La stitichezza può favorire l’aumento di peso?

4 giugno 2015

Di certo, in più di un’occasione, vi siete guardati allo specchio e avete visto che il vostro ventre era più prominente del solito. Si tratta di quei giorni in cui si soffre di stitichezza e ci si sente gonfi. Vi pesate e vi rendete conto, inoltre, di aver preso qualche grammo. Come è possibile? La stitichezza può favorire l’aumento di peso?

Oggi parliamo di questo argomento. Siamo sicuri di rispondere a molti dei vostri dubbi e di potervi aiutare a risolvere questo problema molto frequente.

La stitichezza può favorire l’aumento di peso?

ventre gonfio

La risposta è no, ma analizziamo in dettaglio ogni aspetto per capirlo meglio. Iniziamo facendo un esempio. Da una settimana non riuscite ad andare in bagno con regolarità, avete problemi di stitichezza e gli indumenti sono più attillati sul ventre. La vostra bilancia, inoltre, vi dice che pesate un po’ di più. A cosa si deve tutto questo?

  • Questo aumento di peso non è dovuto a grasso accumulato, ma agli elementi immagazzinati nell’intestino che avreste dovuto eliminare tramite le feci. Si tratta di scarti di alimenti che infiammano l’organismo; tossine che favoriscono anche la ritenzione idrica.
  • L’aumento di peso per stitichezza viene “percepito da noi”, ma non è reale. Nel momento in cui si regola il transito intestinale, questi grammi in più scompariranno.
  • Sebbene notiate il ventre più gonfio, non si tratta né di grasso né di muscolo, ma di un’infiammazione provocata da una ritenzione di feci. La stitichezza non favorisce l’aumento di peso come lo intendiamo, pertanto non vedrete alterata la vostra figura né sarete costretti a comprare abiti nuovi. Tuttavia, bisogna capire che la stitichezza non è una condizione sana e che questo piccolo “aumento di peso” dipende dalla presenza di feci accumulate che a lungo andare possono causare seri problemi di salute.
  • Poter andare in bagno con regolarità, e mantenere pulito l’intestino, è un fattore molto importante per godere di buone condizioni di salute. In questo modo è possibile depurare l’organismo, liberarlo da tossine e da elementi nocivi che favoriscono, per esempio, la ritenzione idrica. Al momento di seguire una dieta dimagrante, quindi, è importante includere le dosi corrette di fibra, di liquidi, di frutta e di verdura, i quali non solo aiuteranno a dimagrire, ma anche ad evitare problemi di stitichezza. Poter evacuare con normalità fa parte della nostra salute, così come tenere sotto controllo il nostro peso.
  • Nel caso in cui si soffra di stitichezza acuta, può succedere che in poco tempo si prendano 2 o 3 chili. In questo caso non ci sono dubbi: si verifica un aumento di peso, ma ancora una volta spieghiamo che non è un aumento reale. Non appena verrà risolto il problema, questo eccesso scomparirà. Gli esperti affermano che la prova di un vero aumento di peso è l’indice di massa corporea. A volte capita che per alcuni giorni o settimane ci alimentiamo male. Troppi zuccheri, poca acqua e poche fibre. Come risultato, il nostro organismo reagisce producendo liquidi in modo da eliminare gli eccessi ed è per questo motivo che ci si vede più gonfi. Si tratta, quindi, di un processo che dura solo alcuni giorni se si ristabilisce la situazione con una migliore alimentazione e assumendo più liquidi.

Come evitare la stitichezza

succo

Prima di tutto, bisogna dire che sono soprattutto le done a soffrire di stitichezza e di ritenzione idrica. Ci sono giorni in cui ci si vede bruttissime allo specchio, ci si sente pesanti e gonfie. Tuttavia, seguendo alcune linee guide, vi assicuriamo che questo non si ripeterà più.

Dovete solo cambiare alcune abitudini, essere coscienti di dover fare maggiore attenzione. Pensate che a volte lo stress e gli impegni quotidiani costringono ad andare di fretta e si mangia la prima cosa che capita sotto mano. Se lo farete in modo continuato, la vostra salute ne risentirà. Prendete nota di quello che dovete fare:

1. L’importanza della colazione

La colazione è la soluzione per combattere la stitichezza e, inoltre, vi è una formula che non sbaglia mai. Bisogna includere un frutto, avena e una bevanda calda. Che ne dite di iniziare la giornata con una tazza d’avena, un kiwi e dell’uva? L’ideale sarebbe accompagnare il tutto con un infuso caldo di ortica dolcificato con miele, da bere a poco a poco.

2. Frullato di aloe vera e arancia

aloe vera

Unire l’aloe vera con l’arancia è un magnifico rimedio per combattere la stitichezza. A seguire vi spieghiamo come prepararlo:

Ingredienti

  • 30 grammi di aloe vera (il gel traslucido che si trova all’interno della pianta).
  • 150 ml di acqua tiepida.
  • Un’arancia.

Preparazione

  • Riscaldate l’acqua in una teiera; quando raggiunge l’ebollizione, aggiungete il gel d’aloe vera. Lasciate che si dissolva. Nel frattempo, ottenete il succo d’arancia. Infine, non dovete far altro che mescolare l’infuso tiepido d’aloe vera con il succo d’arancia e bere sempre a digiuno la miscela ottenuta. Deliziosa!

3. Attività fisica moderata

È molto sano camminare mezz’ora al giorno o nuotare, per esempio. In questo modo vi manterrete attivi e l’intestino riceverà il moto necessario per favorire l’adeguata espulsione delle feci. Ricordate che in questo modo non solo combatterete la stitichezza, ma vi prenderete anche cura della vostra salute.

4. Cenate presto e poco

È importante non sovraccaricare lo stomaco con un eccesso di cibo la sera. Le digestioni pesanti durante le ultime ore del giorno rendono l’intestino lento e favoriscono l’accumulo di residui, difficili da eliminare la mattina. Vi consigliamo, quindi, cene leggere da assumere due ore prima di andare a letto.

5. Fibra, verdure e liquidi

Si tratta della formula di sempre. Una dieta ricca di verdure fresche (ancora meglio se fresche), di fibra e di abbondanti liquidi vi aiuterà a regolare il transito intestinale. Provate anche i gustosi frullati a base di barbabietola e carota; sono deliziosi ed efficaci. Cliccate qui per conoscerne la ricetta.

Guarda anche