HPV: sintomi, rischi e rapporti sessuali

7 Giugno 2019
Nonostante sia molto comune, l'HPV può causare stress e sfiducia all'interno della coppia, senza alcuna ragione. Imparare a conoscere le caratteristiche di questo virus ci permetterà di parlarne apertamente e serenamente con il partner.

Il papilloma virus umano (HPV) è un’infezione sessualmente trasmissibile che, sebbene il più delle volte sia innocua, talvolta può causare seri problemi. Per questo motivo, l’impatto emotivo dell’HPV sulle relazioni è un fattore da non sottovalutare.

Si tratta della malattia a trasmissione sessuale più diffusa. Il virus si contrae tramite rapporti sessuali, incluso il sesso orale e anale.

Il papilloma virus umano colpisce soprattutto le donne, sebbene anche gli uomini possano esserne portatori. Secondo i dati del CDC (Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie degli Stati Uniti), il 50% degli uomini è portatore asintomatico del virus.

Rischi legati all’infezione da HPV

La maggior parte dei ceppi di HPV non producono sintomi e scompaiono spontaneamente senza causare seri problemi di salute. Tuttavia, 14 degli oltre 100 tipi di HPV possono causare il cancro.

Diagnosi HPV
L’HPV è un virus molto frequente nella popolazione e nella maggior parte dei casi non produce sintomi avversi.

Due tipi di HPV sono responsabili del 70% dei casi di tumore della cervice uterina e di lesioni precancerose cervicali secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le stesse statistiche indicano che il cancro della cervice uterina è il secondo tumore più comune di nelle donne, dopo quello al seno.

Sebbene il cancro della cervice uterina sia la forma tumore più associata all’HPV, questo virus può causarne anche altre, soprattutto nell’area genitale, nell’ano, nella bocca o nella gola, ovvero le aree in cui avviene il contatto sessuale. L’aumento dei casi di tumore alla bocca e alla gola nella popolazione maschile è legato proprio all’HPV.

Negli uomini è presente anche il rischio di sviluppare tumori al pene o all’ano, ma è comunque meno frequente ed è spesso correlato a deficienze del sistema immunitario.

Le infezioni da HPV a basso rischio possono causare verruche genitali sia nelle donne che negli uomini. In genere, le verruche non causano dolore e non costituiscono un grave problema.

Leggete anche: Malattie comuni nelle donne

Come gestire l’HPV nella relazione di coppia

Considerato che l’HPV può comparire in maniera asintomatica in qualunque persona sessualmente attiva, è consigliabile sottoporsi a dei controlli periodici che includano un esame citologico.

Se il soggetto risulta portatore del virus, è probabile che lo abbia contratto anche il partner. La cosa migliore da fare, in questi casi, è parlarne apertamente e in tutta sincerità.

Coppia che conversa
Parlate apertamente con il partner, informandolo sulle caratteristiche e rischi dell’infezione.

È indispensabile informarsi bene, comunicare al partner di aver contratto una malattia sessualmente trasmissibile e che probabilmente lo avete infettato. Dovete tenere conto anche di una possibile reazione di sfiducia, sospetto e risentimento.

Ricordate che la conoscenza è potere e uno dei modi migliori per affrontare la situazione è gestire le informazioni che possono aiutare la coppia a capire le cause e le conseguenze del problema.

È anche probabile che la persona affetta da HPV si senta in colpa, provi ansia o stress. Tuttavia, sapere che si tratta di un virus frequente e altamente contagioso, oltre al fatto che nella maggior parte dei casi non genera grossi problemi, può essere di conforto.

L’Associazione per la Salute Sessuale degli Stati Uniti ribadisce che nella comunicazione con il partner non dovrebbe mai esserci alcun senso di colpa né la sensazione di confessare un errore.

Cosa dire al partner?

Il progetto HPV del Dipartimento della Salute degli Stati Uniti consiglia di condividere con il partner le seguenti informazioni specifiche, una vota scoperto di aver contratto l’infezione:

  • L’80% degli adulti non vaccinati  prima o poi contrae l’HPV.
  • Nella maggior parte dei casi, non si manifesta alcun sintomo.
  • La maggior parte dei ceppi non rappresenta alcun rischio.
  • Non c’è modo di sapere se il virus è stato contratto recentemente o tempo addietro.
  • Se si hanno rapporti sessuali frequenti con il partner, è probabile che entrambi abbiano il virus.
  • Non esiste alcun trattamento per combattere il virus e sarà il sistema immunitario a eliminarlo nel tempo.
  • Possono volerci mesi o anni prima di debellarlo.

Può interessarvi anche: Papilloma virus umano: tutto quello che c’è da sapere

Si possono avere rapporti sessuali quando si è infetti dall’HPV?

Coppia con preservativo
Avere rapporti sessuali protetti è la misura di prevenzione migliore in assoluto.

Come nella maggior parte dei casi di malattie sessualmente trasmissibili, è sempre meglio non avere rapporti sessuali fino a quando non si riceve una diagnosi medica precisa.

Se il medico conferma che il ceppo del virus non è aggressivo, potrete avere rapporti sessuali protetti per evitare di infettare il partner. In ogni caso, è sempre consigliabile consultare lo specialista e seguire i suoi consigli, dato che ogni caso è diverso in funzione del tipo di ceppo e dell’area del corpo infetta.

Se avete rapporti con un nuovo partner, la cosa migliore è informarlo, usare il preservativo per proteggersi ed evitare il sesso orale.

Prevenzione

Sebbene la diffusione dell’HPV sia molto frequente, conoscerne i rischi e adottare le giuste misure può aiutare a ridurre le probabilità di infezione. Tra le misure che possono essere adottate, ricordiamo:

  • Vaccinazione. I vaccini sono una valida protezione per uomini e donne. Vengono somministrati in 3 dosi lungo un periodo di 6 mesi. Il Centro per il controllo delle malattie degli Stati Uniti raccomanda la vaccinazione a partire dagli 11 anni.
  • Uso di preservativi e protezioni in lattice per il sesso orale.
  • Evitare il sesso non protetto.
  • Curare l’igiene genitale.
  • Social and psychological impact of HPV testing in cervical screening: a qualitative study
    K McCaffery, J Waller, J Nazroo, and J Wardle. School of Public Health, Edward Ford Building (A27), University of Sydney, Australia. Department of Epidemiology and Public Health, London, England.
  • Human papillomavirus (HPV). World Health Organization. https://www.who.int/immunization/diseases/hpv/en/
  • Sixteen, Going on HPV 16
  • HPV, oral sex, oral cancer, anal cancer, other cancer, fingers, sex toys. Mark Borigini M.D.Pscology Today. https://www.psychologytoday.com/us/blog/overcoming-pain/201711/sixteen-going-hpv-16
  • Psychological Impact of Primary Screening (PIPS) for HPV: a protocol for a cross-sectional evaluation within the NHS cervical screening programme. Emily McBride, Laura Marlow, Alice S Forster, Sue Moss, Jonathan Myles, Henry Kitchener, Julietta Patnick, Jo Waller. Epidemiology and Public Health, Health Behaviour Research Centre, University College London, London, UK, Wolfson Institute of Preventive Medicine, Queen Mary University of London, London, UK. https://bmjopen.bmj.com/content/6/12/e014356
  • Virus del papiloma humano genital. La realidad. Centro de Control y Prevención de Enfermedades. https://npin.cdc.gov/stdawareness/the-facts/spanish/04_genital_hpv_sp.pdf