Lievito di birra: i possibili benefici

28 Dicembre 2019
Il lievito di birra può rappresentare un valido supplemento per dieta, sempre che il medico lo consigli.

Il lievito di birra è diventato uno degli integratori alimentari più popolari. Gli vengono attribuite svariate proprietà e pertanto rimane oggetto di ricerca scientifica.

Finora, le prove scientifiche hanno chiarito che il lievito di birra non è un super-alimento in grado di sostituire uno stile di vita sano. Tuttavia, potrebbe apportare qualche contributo positivo all’organismo, se incluso con moderazione in una dieta equilibrata.

Aspetti fondamentali del lievito di birra

Prima di tutto, è necessario precisare che bisogna distinguere tra il lievito di birra adatto al consumo umano e il lievito di birra vergine. Quest’ultimo non è adatto al consumo in quanto può produrre diversi disturbi gastrointestinali.

Secondo gli esperti di CECU Madrid, si tratta di “un fermento che permette di ottenere la birra dal malto” e viene commercializzato in varie forme, quali: capsule, polveri e fiocchi. Non contiene alcool né lattosio né glutine.

È a basso contenuto di sodio, ricco di aminoacidi, vitamina B e vari minerali, pertanto è consigliabile per le persone che seguono alimentazioni vegetariane e vegane.

Il lievito d birra è ricco di vitamine, minerali, fibre e biotine

Vitamina B1

Secondo alcune ricerche, questo alimento è ricco di vitamine del complesso B (B1, B2, B6, B3, acido folico e biotina-pantotheato), che aiutano il corpo ad ottenere l’energia dal cibo e che favorisce anche la formazione dei globuli rossi nel sangue.

È anche ricco di minerali (come selenio, zinco e cromo), così come di fibre. Pertanto, si ritiene che possa contribuire in modo significativo alla salute dei capelli, delle unghie e della pelle, purché incluso in una dieta equilibrata.

Questo alimento contiene le vitamine del gruppo B, lo zinco ed è una fonte naturale di biotina.

Possibili benefici del lievito di birra

Potrebbe regolare il colesterolo

Il lievito di birra contiene acidi grassi insaturi e lecitina. Pertanto, è considerato un valido integratore alimentare per ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi, nel quadro di una dieta sana.

Leggete anche: Tenere sotto controllo il colesterolo alto in 5 mosse

Fornirebbe energia

Grazie al contenuto di vitamina B, può trasformare grassi, proteine e carboidrati direttamente in energia, fornendoci così lo sprint di cui abbiamo bisogno per svolgere le nostre attività quotidiane.

Secondo prove scientifiche, il lievito di birra promuove la sintesi di numerosi enzimi e promuove vari processi chimici nell’organismo. Il suo contributo in minerali, proteine e vitamine lo rendono un integratore alimentare valido per i soggetti con sindrome da stanchezza cronica.

Può interessarvi anche: Recuperare energia: ecco 5 passi per riuscirci

Come assumerlo?

Che sia in polvere, capsule o fiocchi, la cosa più importante è consumarlo in quantità moderate e sempre all’interno di uno stile di vita sano. Mai come sostituto di farmaci prescritti dal medico o come soluzione ad eccessi (cibo, bevande alcoliche, ecc.).

Potete spolverarlo su insalate, zuppe, stufati, frullati o anche usarlo in alcune ricette di dolci. Trovate l’opzione che meglio si adatta ai vostri gusti!

  • Farid, Farhan & Sideeq, Ovais & Khan, Fazlullah & Niaz, Kamal. (2019). Saccharomyces cerevisiae. 10.1016/B978-0-12-812491-8.00066-7.
  • Jach, Monika & Serefko, A. & Sajnaga, Ewa & Kozak, E. & Poleszak, E. & Malm, A.. (2015). Dietary supplements based on the yeast biomass. Current Topics in Nutraceutical Research. 13. 83-88.