Fa male dormire con il reggiseno?

· 30 gennaio 2015
I difensori del reggiseno ammettono che non è consigliato indossarlo per più di 7 ore e, soprattutto, meglio non dormirci. Dobbiamo permettere una corretta circolazione linfatica per evitare problemi.

Il dibattito sull’uso del reggiseno suscita da sempre molte polemiche. Fa bene o è pericoloso? Che lo sia o meno, è utilizzato dall’80% delle donne. E alcune hanno addirittura l’abitudine di dormire con il reggiseno.

Ma il vero dubbio riguarda la notte: fa male dormire con il reggiseno? Ve lo spieghiamo a seguire.

Usare il reggiseno fa bene?

Nel nostro sito vi abbiamo parlato più volte dell’uso del reggiseno. Fa bene o può essere un indumento rischioso per il nostro seno? Uno studio condotto in Francia dal professor Jean-Denis Rouillon, per esempio, ha determinato che questo indumento non è, in realtà, particolarmente utile.

Utilizzarlo non eviterà, ad esempio, che con gli anni il seno perda tonicità e inizi a cadere. Anzi, secondo questo studio scientifico, l’uso del reggiseno porta a perdere tonicità e causa la comparsa delle smagliature.

Bisogna però sottolineare che all’interno della comunità scientifica esistono anche altre opinioni, che ci indicano che il reggiseno può essere molto utile se, per esempio, abbiamo un seno molto grande, perché ci permette di proteggerlo e farci sentire più comode.

Il segreto per far sì che il reggiseno non abbia delle ripercussioni negative è scegliere sempre la misura più adeguata a noi, un particolare a cui, secondo le statistiche, poche donne prestano attenzione.

A volte, infatti, scegliamo reggiseni i cui ferretti o le cui coppe sono troppo piccole: bisogna fare attenzione perché, se comprimiamo troppo il seno, impediremo la circolazione del sangue.

Se siete tra le donne che non possono farne a meno, fate attenzione a scegliere sempre un reggiseno che vi stia comodo e che sia adatto per il vostro corpo. È fondamentale.

Dormire con il reggiseno o senza? Questo è il problema!

Dormire con il reggiseno

Il reggiseno comprime le ghiandole e i canali linfatici

In generale, gli esperti raccomandano di fare a meno di questo indumento quando andiamo a dormire.

Esiste, per esempio, uno studio medico che ci avverte di un fattore che dobbiamo tenere in considerazione: il reggiseno comprime diverse ghiandole e canali linfatici, impedendoci di filtrare ed eliminare le tossine in modo naturale attraverso il drenaggio linfatico.

Dobbiamo ricordare anche che molte di queste funzioni vengono portate a termine durante la notte, per questo se indossiamo il reggiseno potremmo causare ritenzione idrica. E questo, a lungo termine, potrebbe causare la comparsa di cisti, noduli fibrosi o tumori al seno. È un rischio.

Leggete anche: Stimolare il sistema linfatico: rimedi naturali

I reggiseni possono comprimere il nostro seno o parte delle ascelle, impedendo che la linfa liberi le tossine, un problema circolatorio che può diventare più grave e causare problemi.

noltre, il tessuto del reggiseno alza la temperatura del nostro petto, e anche questo a lungo termine non è positivo. Ricordate che un seno precanceroso ha una temperatura maggiore di un seno sano. Non vale la pena di indurre questo innalzamento termico durante la notte nei nostri seni.

Può interessarvi anche: Prevenire il tumore al seno è possibile?

Dormire con il reggiseno impedisce il movimento

Un altro aspetto da tenere in considerazione è che il seno ha bisogno di un po’ di movimento per permettere la circolazione della linfa. Chi difende l’uso del reggiseno, infatti, spesso lo fa ad una condizione: non bisogna utilizzarlo più di 7 ore al giorno. Non fa bene nemmeno portarlo durante la notte.

I seni hanno bisogno di sentirsi liberi e di muoversi, per far sì che la linfa circoli e che avvenga il massaggio. Ricordate, di nuovo, che abbiamo bisogno di questa circolazione della linfa e del sangue per far sì che le tossine non si accumulino, per poterle liberare e non immagazzinarle nel petto. Quindi, se siete abituate a indossare il reggiseno perché vi sentite più comode, perché credete che sia più estetico o perché siete abituate, vi raccomandiamo di non utilizzarlo per più di 7 ore di fila.

Optate per i reggiseni notturni e della giusta taglia

Infine, se siete tra quelle donne che non possono fare a meno del reggiseno nemmeno quando dormono, è bene che sappiate che esistono anche dei reggiseni notturni. Si tratta di indumenti intimi specifici per dormire.

E qual è il loro segreto?”, vi chiederete. Si tratta di reggiseni che hanno una forma adeguata per mantenere i seni separati ed evitare così le rughe antiestetiche che si formano quando comprimiamo un seno sopra l’altro. Sono di cotone, senza ferretti, permettono la traspirazione e lasciano che il seno si muova senza che lo notiamo, facendoci sentire protette se è questo ciò di cui abbiamo bisogno e se siamo troppo abituate a questa sensazione.

Ma ricordate prima di tutto che è fondamentale utilizzare sempre reggiseni della vostra misura esatta, evitare quelli che hanno troppe cuciture o che comprimono i seno, quelli imbottiti o con ferretti di metallo. È davvero importante. Anche se, senz’altro, la scelta migliore è evitare il più possibile di dormire con il reggiseno.

Guarda anche