La clorofilla: un meraviglioso rimedio naturale

27 febbraio 2015

La linfa delle piante possiede una grande quantità di proprietà che fanno molto bene al corpo umano. Quando viene assorbito dal sangue, questo liquido verde attiva il metabolismo cellulare, migliora le difese immunitarie e rigenera le cellule. Volete scoprire quali sono i benefici della clorifilla, un rimedio naturale meraviglioso? Continuate a leggere l’articolo.

La parola “clorofilla” viene dal greco “khloros”, che significa “verde”, e da “phylon”, che si traduce con “foglia”. Questa sostanza fu scoperta nel 1817 da due chimici francesi. La clorofilla è il pigmento vegetale presente in tutte le piante, fondamentale per la loro sopravvivenza. La clorofilla, infatti, è necessaria per la fotosintesi, ovvero il processo per cui si produce ossigeno “mescolando” acqua e sole. È per questo motivo che tutte le piante hanno una parte di colore verde.

Un dato curioso sulla clorofilla:

La sua struttura molecolare è simile a quella del nostro sangue, anche se è diversa per colore (il rosso del sangue è dovuo all’emoglobina) e per un composto (nella clorofilla è il magnesio, nel sangue umano il ferro). Per questo motivo molti dicono che la clorofilla è il sangue delle piante.

Aloe-vera

Quali sono i benefici della clorofilla per la salute?

Il consumo di clorofilla fa bene alla salute del nostro organismo. Questa sostanza “miracolosa” aiuta molti organi e ne favorisce le funzioni. Scopriamo insieme alcune delle proprietà benefiche della clorofilla:

Disintossica e ossigena l’organismo

Il consumo regolare di clorofilla apporta una maggiore quantità di ossigeno al sangue e ne aumenta la produzione, questo significa che le cellule sono più ossigenate e il cuore ne trae un notevole beneficio. Avere più ossigeno nelle vene ha come conseguenza la depurazione totale dell’organismo. Ad esempio, è dimostrato che la clorofilla migliora o previene gli effetti nocivi delle radiazioni ed ha la capacità di unirsi ai metalli pesanti presenti nelle cellule per facilitarne l’eliminazione (pensate, ad esempio, al personaggio di Iron Man che consuma clorofilla per migliorare le condizioni del suo sangue contaminato da un metallo). E come se non bastasse, permette di pulire il colon, aumentare la flora intestinale ed evitare malattie come il cancro. Chi ha problemi di colesterolo, inoltre, può provare la clorofilla perché consente di ridurre i livelli di trigliceridi.

Carciofi

Migliora il sistema immunitario

Questo è dovuto al fatto che certi batteri non possono sopravvivere in ambienti ricchi di ossigeno. Come vi abbiamo già anticipato, la clorofilla è una grande fonte di ossigeno. In questo modo, i batteri dannosi e responsabili delle malattie non possono svilupparsi. Dato che la clorofilla è un potente alcalinizzatore del sangue, nemmeno altri tipi di batteri potranno sopravvivere nel sangue o nel corpo. Per questo motivo, chi ha le difese immunitarie basse può trarre beneficio dalla clorofilla ed evitare di ammalarsi spesso. È consigliata anche ai pazienti con malattie autoimmuni, come nel caso dell’HIV. La clorofilla, inoltre, ha la capacità di guarire e cicatrizzare più velocemente le ferite; a seguito di interventi, è ideale nella fase della convalescenza o per chi si sta sottoponendo a trattamenti invasivi come la chemioterapia o la dialisi.

Migliora la digestione

In realtà la clorofilla è ottima per tutto l’apparato digerente. Il colon, il fegato, la cistifellea e lo stomaco migliorano le loro funzionalità grazie al consumo di questa sostanza. Questo perché permette di sciogliere ed eliminare i calcoli di ossalato di calcio. Di conseguenza, la clorofilla è consigliata a chi ha problemi di calcoli biliari o che soffre di malattie epatiche, della sindrome dell’intestino irritabile, di acidità di stomaco, etc.

Frullato-verde

È anticancerogena.

La clorofilla ha la capacità di eliminare le tossine che ci fanno stare male e che sono responsabili di malattie anche gravi, come il cancro. Le tossine entrano nell’organismo attraverso gli alimenti, ma soprattutto a causa dell’inquinamento dell’ambiente. Poiché la clorofilla contiene una buona quantità di vitamina A, vitamina C e vitamina E, è un potente antiossidante ed un perfetto antinfiammatorio.

È una grande alleata delle donne

La clorofilla stimula la produzione di estrogeni (gli ormoni “femminili”), di conseguenza aiuta a prevenire e ad alleviare la presenza di cisti ovariche, coaguli, irregolarità mestruale, mestruazioni dolorose o troppo abbondanti. Inoltre, elimina le infezioni vaginali.

È ideale in caso di malattie respiratorie

Come già anticipato, la clorofilla aiuta ad ossigenare le cellule, quindi è un ottimo trattamento naturale per le persone che presentano malattie o infezioni alle vie respiratorie oppure in caso di catarro, tosse e raffreddore.

Aiuta ad avere una bocca più sana

Se avete problemi di alitosi, la clorofilla lascerà in bocca un aroma fresco e gradevole. Inoltre, serve a trattare la piorrea, una mlattia che ha come conseguenza la perdita dei denti.

Piselli

Quali sono le maggiori fonti di clorofilla?

Non preoccupatevi, non dovete certo mangiare le foglie delle piante quando uscite a fare una passeggiata. La clorofilla è presente in tutti gli ortaggi di colore verde, tanto per cominciare. Se volete approfittare dei vantaggi di questo liquido miracoloso, cominciate ad aumentare il consumo di:

Spinaci

E diventerete forti come Braccio di Ferro! Gli spinaci sono gli ortaggi che più contengono clorofilla. L’ideale è consumarli crudi oppure cuocerli leggermente al vapore. Inziate ad aggiungerli alle insalate.

Altri ortaggi a foglia verde

Oltre agli spianci, non possiamo dimenticare tutti gli altri ortaggi a foglia verde, come la bietola, la lattuga, i broccoli, il cavolo, gli asparagi, il sedano. Come sempre, cercate di consumare queste verdure preferibilmente crude.

Tè verde

Il tè verde vanta notevoli proprietà benefiche per la salute del nostro corpo. Contiene clorofilla e antiossidanti. Riduce il colesterolo e permette di perdere peso perché accelera il metabolismo.

Guarda anche