Musicoterapia per abbassare la pressione

La musicoterapia può aiutarci a rilassarci e a controllare la respirazione. Di conseguenza, anche il nostro ritmo cardiaco si normalizzerà e si stabilizzeranno i livelli di pressione arteriosa

L’ipertensione è forse la principale preoccupazione di adulti e anziani. Tensiometri e pillole sono la nostra garanzia di prevenzione, ma c’è una nuova alternativa in vista: la musicoterapia.

Le emozioni estreme sono un fattore scatenante per l’ipertensione. I medici lo sottolineano sempre e, poiché si tratta di un disturbo principalmente emotivo, la dieta e le medicine aiutano, ma non da sole non possono fare molto.

Se vogliamo lavorare sull’ipertensione da un punto di vista comportamentale, la musica può essere un’opzione che molti non hanno ancora esplorato.

In che modo la musicoterapia può aiutarci ad abbassare la pressione?

In che modo la musicoterapia può aiutarci a controllare l'ipertensione?

È stato scientificamente dimostrato che alcune melodie riescono a regolare e influenzare la pressione sistolica e diastolica.

In questo modo, potrebbero essere prevenuti problemi come ipertensione, malattie cardiovascolari e preinfarti.

Ritmi lenti e musica armonica possono migliorare la vasodilatazione del 26%. Questo ci aiuta anche a evitare malattie cardiache, soprattutto quando sono legate a cambiamenti d’umore, rabbia e altre cause di origine emotiva.

Tuttavia, non tutti i tipi di musica hanno la stessa influenza sull’essere umano.

Leggete questo articolo: Rimedi naturali per l’ipertensione

La musica classica ha effetti positivi

Secondo alcuni specialisti, l’effetto positivo della musica classica sulla vasocostrizione è indiscusso.

Sono stati condotti numerosi esperimento al riguardo. Classici come “Serenata n. 13 in Sol Maggiore” di Mozart o “Le quattro stagioni” di Vivaldi sono stati sottoposti a test scientifici e i risultati sono stati sorprendenti.

Naturalmente, anche altri stili possono apportare benefici al sistema circolatorio.

In effetti, la musica da meditazione è perfetta se si vuole abbassare la pressione ed è pensata per lavorare su problemi comportamentali e apportare benefici a chi la ascolta. Si tratta di un’elaborata espressione di musicoterapia.

Noi stessi possiamo sperimentare gli effetti della musicoterapia

Noi stessi possiamo sperimentare gli effetti della musicoterapia

È stato dimostrato che stimoli come la risata, l’ambiente o la musica sono determinanti nella nostra emotività e influenzano lo stato della nostra pressione arteriosa.

Ascoltare una canzone che ci piace genera uno stimolo emotivo. E il suo effetto è evidente sin dal momento in cui mettiamo le cuffie.

Accade lo stesso quando ascoltiamo una melodia per meditare o per rilassarci. Molte fanno uso di suoni naturali e delicati che ci fanno sentire come se ci trovassimo in luoghi tranquilli e piacevoli.

Al contrario, quando ascoltiamo musica rock o dance, l’effetto tende a essere opposto.

Leggete questo articolo: Ridere è fondamentale per la salute e la vita

Effetto rilassante

Non c’è ancora un dominio totale sull’argomento, ma alcuni ricercatori chiamano questo fenomeno “effetto rilassante”.

Allontanare lo stress e la distensione emotiva e psicologica aiutano a prevenire innalzamenti della pressione arteriosa.

E la musicoterapia induce una sensazione rilassante, sebbene non sia l’unica tecnica che ci consente di ottenere tale effetto. Respirare a fondo, fare una gita o sdraiarsi su un divano hanno effetti simili.

Oggi i ricercatori ritengono che questo effetto di rilassamento sia il modo più rapido per ridurre lo stress in modo naturale. E questo senza ricorrere a nessun farmaco.

I più ottimisti credono che la musica possa sostituire i trattamenti medici ipertensivi, almeno in alcuni pazienti.

Leggete anche: Consigli per rilassarsi in momenti di stress e nervosismo

La musicoterapia: un esercizio di rilassamento consigliato

Se ci sentiamo sopraffatti da una forte emozione o il tensiometro indica un anomale innalzamento della pressione arteriosa, dobbiamo porvi rimedio.

  • La cosa migliore è ascoltare una musica soft, con ritmi lenti e di nostro gradimento.
  • Possiamo andare in una stanza in cui stare soli o in un ambiente più confortevole.
  • L’idea è sdraiarsi in un posto comodo e iniziare a respirare profondamente mentre ascoltiamo le canzoni.
  • A poco a poco ridurremo l’intensità della respirazione.

In questo modo, diverse tecniche di rilassamento sono combinate con l’obiettivo di poter evitare l’ipertensione e i suoi effetti nocivi sulla salute.

La musica ci consente di ridurre lo stress

La musicoterapia ci offre numerosi vantaggi. Il primo è che questa tecnica ci permette di ottenere risultati senza dover affrontare i tipici effetti collaterali dei farmaci ipertensivi.

Inoltre, ci consente di godere di una migliore qualità di vita. Avremo altri strumenti per combattere lo stress, la fatica e cercheremo un momento per abbandonare le tensioni.

Altro incredibile vantaggio è che non avremo bisogno di spendere per ottenere gli incredibili benefici offerti dalla musicoterapia. Un dispositivo elettronico, auricolari e uno spazio accogliente sono più che sufficienti.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche