Feci bianche o pallide: cause e trattamento

· 31 gennaio 2018
Le feci bianche sono un segnale che deve allarmare. In questo articolo vi spieghiamo le cause di questa condizione che richiede attenzione immediata.

Le feci hanno un colore variabile, dal marrone al verdastro e persino nero. Feci bianche o pallide, invece, indicano una situazione anomala che deve essere approfondita.

Le feci contengono diverse informazioni sullo stato di salute dell’apparato digerente. Una variazione di colore potrebbe indicare la presenza di una malattia. Nell’articolo di oggi scopriremo le cause delle feci bianche o pallide.

Feci bianche o pallide

Un colore bianco o argilloso delle feci indica un problema a carico del sistema biliare (pancreas, fegato o cistifellea).

Il tipico colore marrone, infatti, deriva dalla presenza dei sali biliari sintetizzati dal fegato. Le feci bianche sono spesso indice di uno stato infiammatorio epatico, che causa una minore produzione di bile o un’ostruzione delle vie biliari. Il risultato è che l’apparato digerente non è in grado di assorbire i grassi in modo corretto.

Le feci possono anche assumere un aspetto chiaro (dal giallo al grigio) e untuoso, condizione che prende il nome di “acolia”.

Capita che, in alcuni momenti o fasi della vita, le feci subiscano variazioni di colore, consistenza e odore. Spesso sono condizioni temporanee, ma in alcuni casi sono un sintomo allarmante.

Leggete anche: Fegato intossicato: 11 sintomi

Cause delle feci bianche

Le possibili cause delle feci bianche sono:

1. Farmaci

Mano con farmaci

Il consumo di determinati farmaci è una delle possibili cause delle feci bianche, ad esempio gli antibiotici assunti per trattare alcune malattie infettive, como la tubercolosi o disturbi intestinali come la diarrea.

Possono dare lo stesso effetto anche gli antinfiammatori e le pillole contraccettive. Gli steroidi anabolizzanti possono causare, oltre alle feci bianche, un’epatite acuta da farmaci. In genere il fenomeno si attenua nel giro di una settimana dopo la sospensione del farmaco.

2. Epatite

L’epatite è un’infiammazione del fegato, generalmente di tipo virale; le forme più comuni sono il tipo A, B e C. Quest’ultima è la più pericolosa e se non curata può essere fatale.

Uno dei sintomi dell’epatite è appunto la produzione di feci pallide o argillose, legata, come abbiamo detto, a un malfunzionamento del fegato.

3. Epatite alcolica

Donna rifiuta una birra

L’origine di questa patologia è un abuso di bevande alcoliche. Il grado di infiammazione del fegato dipende dalla quantità di alcol ingerita solitamente e da quanto tempo perdura questa abitudine.

I sintomi sono ascite, affaticamento, edema, encefalopatia epatica e ittero. Anche questo tipo di epatite può essere una delle cause delle feci bianche. L’epatite (alcolica o virale) può degenerare in cirrosi.

4. Cirrosi biliare

La cirrosi biliare è una malattia cronica e irreversibile del fegato, caratterizzata dalla morte delle cellule epatiche.

Provoca irritazione e infiammazione dei dotti biliari. Il flusso della bile risulta bloccato, provocando danni alle cellule epatiche. La conseguenza è un processo di cicatrizzazione dei tessuti tipico della cirrosi.

5. Cancro

Cellule cancerogene

Alcuni tipi di cancro possono causare deiezioni di colore pallido, oltre a uno stato di affaticamento.

Il tumore al pancreas, alle vie biliari e altre forme tumorali che bloccano il dotto biliare, fanno sì che le feci assumano un colore giallo pallido o argilloso a causa della mancanza di enzimi digestivi provenienti dal pancreas.

L’affaticamento è il risultato di un processo digestivo incompleto e scarso assorbimento delle sostanze nutritive che nel tempo determina uno stato di malnutrizione.

6. Calcoli biliari

I calcoli biliari sono residui solidificati all’interno della cistifellea che ostacolano il passaggio della bile.

Composti da colesterolo o bilirubina indurita, quando sono di grosse dimensioni, possono arrivare a ostruire i dotti biliari che portano la bile dal fegato all’intestino. Questo causa il colore biancastro delle feci.

Quando sono grandi e non è più possibile intervenire con i farmaci, occorre eliminarli chirurgicamente.

7. Colangite sclerosante primitiva

Donna seduta sul wc

La colangite sclerosante primitiva è una malattia dei dotti biliari, caratterizzata da infiammazione e formazione di tessuto cicatriziale.

Questa condizione causa un’irregolarità del flusso biliare che non giunge correttamente alle feci e determina, quindi, un’assenza di colorazione.

Diagnosi e trattamento delle feci bianche

Le feci di colore pallido sono un sintomo allarmante che richiede un consulto medico immediato e un trattamento corretto una volta individuata la causa.

Gli esami necessari per una diagnosi accurata sono:

  • Analisi del sangue, che permette di rilevare eventuali anomalie nei valori.
  • Tomografia computerizzata (TAC), un esame diagnostico che permette di ottenere immagini tridimensionali molto dettagliate.
  • Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP): una speciale risonanza magnetica che cattura immagini dettagliate del sistema biliare.
  • Ecografia dell’addome.
  • Test di funzionalità epatica.

Una volta eliminata la causa, le feci dovrebbero tornare al loro colore normale.

Feci chiare nei bambini – Cause e trattamento

Bambino seduto sul wc

È sempre buona norma controllare l’aspetto delle feci del bambino, dal momento che può fornire molte indicazioni sul suo stato di salute.

Le feci o diarrea chiara sono piuttosto comuni nei primi anni di vita e in genere è segno che il latte o i latticini non vengono ben tollerati o digeriti. Anche in questo caso è importante consultare il pediatra per stabilire la causa precisa e un’eventuale terapia.

Leggete anche: Come combattere la stitichezza infantile

Cause delle feci chiare nei bambini

  • Quantità o qualità non adeguata di alimenti.
  • Consumo di cibi fritti.
  • Mal assorbimento degli alimenti a causa della presenza di parassiti intestinali.
  • Infiammazione del fegato che impedisce una produzione adeguata di bile e, quindi, una digestione incompleta.

Trattamento delle feci bianche o pallide dei bambini

Certamente la prima cosa da fare è consultare subito il pediatra che prescriverà un’analisi delle feci.

Nel frattempo è bene controllare che il bambino assuma molti liquidi per prevenire la disidratazione. Ricordate che il bambino ha bisogno di molta acqua e di sali minerali.

In alcuni casi le feci bianche sono legate a un’infezione batterica che richiederà una cura antibiotica.

In età pediatrica, infine, non vanno mai assunti i farmaci antidiarroici contenenti loperamide senza prescrizione medica.

Guarda anche