I cibi che non scadono mai: quali sono?

7 Marzo 2021
Esistono alimenti che non scadono né si rovinano con il passare del tempo, purché conservati in condizioni adeguate. Continuate a leggere per scoprire quali sono.

Siamo abituati a controllare la data di scadenza degli alimenti per acquistare quelli che durano di più e non rischiare di doverli buttare. Ma sapevate che esistono cibi che non scadono?

Consumare i prodotti oltre la data di scadenza può influire negativamente sulle loro proprietà organolettiche. Il rischio maggiore è che all’interno del cibo si sviluppino microorganismi che possono mettere in pericolo la salute del consumatore. Ma alcuni alimenti non presentano questi rischi. Continuate a leggere per sapere quali sono!

Quali sono i cibi che non scadono mai?

La data di scadenza è riportata su tutti i prodotti destinati a deperire. Esistono, però, cibi che possono essere mangiati anche da “scaduti”, poiché si mantengono in buono stato per diversi anni.

La data di scadenza è riportata sui prodotti altamente deperibili e con rischio microbiologico: carne e pesce crudi e freschi, verdura e frutta. Una volta passata la data di scadenza, il prodotto non deve essere consumato in quanto potrebbe trovarsi in cattivo stato.

Può essere addirittura pericoloso a causa della presenza di batteri patogeni, come afferma un articolo pubblicato sulla rivista Clinical Microbiology Reviewsche analizza i sintomi più frequenti da intossicazione da Salmonella (batterio presente nella carne cruda).

D’altra parte, la data di scadenza “preferibile” è quella indicata per prodotti molto più durevoli. Oltrepassata tale data, possono perdere le loro proprietà, acquisire acidità, perdere sapore o cambiare consistenza. Ciò nonostante, consumarli non comporta alcun rischio microbiologico.

Esistono poi alcuni cibi che possiamo conservare per lunghissimi periodi di tempo, purché in condizioni adeguate. Vediamo quali sono.

12 cibi che non scadono

1. Sale

Il sale è un conservante naturale usato per tecniche come la salatura o la salamoia. Visto che non scade, possiamo usarlo in casa per conservare alimenti come carne o pesce.

Assicuratevi, però, di non esagerare con il consumo di sale, ovvero non sforare la quantità giornaliera raccomandata di 2,5 grammi. Non dimentichiamo che molti alimenti contengono già sali aggiunti.

Dosare il sale.

2. Riso

Il riso bianco può conservare il suo contenuto di nutrienti e il suo sapore per ben 30 anni se conservato in recipienti senza ossigeno e a temperature al di sotto dei 5°c. Il riso integrale, al contrario, dura al massimo sei mesi a causa degli oli naturali presenti nella crusca.

Vi può interessare: 7 oggetti che hanno una data di scadenza

3. Altri cibi che non scadono: la salsa di soia

Affinché la salsa di soia duri a oltranza deve essere conservata intatta e senza togliere l’involucro di garanzia. Ma anche se apriamo la bottiglia la salsa può durare diversi anni in dispensa. Ciò è dovuto all’elevato contenuto di sale che, come abbiamo detto, è un conservante.

4. Cioccolato fondente

Il cioccolato fondente può durare a lungo se conservato in un luogo fresco e asciutto e al riparo da sbalzi di temperatura. È un alimento salutare che contiene composti biologicamente attivi, come i flavonoidi, sostanze cardioprotettive, come conferma una ricerca pubblicata sulla rivista Current Medicinal Chemistry.

È opportuno, in ogni caso, inserire questo alimento nel quadro di una dieta sana e varia. Potete consumare circa 28 grammi di cioccolato al giorno senza rischi, purché fondente all’80%.

5. Legumi secchi

I legumi secchi possono avere una vita utile infinita grazie al processo di essiccazione a cui sono sottoposti e grazie al quale perdono tutta l’acqua. Tuttavia, il rischio è che si induriscano con il passare del tempo, nel qual caso aumenteranno i tempi di cottura.

6. Altri cibi che non scadono mai: lo zucchero

Se conservato in un luogo asciutto e a temperature miti, lo zucchero dura diversi anni. Non contenendo umidità, i batteri faticano a colonizzarlo. Se con il tempo lo zucchero si solidifica in blocchi, basterà riscaldarlo al microonde a una temperatura molto bassa per uno o due minuti.

7. Bevande ad alta gradazione alcolica

Le bevande ad alta gradazione alcolica come vodka, rum, whisky, gin o tequila, possono essere conservate a lungo e in buone condizioni se le bottiglie non vengono aperte e rimangono lontane dalla luce. L’unico inconveniente è che possono perdere un po’ di sapore.

Bottiglie di alcolici.

8. Spezie

Per far durare più a lungo le spezie, bisogna conservarle all’interno di barattoli di vetro chiusi ermeticamente. Non si consiglia, tuttavia, di conservarle troppo a lungo, visto che potrebbero perdere aroma e sapore.

Leggete questo articolo: Conservare i trucchi nel giusto modo: 4 consigli

9. Caffè

Il caffè viene venduto di norma in confezioni opache che ne garantiscono la conservazione persino a distanza di mesi o anni dopo la data di scadenza. Bisogna conservarlo lontano dalla luce e dall’umidità e non lasciarlo in frigorifero per non fargli perdere l’aroma.

10. Miele

Il miele è l’unico alimento che dura effettivamente per sempre. Si tratta di un prodotto altamente acido creato naturalmente dalle api, contenente pochissima umidità. Dopo qualche tempo può cristallizzare, ma ciò non influisce né sulla qualità né sulla sicurezza del prodotto.

11. Aceto

Come per il sale, anche l’aceto è un conservante naturale che possiamo conservare per lunghi periodi di tempo grazie alla sua acidità. Può essere utilizzato anche per conservare altri alimenti.

12. Olio d’oliva

Ecco un altro dei cibi che non scadono e che può durare fino a 2-3 anni se conservato in un luogo secco. Attenzione però, a lungo andare può perdere le sue qualità organolettiche.

Esistono cibi che non scadono

Sebbene molti prodotti che troviamo all’interno dei negozi alimentari riportino una data di scadenza o la dicitura “da consumare preferibilmente entro”, ne esistono tanti altri che non vengono alterati dal passare del tempo. Assicuratevi di conservarli sempre a temperature e grado di umidità idonei.

  • Crump JA., Sjolund Karlsson M., Gordon MA., Parry CM., Epidemiology, clinical presentation, laboratory diagnosis, antimicrobial resistance and antimicrobial management of invasive salmonella infections. Clin Microbiol Rev, 2015. 28 (4): 901-37.
  • Sánchez M., Romero M., Gómez Guzmán M., Tamargo J., et al., Cardiovascular effects of flavonoids. Curr Med Chem, 2019. 26 (39): 6991-7034.