La Settimana Mondiale del Glaucoma

Il glaucoma è una delle principali cause di cecità in tutto il mondo. Tuttavia, una diagnosi precoce riduce notevolmente i casi critici. In questo articolo diciamo di più su questa malattia e sulla settimana mondiale a essa dedicata.
La Settimana Mondiale del Glaucoma

Ultimo aggiornamento: 05 settembre, 2021

La Settimana Mondiale del Glaucoma nasce a opera di diverse organizzazioni in tutto il mondo per ridurre l’impatto di questa malattia sulla popolazione. Cos’è il glaucoma?

È una malattia che causa uno scarso drenaggio dell’umore acqueo, il che aumenta il volume del liquido nell’occhio, dunque un aumento della pressione intraoculare.

L’impatto del glaucoma nel mondo della salute è gigantesco: pensate che è la quarta causa di perdita della vista. Ciò significa che colpisce più di 8 milioni di persone in tutto il mondo.

Per fortuna, circa il 90% dei casi possono essere curati con successo grazie a una diagnosi precoce.

La Settimana Mondiale del Glaucoma

Il motivo per celebrare la Settimana Mondiale del Glaucoma, dall’8 al 14 marzo, è porre l’attenzione sulla malattia e sui suoi effetti dannosi.

Inoltre, ha lo scopo di incoraggiare la popolazione a controllare la salute della vista attraverso visite periodiche, cercando così di aumentare la percentuale delle diagnosi precoci.

Quali sono gli obiettivi di questa settimana?

Gli obiettivi della Settimana Mondiale del Glaucoma, che ha come slogan “Focus sul glaucoma”, sono vari e riguardano diversi ambiti. Gli scopi principali, tuttavia, sono i seguenti:

  • Far conoscere a tutti i rischi del glaucoma.
  • Aumentare la consapevolezza dell’importanza di sottoporsi regolarmente a dei test.
  • Sensibilizzare i gruppi a rischio che dovrebbero prestare particolare attenzione alla malattia.
  • Sensibilizzare la popolazione in generale sulla necessità di un trattamento tempestivo.
  • Rilevare in tempo i casi di glaucoma.
Visita agli occhi.
La diagnosi precoce del glaucoma migliora notevolmente la prognosi. Un trattamento adeguato è in grado persino di prevenire la cecità.

Le attività svolte

Le attività previste durante la Settimana Mondiale del Glaucoma stanno aumentando negli anni. Tra le iniziative con maggiore presenza e impatto sulla popolazione ci sono gli incontri e i congressi, in cui vengono esposti i progressi ottenuti nel trattamento del glaucoma.

Le campagne sono diffuse anche sui social network e su diversi media online in modo che le informazioni rilevanti raggiungano il maggior numero di persone possibili.

Non da ultimo, in diversi paesi si tengono sessioni di test gratuite per la diagnosi precoce del glaucoma. Questa si tratta senza dubbio della strategia che attira maggiormente l’attenzione del pubblico.

Gruppi a rischio

La diagnosi precoce è fondamentale per evitare di raggiungere livelli critici. Oltre a ciò, anche capire chi fa parte dei gruppi a rischio consente un monitoraggio differenziato ed efficace. Tra i gruppi a rischio troviamo:

  • Chi soffre di diabete.
  • Avere più di 60 anni.
  • Essere miope.
  • Parenti stretti con glaucoma.
  • Essere di origine africana. Si stima che gli afroamericani abbiano le cornee più sottili, quindi sono più soggetti ad un aumento della pressione intraoculare.
  • Avere l’ipermetropia.

La Settimana Mondiale del Glaucoma e l’importanza di una diagnosi precoce

La Settimana Mondiale del Glaucoma consiglia di eseguire un esame della vista ogni 2 anni. Sebbene non sia possibile ripristinare la vista persa, alcuni trattamenti rallentano il decorso della malattia.

La maggior parte dei casi di glaucoma rilevati a tempo debito non danneggiano la qualità della vita della persona. D’altra parte, la diagnosi precoce offre allo specialista più tempo per adottare il miglior approccio possibile.

Indipendentemente dal fatto che si rientri o meno in un gruppo a rischio di glaucoma, dopo i 40 anni di età il monitoraggio della salute oculare deve essere costante.

Quali sono i trattamenti disponibili per il glaucoma?

I trattamenti dipendono dalle condizioni mostrate dal singolo paziente: possono essere prescritte delle gocce, o consigliare un intervento chirurgico laser, ma anche le tecniche di filtrazione. Pertanto, gli approcci disponibili per contrastare il glaucoma sono:

  • Colliri: prostaglandine, beta bloccanti, agonisti alfa adrenergici, inibitori dell’anidrasi carbonica, inibitori della chinasi rho e composti sia miotici che colinergici.
  • Farmaco orale: viene utilizzato come complemento per la regolazione della pressione oculare, solo nei casi in cui è necessario.
  • Interventi chirurgici: include trabeculectomia (apertura di una via di uscita dell’umore acqueo) e chirurgia mininvasiva del glaucoma, nota come MIGS.
  • Terapia laser: si tratta di una trabeculoplastica laser selettiva utilizzata per il glaucoma ad angolo aperto.

Convivere con il glaucoma

Uomo con glaucoma.
Convivere con il glaucoma è possibile, ma la diagnosi precoce è essenziale. Inoltre, bisognerà fare dei piccoli passi a poco a poco per modificare lo stile di vita.

Quando lo specialista definisce il trattamento da seguire, si entra nella fase di adattamento. La Settimana Mondiale del Glaucoma contribuisce ad aiutare i pazienti in questa fase.

Le visite possono essere settimanali o mensili, a seconda del tipo di controllo della pressione intraoculare. In questo senso, la comunicazione e la fiducia nei confronti del medico sono molto importanti per convivere con il glaucoma, poiché faciliteranno il trattamento e la guarigione.

D’altra parte, è utile anche tenere traccia dei farmaci utilizzati e della risposta degli occhi ad ogni farmaco. Questo indipendentemente dal fatto che il medico abbia o no a disposizione la vostra storia clinica.

Il coinvolgimento del paziente aiuta moltissimo. Anche i seguenti consigli sono validi quando si convive con il glaucoma:

  • Mantenere una buona igiene degli occhi.
  • Evitare di strofinarsi gli occhi, nonostante proviate fastidio con alcuni medicinali.
  • Indossare gli occhiali da sole.
  • Ridurre gli episodi di stress e dare importanza alla stabilità emotiva per affrontare un’eventuale situazione di cecità imminente.
  • Farsi sostenere dalla propria famiglia.
  • Condurre una vita il più normale possibile realizzando le attività consentite.
  • Prendersi cura degli occhi nelle circostanze che possono rappresentano un rischio.

La Settimana Mondiale del Glaucoma: un’occasione per prenotare una visita

La Settimana Mondiale del Glaucoma ci ricorda l’importanza della vista e pone l’attenzione sui vari modi a nostra disposizione per proteggerla: sempre meglio prevenire che curare.

Gli esperti consigliano di sottoporsi a visite periodiche, ogni 1 o 2 anni, al fine di verificare lo stato del nervo ottico.

Se soffrite di glaucoma, è preferibile integrare le solite attività con sane abitudini che proteggano la vista, ad esempio usare prodotti ipoallergenici. Non perdere di vista il glaucoma!”

Potrebbe interessarti ...
Tipi di glaucoma: fattori di rischio e conseguenze
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Tipi di glaucoma: fattori di rischio e conseguenze

utti i tipi di glaucoma sono cronici e degenerativi. Ciò significa che se non si interviene in tempo, la patologia evolve danneggiando il nervo ott...



  • Grupo de estudio colaborativo de glaucoma de tensión normal. La eficacia de la reducción de la presión intraocular en el tratamiento del glaucoma de tensión normal. 1998. Disponible en: https://doi.org/10.1016/S0002-9394(98)00272-4
  • Quigley H. Glaucoma de ángulo abierto. New England Journal of Medicine. 1993. Disponible en: 10.1056 / NEJM199304153281507
  • Bengtsson B. La prevalencia de glaucoma. British Journal of Ophthalmology. 1981. Disponible en: http://dx.doi.org/10.1136/bjo.65.1.46
  • Thylefors B y Négrel A. El impacto global del glaucoma. 1994. Disponible en: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2486713/
  • Tielsch J, Sommer A, Katz J, Royall R, Quigley H y Javitt J. Variaciones raciales en la prevalencia del glaucoma primario de ángulo abierto. The Baltimore Eye Survey. JAMA. 1991.