Mal di testa notturno: possibili cause

· 6 dicembre 2017
Se il mal di testa notturno si presenta regolarmente, è importante consultare uno specialista perché possa effettuare i test del caso per determinarne l'origine 

Il mal di testa notturno influisce sulla nostra capacità di riposare e sulla possibilità di godere di un sonno rigenerante grazie al quale alzarci il giorno seguente con forza e ottimismo.

È capitato a tutti almeno una volta. Apriamo gli occhi la mattina e ci sentiamo come intorpiditi, come se la nostra testa fosse appesantita e annebbiata, fino al punto da sentirci privi della forza necessaria per affrontare la giornata.

Va anche detto che il mal di testa notturno va differenziato da una normale cefalea.

A volte già quando andiamo a letto avvertiamo qualche fastidio, un certo dolore che progredisce e acquista maggiore intensità durante la notte, ma che avevamo già prima di andare a letto.

Sebbene si presenti in modo isolato, questa condizione è molto comune e colpisce più persone di quanto pensiamo. Nell’articolo di oggi, dunque, vogliamo parlarvi delle cause del mal di testa notturno.

Mal di testa notturno: 5 possibili cause

Donna che si regge la testa con le mani

Il mal di testa può essere originato da molteplici fattori. Tuttavia, quello che appare all’improvviso durante la notte interrompendo il nostro riposo, risponde ad altri fattori che è importante prendere in considerazione.

Se questa condizione, inoltre, si ripete ogni notte per diversi giorni, è sempre opportuno consultare un medico.

Vediamo ora quali fattori possono causare il mal di testa notturno.

Scopri anche: Acqua di zenzero per alleviare emicranie, disturbi digestivi e dolore

1. Cefalea ipnica

La cefalea ipnica non è molto conosciuta. Va detto che può presentarsi durante la notte e anche mentre facciamo un pisolino diurno.

  • Di solito si verifica durante la fase REM. Si tratta di un dolore piccolo, ma incisivo, che di solito può durare 15 minuti, ma anche un’ora o addirittura due.
  • Non si sa molto sulle sue cause, ma ciò che è chiaro è che appare sempre in questa particolare fase del sonno.
    Si ritiene, pertanto, che la cefalea ipnica possa essere correlata a un improvviso calo di melatonina, l’ormone che favorisce il nostro riposo.
  • La cefalea ipnica di solito fa la sua comparsa superati i 50 anni.

2. Alimenti con proprietà infiammatorie

Formaggi

Anche questo è un fattore che non sempre teniamo in considerazione. Ci sono alcuni alimenti che, se consumati in eccesso, alterano il nostro organismo.

I piatti ricchi di glutammato monosodico, se consumati a cena, causano spesso un forte mal di testa notturno.

Questo additivo sintetico, oltre ad essere poco sano, crea una forte dipendenza. Dà un sapore intenso a molti prodotti della nostra alimentazione quotidiana, come i sughi, le creme, i dadi da brodo e molti cibi precotti.

Anche i formaggi o altri latticini presentano ​​proprietà infiammatorie e spesso causano mal di testa notturno.

Tutto questo ci costringe a controllare un po’ di più la qualità delle nostre cene, scegliendo bene quali prodotti servire in quest’ultimo pasto della giornata.

3. Mal di testa da sinusite

Anche il mal di testa da sinusite è associato al mal di testa notturno.

Questo tipo di mal di testa è appunto causata dalla sinusite. Il dolore al seno paranasale interessato è molto intenso. C’è una forte sensibilità che raggiunge anche le orecchie e la testa.

Spesso le persone pensano che sia dovuto a una sorta di emicrania o mal di testa di tipo vascolare, ma non è questo il caso della sinusite.

Queste condizioni di solito si intensificano di notte se nella stanza c’è un ambiente molto secco. Di conseguenza gli umidificatori sono decisamente consigliabili.

4. Sindrome della testa che esplode

Donna con mal di testa

È tanto curioso quanto vero. La sindrome della testa che esplode venne scoperta già alla fine del XIX secolo, e tuttavia ancora oggi non sono chiare le cause.

Questo disturbo rientra nella categoria delle cosiddette parasonnie, ovvero si tratta di un disturbo del sonno.

  • È un forte mal di testa notturno che si presenta proprio quando la persona è sul punto di addormentarsi.
  • Le donne ne soffrono più degli uomini.
  • Ci sono persone che lo sperimentano solo una volta nella vita, mentre per altri può durare per mesi.
  • In tutti i casi osservati questo problema di solito scompare da solo.
  • Gli indizi raccolti finora sono legati a una lesione in una delle ossa dell’orecchio o anche in un problema nell’attività neuronale, proprio quando stiamo per addormentarci.

Scoprite I 10 migliori alimenti per combattere l’insonnia

5. Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo è un tipo di emicrania che si verifica più negli uomini che nelle donne.

  • Compare tra le due e le tre ore dopo essersi addormentati.
  • Il dolore è forte e dura un tempo relativamente breve, da 15 minuti a mezz’ora.
  • Il dolore si localizza su un lato della testa, dietro a un occhio, e può raggiungere le tempie e il collo.
  • Tra i sintomi che accompagnano questa cefalea vi sono anche occhi gonfi, naso che cola, lacrimazione.
  • La cefalea a grappolo in alcuni casi può essere cronica.

Per concludere, vi ricordiamo che se avete sperimentato uno di questi problemi per più giorni, dovete consultare un medico.

Guarda anche