Infezioni intestinali: sintomi e cure

14 agosto 2016
È conveniente evitare di ingerire latticini, zuccheri e insaccati, poiché tali alimenti sono responsabili dell'aumento di tossine e favoriscono l'insorgere dell'infezione. Meglio scegliere una dieta sana e nutriente, ricca di frutta e verdura

Le infezioni intestinali o gastrointestinali possono fare la loro comparsa quando meno ce lo aspettiamo: di solito, però, si manifestano nelle epoche più calde e umide, nei periodi in cui i batteri, i virus e i parassiti posso facilmente introdursi nel nostro organismo.

In questo articolo vogliamo spiegare i sintomi di tali infezioni e come curarle e prevenirne la comparsa per evitare le loro fastidiose conseguenze.

Si tratta di un disturbo da non prendere alla leggera, dal momento che, a seconda della gravità, possono addirittura costarci la vita. È indispensabile dunque sapere qual è il decorso dell’infezione intestinale, per il nostro bene e anche per quello della nostra famiglia. Può essere pericolosa soprattutto per anziani e bambini, laddove la disidratazione può mettere a repentaglio le loro vite. Vediamo dunque, in dettaglio, di cosa si tratta.

Le cause delle infezioni intestinali

escherichia-colia infezioni intestinali

  • Le infezioni intestinali sono provocate, principalmente, da virus, batteri o parassiti intestinali che entrano nel nostro organismo attraverso gli alimenti, l’acqua contaminata e, certe volte, anche per contatto umano.
  • Questo genere di infezioni hanno un decorso variabile, che dipende dal tipo di microorganismo che le genera e anche dalle condizioni fisiche in cui ci troviamo nel momento in cui le contraiamo. Se al momento del contagio siamo sani e le nostre difese immunitarie sono forti, certamente saremo in grado di affrontarle meglio.
  • I batteri responsabili di tali infezioni sono quasi sempre la salmonella, la escherichia coli e la shigella, che colpiscono il nostro intestino. La giardia, d’altra parte, causa un rapido dimagrimento; anche le amebe, di solito presenti nella bocca e nello stomaco, posso provocare sintomi similari.

I sintomi che si possono manifestare

donna-mal-di-pancia infezioni intestinali

  • Perdita immediata di appetito.
  • Sensazione di bruciore e di pesantezza allo stomaco.
  • Brontolii allo stomaco.
  • Dolori al ventre.
  • Brividi.
  • Mal di testa.
  • Spossatezza accentuata.
  • Febbre.
  • Le infezioni da salmonella, escherichia coli o shigella provocano diarrea e presenza di sangue nelle feci.
  • Le infezioni da giardia, pur non causando diarrea, provocano una forte ed evidente perdita di peso.

Rimedi naturali per trattare le infezioni intestinali

camomilla infezioni intestinali

Prima di tutto ricordiamo che, al minimo campanello d’allarme, è importante rivolgerci al nostro medico in modo da ricevere una diagnosi corretta e una cura appropriata. Le infezioni intestinali, infatti, possono essere molto gravi, in modo particolare quelle causate dalla salmonella o dalla escherichia coli.

Anche l’impatto che avrà sul nostro organismo dipenderà in gran misura dal nostro stato di salute e dalle nostre difese immunitarie in quel momento. Per questo motivo dobbiamo fare attenzione in particolar modo ad anziani e bambini. Nonostante tutto, vi sono dei consigli generali che possono risultarci utili, mentre seguiamo la cura che ci ha indicato il nostro medico. Vediamo quali sono:

  • Dovremmo evitare di assumere latticini, farine, zuccheri, fritti e insaccati. Questi alimenti, infatti, nutrono i batteri e aumentano le tossine del nostro organismo, favorendo la comparsa delle infezioni.
  • È sempre consigliabile iniziare la giornata ingerendo uno spicchio d’aglio crudo e un bicchiere d’acqua: è un ottimo antibiotico e aiuta a pulire l’organismo.
  • La colazione dovrebbe essere a base di frutta: iniziare la giornata con una papaya o una mela senza buccia è il modo ideale di apportare al nostro organismo i nutrienti necessari senza, però, danneggiare lo stomaco.
  • Dovremmo anche evitare la carne rossa, scegliendo invece una dieta leggera a base di brodo e minestre.
  • Se a causa dell’infezione, abbiamo la diarrea, possiamo preparare un succo di mela con l’aggiunta di due limoni spremuti e un pizzico di sale: è un elisir davvero efficace. Ci darà sostegno e ci aiuterà a non disidratarci. Se ne può preparare un litro da bere durante tutto l’arco della giornata.
  • Stiamo a riposo per almeno tre giorni: il nostro corpo ha bisogno di molta energia per combattere l’infezione.
  • Possiamo anche preparare delle tisane alla camomilla, alla menta, al limone, all’echinacea e al dente di leone per combattere l’infezione. Sono perfette e possono essere assunte fino a tre volte al giorno.

Come prevenire le infezioni intestinali

  • Laviamo bene tutti gli alimenti, gli utensili da cucina e soprattutto le mani, prima di metterci a tavola e dopo essere andati in bagno.
  • Cerchiamo di seguire una dieta equilibrata e nutritiva per mantenere sempre in forze le nostre difese immunitarie.
  • Attenzione anche con la carne che mangiamo, che dovrebbe essere sempre ben cotta.
  • Facciamo bollire sempre l’acqua o beviamo quella imbottigliata, soprattutto nelle stagioni calde.
  • Aumentiamo l’assunzione di vitamina C.
  • Introduciamo nella nostra dieta alimenti non raffinati.
  • Pratichiamo mezz’ora di attività fisica tutti i giorni.
  • Facciamo attenzione quando andiamo in vacanza  o in viaggio, ai cibi che mangiamo e all’acqua che beviamo, evitando assolutamente di bere direttamente dal rubinetto. Meglio optare, invece, per l’acqua in bottiglia, la scelta più indicata in questi casi.
Guarda anche