Mangiare frutta e verdura secondo l’OMS?

26 Febbraio 2021
L'OMS ha suggerito di aumentare il consumo di frutta e verdura per ridurre il rischio di contrarre malattie non trasmissibili. Scopritene di più in questo articolo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è l’ente che ci tiene informati sulle giuste pratiche alimentari per una vita sana. In quest’articolo scoprirete tutto quello che dice l’OMS sul bisogno di mangiare frutta e verdura.

Come saprete bene, l’assunzione delle giuste dosi di vegetali è una delle abitudini alimentari associate a un benessere maggiore. In alcuni casi, sono persino fondamentali per prevenire certe malattie.

I numeri parlano da soli

Secondo i rapporti dell’OMS, si potrebbero salvare 1,7 milioni di vite a livello mondiale soltanto aumentando il consumo di frutta e verdura. Da quanto risulta, consumare una media di 400 grammi di vegetali all’interno della dieta giornaliera può aiutare a prevenire malattie croniche come il diabete o le patologie cardiache.

Allo stesso tempo, si calcola che l’assunzione insufficiente di frutta e verdura causi in tutto il mondo circa il 19% dei tumori del tratto gastrointestinale, il 31% delle cardiopatie ischemiche e l’11% dei danni cerebrovascolari. Tutto questo è quanto evidenziato su un articolo pubblicato sull’International Journal of Epidemiology.

Si è anche dimostrato che l’ingestione di vegetali riduce notevolmente il rischio di patologie cardiovascolari, per cui se ne raccomanda un consumo giornaliero per garantire un miglior stato di salute.

D’altra parte, frutta e verdura contengono elevate quantità di antiossidanti, sostanze che ritardano l’invecchiamento e le complesse malattie associate all’età, secondo uno studio pubblicato su Current Aging Sciences.

Nutrizionista consiglia di mangiare frutta e verdura.
Il consumo di frutta e verdura è legato ad un minor rischio di diabete e malattie cardiache. Non consumarne abbastanza aumenta invece eventuali patologie croniche.

Vi può interessare: Lavare la frutta e la verdura per evitare il contagio da Coronavirus

Mangiamo frutta e verdura per moda?

Anche se è vero che negli ultimi tempi sono sempre di più le persone che scommettono su un’alimentazione sana e ricca di frutta e verdura, possiamo dire per certo che si tratta di un’abitudine che va ben oltre la semplice moda.

È vero che il numero di vegetariani e vegani è aumentato, alcuni per tendenza e altri per fattori come quello religioso o il rispetto per gli animali. In ogni caso, è sempre fondamentale conoscere il modo giusto per realizzare la transizione verso questo stile di vita.

Moda o non moda, mangiare frutta e verdura è necessario per mantenere una buona salute e prevenire le malattie. La combinazione di questi alimenti con altri nel creare una dieta bilanciata garantisce buona parte dei nutrienti essenziali per l’uomo.

Frutta e verdura ogni giorno

Le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sono le seguenti:

  • Mangiare almeno 400 grammi o cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.
  • Includere verdure in tutti i pasti.
  • Preparare snack con frutta secca e verdure crude.
  • Prediligere frutta e verdura di stagione.
  • Mangiarne una selezione ampia e variata.
Banco di frutta e verdura colorate.
Non ci sono limitazioni circa i consumi massime di frutta e verdura. Si consiglia sempre di scegliere prodotti vari e di stagione, più freschi e meno costosi.

Esiste poi un’organizzazione promotrice diffusa a livello mondiale che segue lo slogan di “5 al giorno” e che diffonde informazioni utili per rispettare i consumi minimi giornalieri, adattandoli perfino ad ogni paese. Una reazione equivale a:

  • 140-150 grammi di verdure e ortaggi, a crudo e ripuliti. Sottolinea che è consigliabile mangiarne due razioni al giorno.
  • 140-150 grammi di frutta, a crudo e ripulita. L’ideale è consumarne 3 razioni al giorno.

Leggete anche: La frutta aiuta a dimagrire: mito o realtà?

Non esistono limitazioni circa la quantità massima da consumare, il tipo di frutta o verdura e il metodo di preparazione. Si raccomanda soltanto di variare la scelta dei vegetali e di preferire frutta e verdura di stagione, più fresche ed economiche.

Se qualche frutto o ortaggio non vi piace non dovete costringervi a mangiarlo, vi basterà selezionare quelli che vi piacciono e mangiarli più volte durante la giornata.

Consumare frutta e verdura con regolarità

Il consumo di frutta e verdure è essenziale per mantenersi in salute. È importante garantire la presenza di questi alimenti nella dieta di tutti i giorni, con l’obiettivo di ritardare l’invecchiamento e di ridurre la tendenza a sviluppare patologie complesse.

Se non vi piace il sapore potete sempre mangiarle in combinazione con altri alimenti e aumentarne le dosi progressivamente. Esistono tantissime ricette che vi aiutano a trasformare l’aspetto e il sapore dei vegetali per renderli più gustosi se non siete abituati a mangiarli.

Infine, ricordate che potete sempre rivolgervi ad un nutrizionista se ritenete necessario un consulto sulla vostra dieta o la stesura di un menù più sano.

  • Aune D, Giovannucci E, Boffetta P, et al. Fruit and vegetable intake and the risk of cardiovascular disease, total cancer and all-cause mortality-a systematic review and dose-response meta-analysis of prospective studies. Int J Epidemiol. 2017;46(3):1029–1056. doi:10.1093/ije/dyw319
  • Miller V., Mente A., Dehghan M., Rangarajan S., et al., Fruit, vegetable and legume intake, and cardiovascular disease and deaths in 18 countries (PURE): a prospective cohort study. Lancet, 2017. 390: 2037-2049.
  • Galvan YP., Alperovich I., Zolotukhin P., Prazdonva E., et al., Fullerenes as anti aging antioxidants. Curr Aging Sci, 2017. 10 (1): 56-67.