Fischio nell'orecchio: scoprite le cause e le soluzioni

Conosciuto in medicina come acufene, il fischio nell'orecchio non è un sintomo da trascurare. Se si ripete nel tempo, sarà necessario farsi visitare dall'otorinolaringoiatra.
Fischio nell'orecchio: scoprite le cause e le soluzioni

Ultimo aggiornamento: 30 marzo, 2022

Avvertire un ronzio o un fischio nell’orecchio è una situazione fastidiosa. Sebbene di solito non rappresenti un problema serio, causa qualche preoccupazione quando si verifica in modo ricorrente. Cosa fare in questi casi?

Questa condizione è nota come acufene e si presenta come un suono acuto o un ronzio, che può essere accompagnato da mal di testa e difficoltà di concentrazione.

Di solito si avverte in un orecchio, anche se a volte è bilaterale. La causa è spesso un’infezione del condotto uditivo o qualche tipo di lesione.

Sebbene quasi sempre si risolva da sé in breve tempo, è un sintomo da non trascurare già dal suo esordio, dal momento che potrebbe causare complicazioni.

Nel seguente articolo esamineremo alcune delle cause e delle soluzioni naturali che aiutano a controllarlo.

A cosa è dovuto quel fischio nell’orecchio?

fischio nell'orecchio

Il fischio nell’orecchio può essere costante o intermittente. A volte si sente lo stesso suono, in altri casi si sentono rumori ad altezze diverse.

È molto probabile che il disagio scompaia in poche ore o giorni. Se dura per più di sei mesi, manifestandosi anche sporadicamente, è meglio rivolgersi all’otorinolaringoiatra per determinarne l’origine.

Sebbene l’acufene non sia considerato una malattia, può essere il sintomo di altri disturbi dell’udito che richiedono un trattamento. Tra le cause principali troviamo:

  • Infezioni alle orecchie.
  • Disturbi circolatori
  • Irritazione del timpano.
  • Malattia di Meniere.
  • Lesioni interne all’orecchio.
  • Carenze nutrizionali.
  • Consumo eccessivo di antibiotici.
  • Eccessivo accumulo di cerume.
  • Esposizione prolungata o diretta a rumori forti.
  • Presenza di particelle estranee all’interno del condotto uditivo.

Quando l’acufene è recidivo, il consumo di caffeina, alcol e tabacco può peggiorare i sintomi. Il ronzio può essere causato da una perdita parziale o totale dell’udito o da un aumento della pressione sanguigna. In casi molto rari, deriva da problemi gravi come un tumore.

Rimedi naturali per calmare l’acufene

Non esiste una cura specifica contro il “fischio nell’orecchio”. Tuttavia, secondo la saggezza popolare, alcuni rimedi naturali aiutano a ridurre il disagio.

In generale, questi trattamenti mirano a pulire il condotto uditivo, a ridurre l’infiammazione nell’area se sono presenti irritazione o lesioni lievi.

Olio di cocco

olio di cocco

Si ritiene che l’olio biologico di cocco contenga composti antimicrobici che aiutano a eliminare i batteri causa di infezioni all’interno dell’orecchio. Lubrifica il condotto uditivo e ammorbidisce il cerume che può produrre ostruzioni.

  • Riscaldate un po’ di olio di cocco, inclinate la testa e applicate 3 gocce nell’orecchio colpito.
  • Lasciate la testa in questa posizione per 3 minuti, infine piegatela dall’altra parte per drenare i residui.
  • Pulite l’orecchio esterno con un panno pulito.
  • Se necessario, ripetete il suo utilizzo.

Olio di ricino

L’olio di ricino è ricco di acidi grassi, vitamine e sali minerali benefici. In questo caso, pulisce il condotto uditivo e riduce il fastidioso ronzio. Usatelo come segue:

  • Applicate 3 gocce di olio di ricino nell’orecchio e coprite con un batuffolo di cotone.
  • Lasciate agire tutta la notte; ripetete l’applicazione per una settimana.

Piantaggine

piantaggine

Si ritiene che gli estratti rilasciati dalle foglie di piantaggine siano in grado di ridurre l’irritazione dell’orecchio e porre fine al disagio causato dall’acufene.

  • Tritate una foglia tenera di piantaggine e applicate 2 gocce del liquido nell’orecchio colpito.
  • Inclinate la testa per 3 minuti, quindi fate scivolare via l’eccesso.
  • Usatelo per 3 o 4 giorni di seguito.

Cipolla

Questo rimedio antibiotico e antinfiammatorio è indicato per controllare i sintomi causati dall’infezione, tra cui il fischio all’orecchio. Il suo utilizzo è molto semplice:

  • Estraete un po’ di succo di cipolla e mettetene 3 gocce nell’orecchio.
  • Inclinate la testa e lasciate agire per 2 minuti.
  • Rimuovete i residui con un panno umido.
  • Ripetete l’uso per 3 giorni.

Olio di senape

Olio di senape per trattare il fischio nell'orecchio.

Infine, i composti contenuti nell’olio di senape aiutano a combattere i batteri che causano infezioni all’interno dell’orecchio. La sua consistenza, tra l’altro, ammorbidisce il cerume e ne facilita la rimozione.

  • Scaldate un po’ di olio di senape e, verificando preventivamente che la temperatura sia idonea, applicate 3 gocce nell’orecchio.
  • Lasciate agire per 2 minuti, infine rimuovete il residuo.
  • Usatelo 3 volte a settimana.

Come potete vedere, le cause e i rimedi naturali per questo fastidioso sintomo sono diversi. Se soffrite di acufene, chiedete al medico cosa fare al riguardo e quale sia il rimedio più appropriato per il vostro caso.

Tenete presente che non è consigliabile combinare più rimedi contemporaneamente. Può essere controproducente, per questo è importante consultare il medico prima di provarli.

This might interest you...
Sindrome dell’orecchio musicale e come trattarla
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Sindrome dell’orecchio musicale e come trattarla

Quando invece si avverte un brano musicale che nessun altro sente, potremmo soffrire di sindrome dell'orecchio musicale. Scopritela.