Macchie rosse negli occhi: perché compaiono?

2 Aprile 2021
Sebbene le macchie rosse negli occhi possano causare preoccupazione e paura, nella maggior parte dei casi non è nulla di grave e non mettono a rischio la salute. Quasi sempre scompaiono da sole con il passare dei giorni.

Le macchie rosse negli occhi sono anche conosciute come versamento oculare o emorragia subcongiuntivale. Si formano quando alcuni capillari si rompono nell’area dell’occhio chiamata congiuntiva.

A seguito di ciò, il sangue si deposita tra due parti della congiuntiva: la sclera e la congiuntiva bulbare. Sebbene possano fare impressione, in genere queste macchie non rappresentano un grave problema di salute.

In genere, le macchie rosse negli occhi non sono provocate da urto o lesione. In quasi tutti i casi, di fatto, le si nota guardandosi allo specchio, poiché molto raramente causano dolore o vista offuscata.

Macchie rosse negli occhi

Occhi rossi dalla stanchezza.

Le macchie rosse negli occhi sono versamenti di sangue che appaiono sulla parte bianca dell’occhio. Hanno un colore brillante e sono visibili a occhio nudo. Come già evidenziato, sono provocati dalla rottura di capillari per cui il sangue resta tra due parti della congiuntiva.

Sebbene possano sembrare allarmanti a causa del loro aspetto, in linea di massima non indicano un grave problema di salute. Si tratta quasi sempre di lesioni temporanee, che nella maggior parte dei casi si risolvono da sé nell’arco di una settimana. Non dovrebbero essere neppure necessario consultare uno specialista, a meno che non si verifichino molto di frequente.

In genere le macchie rosse negli occhi non sono accompagnate da altri sintomi. Una visita dall’oculista è raccomandata solo in caso di segni di sanguinamento esterno, tracce di sangue nell’iride, dolore costante, visione offuscata, sensibilità alla luce o comparsa di un rigonfiamento negli occhi. In questi casi, può trattarsi di versamento corneale, che richiede attenzione immediata.

La congiuntiva

Strofinare può causare macchie rosse agli occhi.

La congiuntiva è una membrana molto sottile, elastica e trasparente che riveste la parte bianca dell’occhio, chiamata sclera. Ricopre anche la parte interna delle palpebre.

Svolge un ruolo importante nella difesa e nella protezione degli occhi, di fatto costituisce una barriera protettiva contro possibili infezioni. Allo stesso modo, la congiuntiva è essenziale per fornire la necessaria lubrificazione alla cornea.

Nella congiuntiva sono presenti un gran numero di vasi sanguigni. Questi possono rompersi e causare piccoli versamenti di sangue che filtrano nella sclera. Quando la quantità di sangue raggiunge un certo volume, compaiono le macchie rosse negli occhi.

Leggete anche: L’occhio si pulisce da solo: cosa dice la scienza

Perché compaiono le macchie rosse negli occhi?

Le emorragie oculari compaiono per molti motivi diversi. Nella maggior parte dei casi, sono dovute a una, o più, delle seguenti cause:

  • Aumento improvviso della pressione sanguigna: si verifica con starnuti o colpi di tosse molto forti che portano alla rottura dei capillari.
  • Traumi agli occhi: a volte un piccolo urto o semplicemente strofinare vigorosamente gli occhi può provocare piccoli versamenti di sangue.
  • Medicinali: alcuni farmaci possono alterare la coagulazione del sangue e provocare la comparsa di macchie rosse negli occhi.
  • Malattie concomitanti: solo in una minoranza di casi il sanguinamento è causato da ipertensione o diabete mellito.

È improbabile che un’emorragia subcongiuntivale comprometta la salute visiva o sia sintomo di una grave malattia. Il più delle volte, la sclera stessa riassorbe il sangue in non più di 10 giorni. Per questo motivo, non esistono trattamenti standardizzati per affrontare la condizione.

Controllare la ipertensione.

Potreste essere interessati: L’orzaiolo: 7 rimedi naturali per alleviarne i sintomi

Altri dati da considerare

Di solito le macchie rosse negli occhi sono inizialmente molto evidenti. Con il passare dei giorni, tuttavia, il tono si scurisce. Poi, a poco a poco iniziano ad asciugarsi fino a scomparire del tutto.

È normale che l’occhio presenti una colorazione giallastra alla fine di tale processo di guarigione. In questo lasso di tempo si consiglia di non dormire sul lato sinistro del corpo ed evitare il consumo di alcool e tabacco. In nessun caso è consigliata l’automedicazione.

Allo stesso modo, non è consigliabile strofinare gli occhi, poiché ciò potrebbe aumentare il sanguinamento. Se la causa della macchia è un urto, bisognerà consultare il medico per determinarne l’entità e le possibili conseguenze.

  • Barriga, P. T. (2003). La hemorragia subconjuntival como predictor de hipertensión arterial sistémica reactiva. Médica Sur, 10(4), 157-159.
  • Caño, J. G., Justribó, M. T., & Bareche, J. O. (2007). Hemorragia subconjuntival. FMC Formacion Medica Continuada En Atencion Primaria. https://doi.org/10.1016/S1134-2072(07)71539-6
  • Díaz Menéndez, M., & Malmierca Corral, E. (2010). Hemorragia subconjuntival bilateral en un niño guineano de 5 años. Medicina Clinica. https://doi.org/10.1016/j.medcli.2009.04.036