Nervi cranici: quali funzioni hanno?

18 Aprile 2021
I 12 nervi cranici controllano e intervengono in numerosi movimenti e sensazioni che eseguiamo quotidianamente. Essendo così importanti, vogliamo spiegarvi le loro funzioni principali.

I 12 nervi cranici, o nervi encefalici, ci consentono di svolgere le attività quotidiane in modo confortevole ed efficiente. Sono responsabili del trasporto di determinate informazioni dai nostri sensi al cervello e dal cervello ad alcuni muscoli e organi.

Tali nervi corrono attraverso piccoli orifizi alla base del cranio, collegati al cervello. Da qui, si diramano verso varie parti del corpo per svolgere le loro funzioni.

I 12 nervi cranici che vedremo in questo articolo possono essere facilmente raggruppati in base alle loro funzioni. Pertanto, i nervi ottici, olfattivi e vestibolo-cocleare hanno una funzione sensoriale.

Al contrario, i nervi oculomotori, trocleare, abducente, accessorio e ipoglosso hanno funzioni motorie. Infine, il nervo trigemino, facciale, glossofaringeo e vago sono sensoriali e motori.

Le funzioni dei nervi cranici

Prima di addentrarci nelle varie funzioni di ciascun nervo cranico, o nervo encefalico, è importante sapere che il loro ordine è indicato in numeri romani dal minore al maggiore.

Nervo olfattivo (I)

Funzione nervo olfattivo.
Questo nervo si collega a un’area specializzata chiamata bulbo olfattivo.

Questo nervo cranico è responsabile della trasmissione degli stimoli olfattivi dal naso al cervello. Ha origine nelle cellule del bulbo olfattivo ed è il più corto dei 12 nervi cranici.

Potreste essere interessati a leggere: 6 trucchi per rafforzare il sistema nervoso

Nervo ottico (II)

La funzione principale di questo nervo cranico è trasmettere gli stimoli visivi dall’occhio al cervello. È costituito dagli assoni delle cellule gangliari della retina.

Questi ultimi trasportano le informazioni dai fotorecettori al cervello, dove verranno poi integrate e interpretate. Il nervo ottico ha origine nel diencefalo.

Nervo oculomotore (III)

La funzione principale di questo nervo cranico è controllare il movimento degli occhi. È anche responsabile delle dimensioni della pupilla. Ha origine nel mesencefalo.

Nervo trocleare o patetico (IV)

Presenta funzioni motori e alcune funzioni somatiche. È collegato al muscolo obliquo superiore dell’occhio, che può fare ruotare e separare dal bulbo oculare. Come il precedente nervo cranico, ha origine nel mesencefalo.

Nervo trigemino (V)

Come già sappiamo, è un nervo con funzioni miste, ovvero sia motorie sia  sensoriali. È il nervo cranico più lungo.

Trasporta le informazioni sensoriali al viso, le trasmette ai muscoli masticatori, tende il timpano e il palato molle e, inoltre, raccoglie informazioni sensoriali dal viso e dalle sue mucose.

Nervo abducente (VI)

Come suggerisce il nome, si tratta di un nervo motorio. È responsabile della trasmissione degli stimoli motori al muscolo retto esterno dell’occhio. Oltre a ciò, consente all’occhio di spostarsi verso il lato opposto al naso.

Nervo faciale (VII)

È un altro dei nervi con funzioni miste. Presenta diverse fibre nervose che svolgono varie funzioni come:

  • Inviare comandi ai muscoli del viso per dare origine alle espressioni facciali.
  • Inviare segnali alle ghiandole salivari e lacrimali.
  • Raccogliere le informazioni del gusto attraverso la lingua.

Leggete anche: Nervi spinali cervicali, tutto quello che c’è da sapere

Nervo vestibolo-cocleare (VIII)

È un nervo sensoriale. Anche conosciuto come nervo stato-acustico, è composto da due rami (nervo vestibolare e cocleare) che si uniscono formando il nervo vestibolo-cocleare.

La funzione di questo nervo cranico è mantenere l’equilibrio e l’orientamento nello spazio. Si occupa anche della funzione uditiva.

Nervo glossofaringeo (IX)

Neuroni dentro nervo.
Questi nervi sono molto importanti per tutto il corpo.

Raccoglie informazioni sensoriali dalle papille gustative presenti sulla lingua e dalla faringe. Oltre a ciò, invia ordini alle ghiandole salivari e ai vari muscoli del collo che facilitano la deglutizione.

Nervo vago (X)

Il nervo cranico numero 10 è il nervo vago, o pneumogastrico. Ha origine nel midollo allungato e innerva nei seguenti organi:

  • Faringe.
  • Esofago.
  • Laringe.
  • Trachea.
  • Bronchi.
  • Cuore.
  • Stomaco.
  • Fegato.

Interviene anche nella deglutizione e, inoltre, invia e trasmette segnali al sistema nervoso autonomo e può persino aiutare a regolare l’attivazione corporea e controllare i livelli di stress, tra le altre funzioni.

Nervo accessorio (XI)

Conosciuto anche come nervo spinale, è un nervo motore e probabilmente uno dei più puri. È responsabile del movimento cefalico e rotatorio poiché innerva il muscolo sternocleidomastoideo. Pertanto, consente la rotazione della testa e delle spalle.

Nervo ipoglosso (XII)

È uno dei 12 nervi cranici. Ha funzioni motorie e, come il nervo vago e glossofaringeo, interviene nei muscoli della lingua e nell’azione della deglutizione.

I nervi cranici sono strutture molto importanti

Come potete vedere nell’articolo, i nervi cranici hanno funzioni molto specifiche e vitali per l’organismo. Ci sono molte malattie in grado di lesionare uno o più di tali nervi, provocando segni clinici abbastanza caratteristici.

  • Tortora, G., & Derrickson, B. (2009). Nervios Craneales. Principios de Anatomía y Fisiología2.
  • Linda Wilson, Patricia A Stewart, Elizabeth J Akesson, S. D. S. (2013). Sistema Nervioso. Nervios Craneales En La Salud y En La Enfermedad.
  • Duque, J., & Duque, C. (2016). Nervio Terminal: El Par Craneal Cero. Med Unab.