Infusi per combattere l’insonnia

27 settembre 2014
Oltre ad aiutarci a coinciliare il sonno, il tiglio distende i nervi e rilassa i muscoli. Allevia inoltre il mal di testa, il dolore addominale, il torcicollo e la cervicale.

A volte risulta difficile dormire bene. L’insonnia è un problema che può alterare il normale vivere quotidiano delle persone e il loro ruolo nella vita lavorativa e personale. Esistono diversi fattori che possono causare insonnia e che possono essere divisi in fattori primari e secondari.

L’insonnia secondaria si riferisce di solito a un riflesso di qualche malattia o disturbo, anche emotivo come la depressione, l’ansia o lo stress, oppure corrisponde anche a problemi corporei come l’artrite, il mal di testa, l’asma, la tiroide, l’acidità di stomaco, la menopausa e altri ancora. Quando si tratta di insonnia primaria, invece, non si tratta necessariamente della conseguenza di qualche disturbo, ma semplicemente significa che qualcosa non va nelle abitudini che si hanno quando si va a dormire.

Se vi siete identificati in alcune di queste malattie, è meglio che prendiate dei provvedimenti al riguardo per poter riuscire a conciliare il sonno. Tuttavia, noi vogliamo farvi conoscere alcuni infusi da preparare in casa da bere prima di andare a letto per combattere l’insonnia; conciliano il sonno, la tranquillità e il rilassamento di cui il corpo ha bisogno per dormire.

Valeriana

valeriana

Si tratta della prima pianta consigliata per conciliare il sonno ed è stata utilizzata nel corso della storia a tale proposito. Contribuisce a regolare le alterazioni nervose e a rilassare i muscoli. Riduce lo stress, la depressione, i tremori, il mal di pancia e i dolori mestruali.

Camomilla

Per recuperare il sonno, potete usare anche la camomilla che possiede ulteriori proprietà curative. Serve da antinfiammatorio, schiarisce i capelli e allevia il mal di gola facendo dei gargarismi con il suo infuso. Applicata esternamente, inoltre, favorisce la cicatrizzazione.

Tiglio

Il tiglio possiede proprietà sonnifere, aiuta a calmare il nervosismo, rilassa i muscoli, aiuta a lenire il dolore e i crampi allo stomaco. Serve per trattare i reumatismi e le malattie dell’apparato respiratorio, aiuta ad alleviare il mal di testa, i dolori addominali, del collo e cervicali.

Il tiglio viene consigliato anche in casi di uso esterno, come per le punture di insetti, le scottature solari e per la cura della pelle.

Melissa

melisa-officinalis

Questa pianta viene raccomandata perché contribuisce all’equilibrio del sistema nervoso centrale, combatte lo stress, l’insonnia, le palpitazioni, gli spasmi muscolari e, inoltre, favorisce il buon funzionamento dell’apparato digerente.

Luppolo

Il luppolo funziona da sedativo ed è consigliato per l’insonnia e per problemi di stress. Viene raccomandato anche per migliorare il funzionamento dell’apparato digerente. In più, serve per trattare l’emicrania, la fatica e serve addirittura da stimolante sessuale. Può essere utilizzato anche per uso esterno per curare e disinfettare ferite.

Passiflora

passiflora

Questa pianta possiede abbastanza sostanze chimiche dall’effetto calmante, induce il sonno e uno stato di rilassamento corporeo. Serve, inoltre, per trattare malattie come l’ansia, la sindrome da astinenza, nausee e infiammazione dei vasi sanguigni.

Menta

La menta possiede proprietà che aiutano a stabilizzare il sistema nervoso e a indurre il sonno. Oltre a ciò, previene i problemi allo stomaco, combatte la gastrite e gli spasmi muscolari.

Consigli per dormire bene

  • Non rimanete alzati fino a tardi per guardare la televisione
  • Mangiate poco e non andate a dormire troppo pieni
  • Rispettate i vostri orari di sonno
  • Fate una doccia prima di andare a letto
  • Cercate di non usare il cellulare e il computer a letto
  • Mantenete ben pulite le lenzuola e i cuscini
  • Non bevete alcol prima di andare a dormire
  • Utilizzate un cuscino medio, né troppo duro né troppo morbido
Guarda anche