire per 10 minuti.
  • Lasciate riposare per altri 10 minuti e filtrate. Poi addolcite il preparato con la quantità che desiderate di miele (se così vi piace) e bevete.

 

Aceto di sidro di mele

Secondo alcune credenze, l’aceto di sidro di mele è un altro rimedio naturale che può contribuire ad alleviare il malessere presente in caso di ernia iatale. Per utilizzarlo, bisogna sempre diluirlo in una buona quantità di acqua.

Ingredienti

  • Aceto di mele (5 ml).
  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml).

Preparazione

  • Versate l’aceto di mele in un bicchiere d’acqua.
  • Mescolate bene, aiutandovi con un cucchiaino.
  • Bevete, non più di una volta al giorno.

Lo sapevate? 8 benefici di un cucchiaio di aceto di mele al giorno

Infuso di camomilla

Infuso di camomilla.

L’infuso di camomilla è un rimedio molto popolare che viene utilizzato in presenza di diversi disturbi, dalle coliche mestruali agli stati di nervosismo. La ragione è dovuta al fatto che la camomilla possiede proprietà antinfiammatorie, analgesiche e sedative, utili per offrire sollievo.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di fiori secchi di camomilla (30 g).
  • 1 tazza di acqua (250 ml).

Preparazione

  • Prendete una pentola e mettete a bollire l’acqua per alcuni minuti.
  • In un bicchiere, versate i due cucchiai di camomilla e aggiungete l’acqua bollente.
  • Lasciate riposare per qualche minuto e poi bevete ll’infuso.

 

Succo di aloe vera

Il succo di aloe vera è un rimedio popolare contro i fastidi causati dall’ernia iatale che deve essere utilizzato con molta cautela, dal momento che l’aloe non sempre viene ben tollerata e, inoltre, può provocare diarrea e altri disturbi.

Ingredienti

  • 1 pezzo piccolo di aloe vera o sabila (2-3 g).
  • 1 bicchiere di spremuta di agrumi a vostra scelta (250 ml).
  • Miele (a piacere).

Preparazione

  • Tagliate una foglia di aloe vera, sbucciatela e pulitela bene per ricavarne il gel.
  • Assicuratevi di eliminare il liquido giallastro che fuoriesce quando tagliate la foglia, perché potrebbe conferire un sapore amaro alla bevanda e causare diarrea.
  • Passate il gel ricavato dalla foglia e la spremuta di agrumi al frullatore.
  • Dolcificate con un po’ di miele a piacere e bevete non più di una volta al giorno.

Infuso di alloro

Infuso di alloro contro l'ernia iatale.

L’infuso di alloro è un altro rimedio proposto per alleviare alcuni dei fastidi provocati dall’ernia iatale, specificamente, le coliche e le flatulenze.

Ingredienti

  • 2 foglie di alloro.
  • 1 tazza di acqua (250 ml).

Preparazione

  • Mettete a scaldare l’acqua e, quando bolle, aggiungete le due foglie di alloro e lasciate riposare.
  • Filtrate l’infuso.
  • Bevete sorseggiando, con moderazione.
  • Evitate di consumarne più di 2-3 tazze al giorno.

Scoprite: Alloro: scoprite tutte le sue proprietà

Come possiamo guarire dall’ernia iatale?

Per guarire, la cosa migliore da fare è seguire le indicazioni del vostro medico e, allo stesso tempo, mantenere buone abitudini di vita, soprattutto in merito alla vostra alimentazione. Inoltre, ricordate che, se siete fumatori, la cosa migliore sarebbe abbandonare questa abitudine, per evitare di peggiorare le vostra condizioni.

In definitiva, prima di utilizzare qualunque rimedio, la cosa migliore da fare è consultare il vostro medico. In questo modo potrete evitare reazioni avverse e interazioni con i farmaci.

  • Roman, S., & Kahrilas, P. J. (2013). Hiatal hernia. In Principles of Deglutition: A Multidisciplinary Text for Swallowing and its Disorders. https://doi.org/10.1007/978-1-4614-3794-9_51
  • Hyun, J. J., & Bak, Y. T. (2011). Clinical significance of hiatal hernia. Gut and Liver. https://doi.org/10.5009/gnl.2011.5.3.267