Estrazione dei denti del giudizio: consigli

10 Maggio 2020
A seguito dell'estrazione dei denti del giudizio, è importante eseguire una corretta igiene orale, riposare e fare attenzione ai cibi da ingerire.. Dopo l'intervento è normale accusare dolore, ma molte volte è necessario e inevitabile.

Molte persone odiano andare dal dentista, perché temono che qualunque intervento a cui si sottoporranno sarà doloroso. In particolare, l’estrazione dei denti del giudizio è motivo di paura, dato che può causare diversi fastidi.

Questi denti spuntano tra i 17 e i 25 anni, mentre in alcune persone non compaiono mai. Prendono anche il nome di terzo molare e occupano l’ultimo spazio della dentatura.

La loro comparsa può passare inosservata, ma piuttosto spesso causano fastidiosi sintomi che ne rendono necessaria l’estrazione. Per esempio, quando esercitano pressione sugli altri denti e sottopongono a tensione tutta la dentatura.

In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sull’estrazione dei denti del giudizio. Parleremo anche delle attenzioni necessarie dopo l’intervento per scongiurare spiacevoli complicazioni.

Perché procedere con l’estrazione dei denti del giudizio?

Come già detto, i denti del giudizio spuntano durante una specifica fascia di età, quando il resto della dentatura è già del tutto formata. In seguito a ciò, è comune non presentare spazio a sufficienza in bocca per la fuoriuscita di questi denti e il loro normale sviluppo.

Proprio per questo, alcuni denti del giudizio possono crescere esercitando una continua pressione, “sdraiandosi” l’uno sull’altro. Possono persino crescere verso l’interno della bocca o non essere in grado di penetrare l’osso mascellare.

Queste situazioni provocano una serie di disturbi e complicazioni, soprattutto dolore intenso. Le gengive, infatti, possono infiammarsi, i denti contigui possono danneggiarsi e spesso l’intera zona si infiamma.

Chi presenta poco spazio nota un’alterazione della dentatura. I denti possono finire per accavallarsi a causa della pressione esercitata dai denti del giudizio. Persino nel caso in cui i denti spuntano senza alcuna anomalia iniziale, con il passare del tempo potrebbero manifestare problemi.

Trattandosi della parte più profonda della dentatura, spesso questi denti presentano carie o si accumulano resti di cibo tra essi. Tutti questi aspetti portano a preferire l’estrazione dei denti del giudizio piuttosto che a tenerli.

Donna con mal di denti

Potrebbe interessarvi: L’igiene orale nei bambini è fondamentale

Cosa bisogna fare dopo l’estrazione dei denti del giudizio?

I denti del giudizio possono causare dolore alla mandibola o persino mal di testa, sintomi che vanno spesso di pari passo ad alito cattivo e infiammazione gengivale. L’estrazione viene eseguita mediante chirurgia ambulatoria, che dura circa mezz’ora, in genere in anestesia locale.

Dopo l’estrazione, i dentisti consigliano determinate misure per una convalescenza priva di complicazioni. Innanzitutto, è importante assumere analgesici per calmare o prevenire il dolore.

Pratici consigli post-intervento

Si possono assumere antinfiammatori non steroidei (FANS), come il paracetamolo e l’ibuprofene, oltre ad applicare un impacco freddo sulle guance, in modo da calmare l’infiammazione. Altri consigli sono:

  • Non sputare subito dopo l’intervento, onde evitare che la ferita sanguini.
  • Prendersi una giornata di riposo e non eseguire attività particolarmente estenuanti.
  • Consumare cibi liquidi durante le prime 24 ore. È fondamentale anche bere molta acqua ed evitare bevande calde, alcol e caffè.
  • Non bisogna fumare né masticare tabacco, visto che potrebbe alterare il processo di cicatrizzazione.
Controllo dal dentista
È bene seguire alla lettera le raccomandazioni dei dentisti a seguito di un intervento di estrazione dei denti del giudizio.

La maggior parte delle volte i dentisti procedono con uno o due punti di sutura per chiudere la ferita. Sebbene possa risultare sgradevole, bisogna pulire adeguatamente la zona. Durante le prime ore, è meglio non spazzolare i denti né fare degli sciacqui.

Tuttavia, poco dopo bisogna igienizzare a fondo la bocca, facendo attenzione a non colpire la ferita. Nell’area in questione cercate di passare delicatamente lo spazzolino tra i denti. Alcuni dentisti raccomandano di fare sciacqui con acqua e sale per favorire la cicatrizzazione.

Potrebbe interessarvi: 9 consigli per prendersi cura dei denti

Estrazione dei denti del giudizio: per concludere

L’estrazione dei denti del giudizio è una procedura che genera preoccupazione e ciò a causa del dolore e dei fastidi che potrebbe scaturirne. Nonostante ciò, se si eseguono alla lettera i consigli del dentista e ci si sottopone a controlli regolari, non dovrebbe manifestarsi alcuna complicazione.

Non a tutte le persone spuntano i denti del giudizio, né tutti coloro che li hanno presenteranno sintomi dolorosi. L’ideale è sottoporsi ai controlli periodici con il dentista in modo da verificare le condizioni di salute della propria dentatura. 

  • Extracción de las muelas del juicio y cuidados posteriores – Bupa. (n.d.). Retrieved January 26, 2020, from https://www.bupasalud.com/salud/extraccion-muelas-jucio
  • Recuperación tras la extracción de las muelas del juicio. (n.d.). Retrieved January 26, 2020, from https://www.sanitas.es/sanitas/seguros/es/particulares/biblioteca-de-salud/salud-dental/muelas-juicio-recuperacion.html
  •  Extracción de cordales | Extracción cordal | MaxiloDexeus. (n.d.). Retrieved January 26, 2020, from https://maxilodexeus.com/cirugia-maxilofacial/extraccion-cordales/?gclid=CjwKCAiA66_xBRBhEiwAhrMuLfiODP5mE06_r5QY02_x3VioNOvS7klC_qzuDns0KiyPwcNzFOtkIhoC20IQAvD_BwE