Ho imparato ad essere felice a modo mio

9 settembre 2016
Per quanto riguarda la felicità, non bisogna adattarsi alle esigenze della società né alle sue direttive. Ognuno può essere felice a modo suo.

Poche cose sono desiderate e complesse allo stesso tempo quanto il semplice fatto di essere felici. Per alcuni, lungi dal rappresentare una preoccupazione, la felicità e il benessere rappresentano una costante.

La maggior parte delle persone, invece, cerca risposte nei libri e prova a capire cosa non vada nell’ambiente che li circonda e nella propria mente, perché le loro giornate siano sempre così spente e prive di colore, per quale motivo lo stress e le preoccupazioni risultino spesso tanto insopportabili.

Non è facile. Che ci crediate o meno, è davvero complicato godere di quella tranquillità interiore in cui si può sussurrare tra sé “sto bene, non ho bisogno di altro”

Ebbene, è importante tenere in considerazione due aspetti essenziali:

  • Non esiste nessuna formula magica per essere felici.
  • Il secondo aspetto è ugualmente importante: dovete essere felici a modo vostro.

Non per tutti vanno bene le stesse cose e nessuno ha il diritto di dirvi come essere felici.

Il benessere personale è un cammino intimo e personale che noi stessi dobbiamo scoprire, scegliere e creare. Vi forniamo alcune soluzioni a tal proposito.

Soluzioni per essere felice oggi stesso

Donna con gatto nero felice

La psicologia positiva ci ricorda una cattiva abitudine che tutti abbiamo: quella di aspettare il venerdì per divertirci, le vacanze per riposarci, il partner perfetto per scoprire cos’è l’amore.

Se ci limitiamo ad aspettare, a rimandare e a programmare la nostra felicità, cosa faremo nel frattempo? Si tratta di uno dei problemi più comuni delle persone.

Vi consigliamo di leggere anche: 8 abitudini per migliorare l’autostima

Un altro errore molto comune è quello di concepire la felicità unicamente in base a costrutti esterni, ad idee che altri, se non la società stessa in cui viviamo, proiettano su di noi e ci inculcano.

  • L’obbligo di “possedere cose” per essere felici: un buon lavoro, una casa, un cellulare di ultima generazione, tante scarpe, mobili, computer, ecc.
  • L’idea che per essere felici bisogna avere un partner, dei figli e molti, moltissimi amici.

Poco a poco cadiamo in una specie di materialismo psicologico che ci trasforma non solo in ansiosi “consumatori”, ma anche in persone all’eterna ricerca della felicità che altri hanno costruito per noi.

Non è la cosa migliore. Riflettiamo su alcuni punti.

E voi? … Cosa fate per essere felici? Prendete decisioni!

Ecco uno dei segreti più efficaci per costruire giorno dopo giorno la nostra felicità.

Per essere felici, bisogna prendere decisioni, quelle che noi crediamo che siano convenienti e non quelle che gli altri prendono per noi pensando che siano le migliori.

  • Se per voi la felicità è rimanere a casa un fine settimana a leggere in totale relax, lasciate perdere tutti quelli che vi dicono che siete noiosi.
  • Se per voi la felicità è amare voi stessi, senza avere l’obbligo di cercare qualcuno che vi ami, smettete di ascoltare chi vi dice che è il momento di trovare il partner ideale.
  • Se per voi la felicità è avere un lavoro che vi appassiona, non ascoltate chi vi dice che dovete cercare un lavoro in cui vi paghino di più.
donna che medita felice

Sono andata in cerca della felicitàe, non so quando torno

“Andate in cerca della felicità”. Semplice e diretto. A volte ci afferriamo a certi posti, a certe abitudini, cose e persone che ci bloccano. Così smettiamo di vedere quali sono le nostre priorità.

Leggete anche: Il tempo non cancella le cose, le mette al loro posto

  • Cadiamo in piccoli circoli viziosi in cui diciamo a noi stessi che è meglio la routine dell’imprevisto, il male conosciuto piuttosto che il bene sconosciuto, che è meglio rispettare le aspettative che gli altri si sono fatti su di noi e non deluderle.
  • Tutto questo, anche se non ve ne rendete conto, crea meccanismi di difesa senza fine che ci trasformano in prigionieri. Smettiamo di provare ad essere felici perché pensiamo che sia meglio adeguarsi e seguire i percorsi che altri hanno tracciato per noi.
  • Come potremmo mai fare qualcosa che la nostra famiglia non si aspetta da noi? Come potremmo mai agire in un modo che i nostri amici non capirebbero? Come potremmo mai dire al nostro partner che non siamo più felici come prima?

Decidete di essere coerenti con voi stessi. Siate felici.

Illustrazione donna felice

Il mio piano per oggi: essere felice

Come dicevamo all’inizio, la felicità non arriva il venerdì né quando andiamo in vacanza. Non arriva neppure quando abbiamo una casa grande o un partner ideale.

La vita è adesso, in questo stesso momento. È chiaro che tutti abbiamo degli obblighi e che ci sarà sempre quella persona che vi dirà “non si può essere felici con orari e scadenze da rispettare”.

Ebbene, è necessario reinterpretare queste idee in modo adeguato. Cercate un lavoro che vi faccia stare bene. Prendetevi responsabilità che vi arricchiscano come persone. Fate in modo che la vostra routine giornaliera abbia senso per voi e che sia utile.

Leggete anche: Oggi decido che il resto della mia vita sarà la parte migliore

Qualunque cosa facciate, fate in modo che si adegui ai vostri interessi, che nulla vi faccia sentire usati, manipolati o infelici. In fin dei conti, abbiamo solo una vita, perché sprecarla?

Guarda anche