I benefici dell’acqua di avena

· 30 aprile 2015

Di sicuro se pensate all’avena, vi vengono in mente i cereali da mettere nel latte o nello yogurt la mattina a colazione. Tuttavia, questo cereale ha molti altri impieghi. In questo articolo, vi sveleremo i benefici dell’acqua di avena e le migliori ricette per prepararla. Continuate a leggere per saperne di più!

Perché fa bene consumare acqua di avena?

Sostanzialmente le proprietà dell’acqua di avena sono dovute alla gran quantità di fibra di questo alimento, che ne contiene più di qualsiasi altro cereale. Questo comporta molteplici benefici per la salute come, ad esempio, ridurre la pressione arteriosa elevata, migliorare i problemi intestinali e gastrite, perdere peso e trattare patologie cancerogene.

L’acqua di avena è l’ideale per pulire il tratto intestinale e purificare il flusso sanguigno. È utile per prevenire, ma anche per trattare, diversi disturbi, poiché favorisce il benessere generale del corpo, soprattutto per quanto riguarda l’apparato digerente ed escretore. Nel caso dell’intestino, l’acqua di avena lo lubrificarlo, aiuta ad eliminare le tossine e favorirne il corretto funzionamento.

Avena2

Si consiglia di bere l’acqua di avena la mattina, preferibilmente a digiuno. In seguito, potete berne un’altra porzione a mezzogiorno, prima di pranzo, e un’altra la sera prima di cena. Questo aumenterà la sensazione di sazietà ed eviterete di mangiare cibo in eccesso.

Alcuni esperti ritengono che, prima di procedere con il trattamento a base di acqua di avena per disintossicare l’organismo, è importante sottoporsi ad una routine di depurazione generale del corpo della durata di circa una settimana. Poi, potete procedere come vi abbiamo precedentemente indicato.

Usi e benefici dell’acqua di avena

Tra gli impieghi e i meravigliosi benefici dell’acqua di avena ricordiamo che permette di:

  • Ridurre i livelli di colesterolo nel sangue pulendo allo stesso tempo le arterie.
  • Stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue perché apporta una sensazione di sazietà senza aumentare la produzione di glucosio.
  • Diminuire il rischio di cancro, soprattutto di cancro al colon, perché impedisce l’accumulo di tossine nell’intestino.
Avena3

  • Ridurre l’ipertensione arteriosa, come per il colesterolo, pulendo il sangue.
  • Aiutare l’evacuazione intestinale, in quanto migliora la flora batterica ed evita la stitichezza.
  • Perdere peso, in quanto aumenta la sensazione di sazietà e permette di andare al bagno con regolarità.
  • Migliorare il rendimento nello sport, in quanto è un integratore ideale per gli atleti o chi fa attività fisica (se si beve un bicchiere di acqua di avena un’ora prima di iniziare l’allenamento).
  • Migliorare la qualità del sonno, per questo l’acqua di avena è considerata un rimedio casalingo contro l’insonnia.

L’acqua di avena per dimagrire

La maggior parte delle persone che consumano acqua di avena lo fa per la sua proprietà di favorire la perdita di peso. Questo grazie alla quantità di fibra che viene assunta bevendo un semplice bicchiere di questa bevanda.

L’acqua di avena, inoltre, ha un basso contenuto di calorie, grassi e zuccheri, quindi riduce l’ingestione di cose dolci ed è perfetta in caso di fame ansiosa e voglia di dolci o caramelle.

Avena4

Di solito chi si sottopone ad una dieta, patisce la fame. Questo è un grave errore, ma viene commesso molto spesso. La buona notizia è che l’acqua di avena dà sazietà per diverse ore ed evita il brontolio tipico dello stomaco quando si ha fame. È possibile accompagnare l’acqua di avena con altri alimenti ricchi di fibra come il cocco grattugiato, la banana, le fragole, la cannella, i chiodi di garofano, la vaniglia e il cardamomo, che conferiranno un sapore delizioso alla preparazione.

Ricette per preparare l’acqua di avena

Se volete consumarla da sola, fatelo a colazione (prima di farla, cioè a digiuno). Potete utilizzarla per preparare frullati, biscotti, minestre e salse. Non ha un gusto molto forte, quindi può essere usata in preparazioni sia dolci sia salate.

Avena5

Ricetta n°1 per preparare l’acqua di avena:

Ingredienti

  • 3 tazze d’acqua
  • 1 tazza di fiocchi d’avena
  • 4 cucchiaini di miso d’orzo

Preparazione

Fate bollire l’acqua. Toglietela dal fuoco e aggiungete i fiocchi d’avena. Lasciateli in ammollo per 30 minuti. Aggiungete il miso d’orzo e mescolate per bene. È pronta per essere bevuta. Se volete, potete filtrare l’acqua e trasferirla in un recipiente di vetro.

Ricetta n°2 per preparare l’acqua di avena:

Ingredienti

  • 1 tazza di fiocchi d’avena
  • 5 tazze di acqua
  • due cucchiai di miso d’orzo

Preparazione

In questo caso, bisogna far bollire l’avena. Mettete a bollire l’acqua e, una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungete i fiocchi d’avena. Cuocete per dieci minuti. Ritirate la pentola dal fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Aggiungete il miso e mescolate per bene. Coprite il recipiente con un panno e lasciate riposare per tutta la notte. La mattina, trasferite il tutto nel frullatore e azionatelo per qualche minuto. Questa preparazione va consumata fredda e a digiuno.

Ricetta n°3 per preparare l’acqua di avena:

Ingredienti

  • 1 bicchiere di acqua (200 ml)
  • 1 cucchiaio di fiocchi di avena
  • miele, zucchero biologico, cannella o stevia (un dolcificante a piacere)

Preparazione

L’ultima ricetta prevede l’aggiunta di un dolcificante naturale. Preparate l’acqua di avena la sera e, se volete averne in abbondanza, basta moltiplicare le dosi degli ingredienti. Mettete l’avena nell’acqua e poi aggiungete il dolcificante che preferite. Lasciate riposare tutta la notte e bevetela la mattina a digiuno, fredda, tiepida o calda, come più vi piace.

Guarda anche