Faccette dentali: cosa sono e quanto durano?

9 Marzo 2021
Le faccette dentali, trattamento estetico che permette di migliorare il sorriso, sono sempre più richieste. Quando sono indicate e quanto durano?

Negli ultimi anni, è aumentata la diffusione delle faccette dentali, un trattamento estetico che consente di migliorare il sorriso. Si tratta, in generale, di una procedura che permette di ridisegnare la dentatura, dandole un aspetto quasi naturale. In più, protegge i denti dalle aggressioni. Cosa c’è da sapere?

Che cos’è l’estetica dentale?

Innanzitutto, per comprendere meglio lo scopo delle faccette dentali, occorre chiarire che cos’è l’estetica dentale e a cosa serve. È un ramo dell’odontoiatria che si occupa di migliorare l’aspetto dei denti e ci aiuta a recuperare un sorriso più estetico. Permette di risolvere problemi come:

  • Asimmetria dei denti.
  • Colore scuro dei denti.
  • Separazione tra i denti anteriori (diastemi).
  • Fratture dentali.
Ragazza con bella dentatura e faccette dentali.

Le tecniche a disposizione sono diverse; a seconda del caso si potrà scegliere tra:

  • Sbiancamento dei denti.
  • Faccette estetiche.
  • Altri trattamenti conservativi.

Attualmente, quindi, è più facile ottenere un’estetica dentale soddisfacente. Alcune tecniche possono essere eseguite in un’unica seduta e con ottimi risultati.

Resta importante seguire una corretta igiene orale. Le buone abitudini, insieme ai controlli periodici dal dentista, ci consentono di mantenere una salute della bocca ottimale.

Leggete anche: Eliminare il tartaro dai denti: utili consigli

Che cosa sono le faccette dentali?

Le faccette dentali sono lamine sottili composte da materiali diversi, come la porcellana. Lo spessore varia da 0,8 a 1,5 millimetri. Vengono applicate sulla superficie esterna del dente, in modo da nascondere il difetto.

È una delle prestazioni più richieste negli ultimi anni perché in grado di risolvere gran parte dei problemi estetici come un aspetto non gradevole del dente, variazioni cromatiche, diastemi, alterazioni nella posizione o nella forma dei denti.

L’effetto risultante è naturale perché il rivestimento ricopre solo la parte frontale del dente. Spesso, tuttavia, sarà necessario eseguire una leggera limatura del dente per ottenere uno spessore idoneo ad accogliere la faccetta. Questa viene fatta aderire alla superficie mediante uno speciale cemento adesivo che consente un fissaggio duraturo.

Quante sedute sono necessarie per applicare una faccetta dentale?

Il trattamento (che purtroppo non è definitivo) richiede alcune sedute. Durante la prima visita, il dentista valuta la situazione del paziente e fa una diagnosi. In base a questa si deciderà il trattamento più adeguato.

Donna sorridente dal dentista.
L’intervento estetico con le faccette dentali richiede diverse sedute dal dentista. Approfittate della prima visita per risolvere qualunque dubbio.

Durante la prima seduta, si valutano varie sfumature di colore e viene simulato il risultato per vedere l’effetto finale.

Nella seconda visita, si procede alla preparazione dei denti. Verranno prese le misure, delle fotografie, si realizza un calco, in modo da ottenere il miglior risultato possibile.

Infine, si procede all’applicazione mediante una resina, in modo che il paziente non perda la funzionalità del dente. Che siano di composito o di porcellana, le faccette dentali possono correggere qualunque tipo di difetto nel colore, nelle dimensioni o nella forma del dente.

Alcune cliniche odontoiatriche dotate di attrezzature più sofisticate come gli scanner intraorali e le frese dentali, possono eseguire l’adattamento dei denti e l’applicazione in giornata.

Quanto durano le faccette dentali?

La durata del trattamento dipende dal materiale scelto.

1. Faccette dentali di porcellana

Sono in materiale ceramico, più forte e resistente. Questo tipo di intervento è indicato per i casi più gravi come denti spezzati, vaste aree da restaurare o denti molto separati. È un’opzione costosa ma il colore è più naturale. Sono anche più resistenti: hanno una durata media di 10-15 anni.

Potrebbe interessarvi anche: Reimpianto dei denti da latte: come funziona?

2. Faccette in composito

In questo caso sul dente viene applicata una resina sintetica che viene successivamente modellata e rifinita. Si tratta di una soluzione più economica, consigliata quando si deve intervenire su un’area non molto ampia o su un piccolo difetto. L’applicazione è rapida, in genere si conclude in una sola seduta.

Ogni dente viene trattato separatamente e in alcuni casi occorre ritoccare il dente naturale. La durata, di 5-10 anni, dipende dalla qualità del trattamento e dalle successive attenzioni del paziente all’igiene orale.

Uomo dal dentista.
La durata delle faccette dentali dipende dal procedimento, soprattutto dalla scelta del materiale.

Le faccette di composito hanno una minore durata e tendono a perdere brillantezza, per cui richiedono ritocchi successivi. Quelle di porcellana sono più durevoli, richiedono meno manutenzione e si possono rimuovere senza rischi.

Nel caso in cui il rivestimento si stacchi, si può ripulire e incollarlo nuovamente, se non si è danneggiato.

Quando sono controindicate?

  • Se il difetto da correggere è importante o il dente è molto danneggiato sarà meglio optare per un’altra soluzione, come la corona.
  • Quando lo smalto dei denti è molto consumato, ad esempio a causa del bruxismo, modellare il dente potrebbe distruggerne la struttura.
  • Se il difetto da correggere è causato da una carie, la faccetta potrebbe nascondere il processo e aggravare la soluzione.
  • Pini NP, Aguiar FH, Lima DA, Lovadino JR, Terada RS, Pascotto RC. Advances in dental veneers: materials, applications, and techniques. Clin Cosmet Investig Dent. 2012;4:9–16. Published 2012 Feb 10. doi:10.2147/CCIDEN.S7837
  • Alothman Y, Bamasoud MS. The Success of Dental Veneers According To Preparation Design and Material Type. Open Access Maced J Med Sci. 2018;6(12):2402–2408. Published 2018 Dec 14. doi:10.3889/oamjms.2018.353
  • Vanlıoğlu BA, Kulak-Özkan Y. Minimally invasive veneers: current state of the art. Clin Cosmet Investig Dent. 2014;6:101–107. Published 2014 Nov 28. doi:10.2147/CCIDE.S53209
  • Rotoli, B. T., Lima, D. A. N. L., Pini, N. P., Aguiar, F. H. B., Pereira, G. D. S., & Paulillo, L. A. M. S. (2013). Porcelain veneers as an alternative for esthetic treatment: Clinical report. Operative Dentistry38(5), 459–466. https://doi.org/10.2341/12-382-T