I confini emotivi e la loro importanza per il tuo adolescente

Affinché i tuoi figli possano godere di relazioni sane e mantenere la loro integrità psicologica al sicuro, devono stabilire dei limiti. Ti diciamo come puoi aiutarli a sviluppare questa abilità.
I confini emotivi e la loro importanza per il tuo adolescente
Elena Sanz

Scritto e verificato da la psicologa Elena Sanz.

Ultimo aggiornamento: 18 dicembre, 2022

I limiti emotivi non esistono solo per gli adulti. Durante l’adolescenza, i giovani ampliano la loro cerchia sociale e il gruppo dei pari diventa il centro del loro mondo. In questo momento, più che mai, hanno bisogno di conoscere ed esprimere chi sono, rispettarsi ed essere rispettati e dire “no” quando necessario. Ma per imparare a stabilire dei limiti, avranno bisogno della guida e del sostegno dei loro genitori.

Teniamo presente che questo non è un compito facile per nessuno. Segnare quelle stesse linee è imbarazzante e spaventoso, specialmente le prime volte.

Può innescare conversazioni difficili, offendere gli altri o portare a perdere amicizie. Tuttavia, i tuoi figli devono sapere quanto siano importanti questi limiti per mantenere al sicuro la loro integrità psicologica. Se vuoi aiutarli a metterli in pratica, ti offriamo alcuni suggerimenti di seguito.

L’importanza dei confini emotivi per un adolescente

Come abbiamo detto, l’adolescenza è un momento di espansione sociale e il fatto che l’assertività funzioni sarà essenziale per raccogliere relazioni sane e di successo. Ci sono diverse situazioni in cui tuo figlio dovrà stabilire dei limiti:

  • Quando inizia le sue prime relazioni sentimentali, ciò lo aiuterà a esprimere il bisogno di andare lentamente o al suo ritmo. Essere in grado di comunicare che non si sente a suo agio con i baci in pubblico, ad esempio, può essere difficile.
  • Se i suoi amici o partner assumono comportamenti di controllo o dannosi, come chiedere le password dei suoi social network o chiamare in qualsiasi momento e pretendere che risponda subito al telefono. Saper rifiutare ed esporre le sue ragioni senza paura è importante.
  • Per affrontare la pressione dei coetanei; se i suoi amici decidono di bere e tuo figlio non vuole, o se non è convinto di un programma o un’uscita che gli altri propongono.
  • In caso di conflitto o discrepanza con un insegnante, un allenatore, un familiare o qualsiasi altro adulto. È anche possibile e necessario porre loro dei limiti quando mancano di rispetto al giovane o lo attaccano in qualche modo.

In definitiva, quei limiti sorgono parlando onestamente e vivendo situazioni e scenari che fanno sentire a proprio agio e appropriati per ciascuno. Questo non significa essere eccessivamente rigidi, isolarsi o scavalcare gli altri, ma significa rendere chiari i propri sentimenti e le proprie preferenze.

Coppia di adolescenti.
Le prime relazioni di coppia mettono in gioco nuove sensazioni per gli adolescenti, che devono saper gestire i propri limiti.

Come aiutare tuo figlio a stabilire limiti emotivi?

Stabilire dei limiti non è facile ed è un compito che si impara in casa, un luogo in cui l’intelligenza emotiva va coltivata. Per aiutare tuo figlio a raggiungere questo obiettivo, ci sono alcune linee guida che puoi seguire.

Insegnagli a connettersi con le sue emozioni

A volte i giovani non riescono a dire “no” o “basta” perché non sono sicuri di cosa provano e di cosa hanno bisogno. Non sanno che questa specifica situazione richiede dei limiti e possono normalizzare o ignorare eventi indesiderati. Pertanto, è essenziale che sappiano connettersi con le proprie emozioni, ascoltare il proprio intuito e il proprio corpo.

Se qualcosa non fa sentire a proprio agio, probabilmente non va bene. Non dovrebbero sentirsi in colpa o esagerati per aver espresso il fatto che qualcosa crea dispiacere. E non devono mettere a tacere quei sentimenti negativi che fungono da guida naturale.

Quindi, insegna a tuo figlio a porsi in relazione con le sue emozioni, a riconoscerle quando si presentano e a nominarle. E, soprattutto, curarle ed esprimerle in modo appropriato.

Fornisci esempi concreti

In altre situazioni, ad un adolescente può essere chiaro che non vuole qualcosa, ma non sa come esprimerlo. Pertanto, può essere molto utile per te avere una serie di frasi adatte da usare in quei momenti.

“Lascia che ci pensi e te lo dico domani”, “Questa cosa non mi convince”, “no, grazie, non ho voglia”… Queste sono frasi molto semplici e dovrebbero far parte delle sue risorse di comunicazione di base.

Quando fissa dei limiti, deve farlo in modo fermo e sicuro. Non ha bisogno di impantanarsi in spiegazioni o giustificarsi. Pertanto, offrigli una serie di modi semplici con cui può rispondere alle diverse situazioni che si presentano.

Permettigli di esercitarsi in un ambiente sicuro

Come ogni abilità, l’arte di stabilire i confini deve essere praticata in modo che tuo figlio si senta a proprio agio e naturale. E niente di meglio che farlo in un ambiente sicuro come casa.

Non possiamo aspettarci che i giovani siano assertivi se non permettiamo loro di esprimersi o di prendere decisioni a casa. Quindi, chiedere di stare da solo nella sua stanza, decidere di non andare a trovare i parenti per studiare o poter esprimere disagio quando mamma e papà si rivolgono a lui con un tono che non gli piace, sono piccoli passi che rafforzeranno questa sua abilità. Permettigli di esprimerla e incoraggialo.

Rafforza la sua autostima

La paura di essere criticati, rifiutati o abbandonati è uno dei motivi principali per cui gli adolescenti si rifiutano di porre limiti emotivi. Nella fretta di mantenere i propri amici o partner, o di rimanere parte del gruppo, i giovani possono accettare la mancanza di rispetto, l’abuso o il maltrattamento.

Per questo è fondamentale che abbiano una forte e solida autostima, che permetta loro di proteggersi e difendersi. Anche a rischio di mettere in imbarazzo o dispiacere agli altri.

Se quando arriva l’adolescenza senti che tuo figlio ha delle carenze in questo aspetto, forse sarebbe positivo chiedere l’aiuto di un professionista che lo guidi nel rafforzare la sua autostima.

Un adolescente che non sa porre limiti emotivi può essere oggetto di abuso.
Nell’adolescenza, la pressione dei coetanei e il senso di appartenenza a un gruppo sono elementi che costruiscono o danneggiano l’autostima.

Sii un modello e mostra a tuo figlio come stabilire dei limiti emotivi

Ricorda che sei uno dei suoi principali riferimenti e da te imparerà a comunicare e “funzionare” nel mondo. Quindi, controlla come sono le tue relazioni, come ti comporti con i tuoi parenti e se tu stesso sai porre dei limiti quando necessario.

Comunichi con i tuoi figli o con il tuo partner in modo assertivo, rispettando i tuoi sentimenti e anche i loro? In caso contrario, inizia cambiando questo in te stesso, per essere un esempio migliore per tuo figlio.

In breve, tuo figlio potrebbe avere difficoltà ad abituarsi a dire “no”, ad esprimersi chiaramente quando qualcuno lo fa sentire male e a prendere decisioni che vanno controcorrente. Tuttavia, con il tuo supporto e la tua pratica, sarà in grado di stabilire quei limiti che lo manterranno fedele a se stesso e godrà di relazioni più sane.

Potrebbe interessarti ...
Stabilire dei limiti per vivere una relazione sana
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Stabilire dei limiti per vivere una relazione sana

Stabilire dei limiti in una relazione non è affatto facile. Spesso non si è nemmeno del tutto consapevoli di quali siano o in che modo stabilirli.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.