Frullati proteici, perché fanno bene?

· 8 Gennaio 2019
I frullati proteici ci aiutano a nutrirci in modo sano, sebbene sia necessario affidarsi sempre alle indicazioni dello specialista al fine di evitare complicazioni e consumare le giuste dosi in base alle proprie condizioni fisiche.

Al giorno d’oggi viene data grande importanza alla salute e all’attività fisica nella vita di una persona. Per questo motivo, oggi parliamo dei frullati proteici e perché è bene assumerli.

Le informazioni che forniamo a seguire aiuteranno a capire come possono influire i frullati proteici sul proprio peso corporeo o su un maggiore rendimento sportivo.

Nella maggior parte dei casi i frullati proteici non godono di buona reputazione. Molte persone, infatti, credono che queste bevande siano pensate solo per persone estremamente muscolose.

L’utilità di questo prodotto, tuttavia, va ben oltre il raggiungimento dell’obiettivo che ci siamo prefissati con la dieta o l’ottenimento di migliori risultati quando ci alleniamo in palestra.

Parliamo di proteine

Frullato verde

Le proteine sono macronutrienti formati da amminoacidi essenziali per il nostro corpo. Sono costituite da catene conosciute come legami peptidici.

Otteniamo queste molecole soprattutto dagli alimenti: svolgono un ruolo di fondamentale importanza per quanto riguarda il corretto funzionamento dell’organismo.

Le proteine hanno il compito di formare e rigenerare i tessuti di ossa, muscoli, organi e pelle.

Sono composte da:

  • Idrogeno
  • Carbonio
  • Nitrogeno
  • Ossigeno
  • La maggior parte contiene anche zolfo.

Rappresentano la metà del peso dei tessuti del nostro corpo. Allo stesso modo, sono presenti in ogni cellula che forma l’organismo e partecipano praticamente a tutti i processi biologi che avvengono nello stesso.

I frullati proteici

Ragazza che prepara un frullato proteico

Questi frullati presentano un’alta concentrazione di proteine. La loro funzione principale è garantire al nostro organismo la quantità di molecole necessarie per semplificare la produzione di nuovi tessuti muscolari.

Al giorno d’oggi molte persone si allenano di continuo e per tutto l’anno; hanno ben presente che per stare e mantenersi in forma è necessario seguire un preciso allenamento fisico. Quest’ultimo, però, deve essere accompagnato sempre da una dieta ricca di carboidrati, minerali e proteine.

Tuttavia, questi requisiti non sempre sono sufficienti per raggiunge gli obiettivi prefissati. Anche se gli alimenti che consumiamo sono ricchi di nutrienti, a volte abbiamo bisogno di assumere degli integratori proteici.

È in questo caso che i frullati proteici risultano molto importanti, poiché ci aiutano a offrire un apporto extra delle suddette molecole al nostro organismo. Questi frullati possono variare molto in quanto a ingredienti e sapori.

Leggete anche: 6 errori della dieta che fanno ingrassare

Perché fanno bene?

Benefici dei frullati proteici

Gli atleti sono i principali consumatori di frullati proteici. Questo perché l’intenso allenamento e le condizioni fisiche che devono rispettare in modo continuato richiedono loro di ingerire proteine non appena terminano la loro attività. In questo modo, recuperano le energie perse.

I frullati proteici garantiscono il necessario consumo giornaliero di proteine, purché inclusi in una dieta equilibrata. Ci aiutano così a tenere sotto controllo e mantenere il peso che ci siamo prefissati come meta.

Tuttavia, dovremo annotare sempre la quantità esatta di proteine contenute in ogni frullato bevuto. Gli eccessi, infatti, sono sempre negativi.

Ricordate anche che queste bevande non sostituiscono gli alimenti. Si tratta di integratori che ci aiutano a ottenere i nutrienti extra necessari per il corretto funzionamento dell’organismo. Non dobbiamo superare le dosi raccomandate.

Ci mantengono in salute

Secondo le ricerche degli esperti, i frullati proteici, in particolar modo quelli a base di proteine di siero di latte, sono altamente indicati per le persone che soffrono di osteoporosi.

Ma se assunti in eccesso, potrebbero provocare l’effetto contrario, ovvero causare fragilità ossea. Per questo motivo è sempre importante assumere le giuste quantità.

Favoriscono anche la corretta cicatrizzazione di eventuali ferite, poiché le proteine, e dunque le bevande che contengono tali macromolecole, rafforzano il sistema immunitario.

In aggiunta a ciò, i frullati proteici migliorano il rendimento cardiovascolare e abbassano i livelli di colesterolo.

Con questo non vogliamo dire che basta bere questi frullati per risolvere tutti i problemi di salute; inoltre non devono mai sostituire i farmaci prescritti dallo specialista. Al contrario, una corretta combinazione di tali elementi è un vero toccasana per la salute.

Infine, sarà possibile ottenere questi benefici solo consumando le quantità corrette. In caso contrario, l’eccesso di proteine potrebbe persino causare problemi cardiovascolari o di colesterolo.

Leggete anche: I 6 sport migliori per prevenire un infarto

Presentano controindicazioni?

Siamo già a conoscenza di alcuni dei vantaggi offerti dai frullati proteici al nostro organismo. È altrettanto importante conoscere le controindicazioni.

Se non ci assicuriamo di adottare le misure necessarie per il nostro organismo o abusiamo dell’ingestione di questi integratori, a lungo andare i livelli di calcio nel corpo possono formare depositi di tale minerale.

Questa situazione ha come conseguenza la formazione di calcoli ai reni, organi che si vedranno sovraccaricati dai diversi elementi contenuti nei frullati proteici.

Tra questi risalta il nitrogeno, che richiederebbe ai reni un lavoro extra. Perché? Per disfarsi del tutto, attraverso l’urina, delle tossine ottenute dalle proteine.

Allo stesso modo, aumentando i livelli di nitrogeno nel sangue e si tende a ridurre il necessario consumo di acqua, abitudine che conduce alla disidratazione.

Per tutti questi motivi, è molto importante contare sulla supervisione di uno specialista che possa guidarci nel modo migliore. Ricordate che una corretta nutrizione è il frutto di un piano alimentare ben elaborato.

  • Morton, R. W., Murphy, K. T., McKellar, S. R., Schoenfeld, B. J., Henselmans, M., Helms, E., … Phillips, S. M. (2018). A systematic review, meta-analysis and meta-regression of the effect of protein supplementation on resistance training-induced gains in muscle mass and strength in healthy adults. British Journal of Sports Medicine. https://doi.org/10.1136/bjsports-2017-097608
  • Schoenfeld, B. J., Aragon, A., Wilborn, C., Urbina, S. L., Hayward, S. E., & Krieger, J. (2017). Pre- versus post-exercise protein intake has similar effects on muscular adaptations. PeerJ. https://doi.org/10.7717/peerj.2825