Gli zaini per la scuola e il mal di schiena

28 Febbraio 2020
È stato riscontrata una relazione tra gli zaini per la scuola e il mal di schiena; la soluzione, però, non consiste nell'evitarne l'uso, ma nel farlo in modo adeguato. È altrettanto importante che i bambini facciano uno sport che ne rafforzi la loro e le ossa.

È opinione diffusa che vi sia una stretta relazione tra gli zaini per la scuola e il mal di schiena. Si tratta di un’affermazione vera, ma che anche diverse sfumature. Innanzi tutto, il problema non è lo zaino in sé, ma l’uso che se ne fa.

Naturalmente, quando ci si carica di pesi esagerati, di qualunque tipo, e quando viene portato in modo scorretto, ecco che si verificano spiacevoli conseguenze a livello di muscoli e ossa. Anche se gli zaini per la scuola e il mal di schiena sembrano essere collegati tra loro, i fattori a cui prestare maggiore attenzione sono il peso dello zaino e la distribuzione del carico.

Oltre a ciò, bisogna tenere conto del fatto che gli zaini sono un articolo di uso quotidiano e, quindi, continuato. Questo uso ripetuto nel tempo impone l’assunzione di misure necessarie per proteggere il corpo. Vediamo ora più nel dettaglio il legame che unisce gli zaini per la scuola e il mal di schiena.

Gli zaini per la scuola e il mal di schiena

Gli zaini per la scuola e il mal di schiena nei bambini

Diversi studi sulla relazione tra zaini e mal di schiena indicano che circa la metà dei bambini al di sotto dei 15 anni ha accusato fastidi associati all’uso degli zaini.

Indicano anche che nessun bambino dovrebbe caricare su di sé un peso maggiore al 10 o il 15% del suo peso corporeo. Il Ministero dell’Educazione austriaco ha infatti vietato il trasporto da parte dei bambini di un peso superiore al 10% del loro peso corporeo. In Germania esiste una legge simile.

Negli ultimi anni sono state pubblicate numerose ricerche che hanno stabilito una relazione tra lo zaino per la scuola e diverse lesioni al collo e alla schiena, il mal di schiena, la curva della spina dorsale, la postura e la funzione polmonare. L’argomento ha acquistato importanza a causa dell’incidenza sempre maggiore di questi problemi nei bambini, un fenomeno che in passato era piuttosto raro.

Tuttavia, alcuni esperti ci informano che l’aumento di questi problemi nei bambini non è dovuto esclusivamente all’uso dello zaino. Contribuiscono anche altri fattori, il più importante dei quali è la sedentarietà dei bambini che indebolisce la loro struttura muscolo-scheletrica.

Vi consigliamo di leggere anche: Sindrome del Text Neck: dolore cervicale da smartphone

Elementi di rilievo

Bambina che apre lo zaino della scuola

Uno studio condotto in Olanda ha riscontrato un rapporto indirettamente proporzionale tra la pratica di un qualche sport e il mal di schiena nei bambini. In altre parole, maggiori sono le ore dedicate allo sport, minore è il dolore alla schiena che colpisce i piccoli.

Un altro studio, anche questo olandese e diretto dal dottor van Gent, segnala un elemento particolarmente interessante: in molti bambini che soffrono di mal di schiena è stata osservata anche la presenza di indizi di disturbi psicosomatici. Alcuni bambini irritati o infastiditi a causa di fattori familiari o individuali tendono a soffrire con maggiore frequenza di mal di schiena.

Indipendentemente da ciò, è un fatto che il sovrappeso degli zaini per la scuola e un loro uso inadeguato può causare diversi problemi. Tra questi sono da segnalare:

  • Tensione muscolare. Interessa la parte bassa della schiena. Si verifica perché il bambino inclina il corpo in avanti quando lo zaino presenta un peso eccessivo.
  • Incremento della curvatura lombare.
  • Asimmetria nelle spalle. Quando si porta lo zaino su una sola spalla, aumenta il rischio di sviluppare una deviazione della colonna oppure una scoliosi.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Prevenire la scoliosi: 4 esercizi fondamentali

Raccomandazioni

La prima raccomandazione di cui si dovrebbe tenere conto consiste nell’incoraggiare la pratica di uno sport da parte dei bambini. La sedentarietà non fa bene a nessuno; ancor meno se ci si trova in piena fase di sviluppo corporeo. Per quanto riguarda gli zaini, inoltre, bisogna adottare alcune misure preventive, come le seguenti:

  • Dimensioni adeguate. Lo zaino non deve superare la cintura e non deve avere una larghezza superiore a quella delle spalle.
  • Cinghie adeguate. Devono essere imbottite e regolabili, in modo che lo zaino sia ben aderente alla schiena. Si consiglia la presenza di un manico che permetta di sollevare lo zaino da terra.
  • Interno con scompartimento. Quando la parte interna dello zaino è suddivisa in scompartimenti, gli oggetti hanno meno libertà di movimento, offrendo una maggiore stabilità.
  • Sovraccarico. Il sovraccarico deve essere del tutto evitato. Si tratta, infatti, del fattore più dannoso.
  • Distribuzione e trasporto. Gli oggetti più pesanti devono essere collocati più vicino al corpo. Lo zaino deve essere caricato su entrambe le spalle.

Calvo-Muñoz, I., & Gómez-Conesa, A. (2012). Asociación entre las mochilas escolares y el dolor de espalda. Revisión sistemática. Fisioterapia, 34(1), 31-38.