Le migliori tecniche contro l’ansia

L'esercizio fisico è una delle migliori alternative per ridurre l'ansia e per scaricare le tensioni mentre si favorisce, al contempo, la produzione di serotonina.

Milioni di persone in tutto il mondo sono colpite da questo meccanismo di difesa che anticipa il possibile pericolo e che fa agire in modo estremo. È fondamentale trattare l’ansia in modo serio e ricorrendo ad apposite tecniche.

In questo articolo vi esporremo alcune delle più efficaci.

Consigli per ridurre l’ansia

Prima di tutto, è fondamentale accettare i sintomi e familiarizzare con essi. Non è semplice, ma è comunque molto importante.

Fermatevi un momento e “osservate” la vostra ansia. Quando sopraggiunge? Quando acquisisce un’intensità maggiore? In che modo scompare?

Quando vi sentite ansiosi e pensate che tale problema sia sul punto di prendere il sopravvento, vi consigliamo di eseguire le tecniche elencate a seguire:

Leggete anche: 5 strategie per canalizzare e ridurre l’ansia in 15 giorni

1. Non opporre resistenza

Accettate e riconoscete la vostra ansia. Non serve a nulla lottare contro i suoi sintomi. Dovete affrontarla. Non mentite a voi stessi e non cercate di nascondere la realtà.

Abbiate fiducia nel fatto che presto vi sentirete meglio.

2. Conoscere la propria condizione

È importante sapere che l’ansia si presenta in modo inaspettato e, anche se non esiste alcun pericolo reale, interpretiamo erroneamente la situazione in cui ci troviamo.

Tra i sintomi più frequenti troviamo:

  • Incapacità di controllare la paura o l’incertezza
  • Sudorazione eccessiva
  • Respirazione e battiti accelerati
  • Mal di testa
  • Bocca secca

3. Mettersi comodi

Pensate all’ansia come se si trattasse di una tempesta. In una situazione simile per prima cosa si cerca riparo per non bagnarsi. In questo caso succede lo stesso.

  • Quando i vostri livelli di ansia sono molto alti, smettete di fare tutto quello a cui vi stavate dedicando, sedetevi oppure o alzatevi dal posto in cui siete seduti, toglietevi le scarpe, etc; insomma, fate tutto ciò che è in vostro potere per stare più comodi.
  • Potete chiudere gli occhi e regolare la respirazione affinché il corpo comprenda che non c’è alcun tipo di pericolo.

4. Fare sport

Secondo uno studio condotto nel 2013, l’attività fisica possiede effetti positivi sull’ansia e sui problemi emotivi. Lo sport riduce l’ansia e scarica le tensioni da cui scaturiscono i principali sintomi della stessa.

Cercate un’attività che richieda movimento: camminare, nuotare, andare in bicicletta o praticare boxe. Si tratta di alternative molto più sane rispetto agli ansiolitici,

5. Avere pensieri realistici

Cosa vi rende ansiosi? Quali sono i pensieri che vi invadono? Se mantenete un atteggiamento positivo e vi concentrate sulle idee positive, in poco tempo l’ansia si placherà.

Cercate di vedere ogni situazione da una diversa prospettiva e proverete meno stress.

Basandoci su pensieri realistici, ci renderemo conto che la vita non è una prova né un esame in cui saremo giudicati per le nostre azioni.

Guardate le cose dal lato positivo e vedete “il bicchiere mezzo pieno”. Mettete da parte i pensieri che vi angosciano e vi limitano.

6. Fare ciò che ci fa sentire bene

Se non vi piace fare sport, nessun problema. Esistono centinaia di attività che possono aiutarvi a ridurre l’ansia.

Ad esempio, potete leggere un libro, guardare un cartone animato, bere un tè, giocare con i vostri figli, pianificare un viaggio, ascoltare la musica o farvi un bagno.

Qualunque attività sia capace di distrarvi farà al caso vostro.

7. Non giungere a conclusioni affrettate

Le persone particolarmente ansiose di solito giungono a conclusioni affrettate basandosi su poche informazioni e dati, ad esempio semplicemente guardando l’espressione altrui.

Queste deduzioni possono avere a che fare con le proprie esperienze precedenti.

Se soffrite d’ansia, è molto probabile che saltiate a conclusioni non sempre corrette. Meglio aspettare e analizzare bene la situazione prima di dare un verdetto definitivo.

8. Respirare

Quando l’aria entra lentamente dal naso e viene trattenuta per qualche secondo nei polmoni, il corpo si rilassa, soprattutto se si chiudono gli occhi.

Fate una prova, vedrete che i battiti de cuore si normalizzano, si blocca la sudorazione delle mani e la sensazione di asfissia.

Tutto ciò semplicemente respirando in modo cosciente!

Vi consigliamo di leggere: 4 tecniche di respirazione molto efficaci per combattere lo stress

9. Meditare

Ora che avete appreso come respirare per ridurre l’ansia, il passaggio successivo è praticare la meditazione, una filosofia ancestrale e molto positiva.

Realizzarla per mezz’ora al giorno (per esempio appena svegli o prima di andare a dormire) può scacciare lo stress e il nervosismo.

La meditazione non significa sempre sedersi nella posizione del loto e chiudere gli occhi, ma allenare la mente affinché non ci giochi un brutto scherzo.

Potete godervi i benefici di tale pratica in qualsiasi momento o luogo.

Sarebbe ideale, inoltre, realizzare la tecnica del rilassamento per migliorare l’ansia. La cosa migliore è che i suoi effetti sono a lunga durata.

  • Mettete della musica strumentale, accendete una candela o dell’incenso.
  • Sdraiatevi sul divano o sul letto e chiudete gli occhi. Concentratevi sui suoni e sugli aromi.
  • Dopo un po’, vi accorgerete di essere più sereni.

11. Seguire una dieta sana

Le fritture, i dolci e le farine, così come l’alcol e il caffè possono influire sulla vostra ansia. Siamo ciò che mangiamo e beviamo, sarebbe meglio prestare più attenzione ai cibi e alle bevande che offrite al vostro organismo.

Frutta e verdura posseggono molti principi nutritivi ottimi per la mente e per il corpo.

Optate per una spremuta d’arancia invece del caffè tutte le mattine o ad un’insalata piuttosto che a un hamburger. Vi sentirete meglio e più sereni.

Guarda anche