Odore intimo sgradevole: 9 rimedi naturali

20 agosto 2018
Un odore intimo sgradevole potrebbe indicare un'infezione o un problema batterico di cui prendersi cura

La vagina ha un ambiente umido, ricco dal punto di vista della flora e di fluidi, cosa che produce umidità e secrezioni. Le secrezioni vaginali sono prodotto della combinazione di questi fluidi e batteri e, a volte, possono provocare un odore intimo sgradevole.

Un odore intimo sgradevole può essere dovuto a una crescita eccessiva di lieviti (funghi) o batteri vaginali che si sviluppano in questa zona. Può essere molto imbarazzante, ma in alcuni casi, ad esempio durante le mestruazioni, è normale.

Il cattivo odore vaginale è descritto come un odore di pesce e spesso è accompagnato da prurito e arrossamento della vagina, secrezione gialla o bianca, bruciore e irritazione.

Così come i piedi o il fiato hanno un odore caratteristico, anche la vagina ha il suo odore per via della presenza di batteri.

La vaginosi batterica e la candidosi vaginale provocano uno sgradevole odore intimo, e possono comparire sporadicamente durante l’età fertile.

Odore intimo sgradevole: possibili cause

Secchezza vaginale

  • Frequenti irrigazioni vaginali
  • Una scarsa igiene personale e sporadico cambio degli assorbenti esterni o interni
  • Uso di prodotti durante i rapporti sessuali
  • Consumo di alcuni alimenti
  • Cause ormonali
  • Indumenti aderenti o rimanere per molto con indumenti bagnati
  • Aumento dei batteri che regolano il pH vaginale
  • Infezioni
  • Malattie sessualmente trasmissibili
  • Fistola retto-vaginale
  • Cancro cervicale uterino

Leggete anche: 7 consigli per combattere le infezioni vaginali da funghi

Causa del cattivo odore vaginale

Il cattivo odore vaginale è causato da una carenza o un eccesso di batteri che vivono naturalmente nella vagina.

Quando vi è un eccessivo aumento dei batteri responsabili della regolazione del pH della vagina, si produce un flusso grigio o giallo molto denso che si decompone rapidamente e genera questo cattivo odore.

La vagina ha un suo proprio sistema di pulizia, motivo per cui le irrigazioni vaginali sono completamente inutili. Quando non si tratta di una condizione grave, un’infezione vaginale può essere alleviata con rimedi naturali preparati in casa.

Rimedi naturali contro il cattivo odore vaginale

1. Yogurt

Yogurt

Lo yogurt aiuta a liberarsi dell’odore intimo sgradevole. È ricco di lattobacilli, che sono batteri sani che riducono l’infezione causata da funghi all’interno della vagina. Ristabiliscono il pH vaginale, eliminando il cattivo odore.

Potete mangiarlo (almeno 2 tazze tutti i giorni) o applicarlo localmente.

Ingredienti

  • ¼ di tazza di yogurt (50 g)
  • 1 batuffolo di cotone

Cosa fare?

  • Immergete il batuffolo di cotone nello yogurt.
  • Applicate delicatamente nella vagina con movimenti delicati.
  • Lasciate in posa per 10 minuti.
  • Lavate con acqua e asciugate.
  • Ripetere questa procedura tre o quattro volte al giorno.

Nota: Se siete allergiche ai latticini, evitate questo rimedio.

Vi consigliamo di leggere anche: Come preparare facilmente lo yogurt naturale in casa

2. Rimedi con aglio

L’aglio è antibatterica, dunque elimina i batteri nocivi che causano un forte odore vaginale. Mettete in pratica i seguenti suggerimenti:

  • Mangiate 1 o 2 spicchi di aglio crudo e bevete un bicchiere di acqua calda al mattino, a stomaco vuoto.
  • Includete l’aglio nei vostri piatti, ad esempio nelle insalate e nelle salse.

3. Aceto di mele

Aceto di mele

Questo prodotto ha proprietà antimicotiche e antimicrobiche. Equilibra i livelli del pH in modo molto efficace.

Cosa fare?

  • Riempite la vasca con acqua calda e aggiungete 3 tazze di aceto di mele (750 ml).
  • Sedetevi in questa acqua per 20 o 30 minuti.
  • Ripetete questo rimedio 1 o 2 volte a settimana.
  • Se il cattivo odore persiste, è possibile aumentare la frequenza a 4 o 5 volte a settimana.

Alternative

  • Diluite un po’ di aceto di mele con acqua e sciacquate la vagina.
  • Imbevete un tampone nella soluzione sopraindicata e inseritelo nella vagina da 30 a 60 minuti.
  • Aggiungete 3 cucchiai di aceto (30 ml) in 1 tazza di acqua (250 ml) e bevete ogni giorno per bilanciare il livello di pH del vostro corpo.

4. Tea tree oil

Il tea tree oil è il miglior antisettico naturale conosciuto. Libera rapidamente il corpo dai germi e dai batteri.

Solo poche gocce di questo forte antisettico e antibatterico in un po’ d’acqua sono sufficienti per curare l’odore intimo sgradevole.

Cosa fare?

  • Aggiungete 4 o 5 gocce di tea tree oil nell’acqua della vasca e rimanete immerse per 20 o 30 minuti.
  • Quindi lavate con acqua e asciugatevi.
  • Ripetete questa procedura 2 o 3 volte al giorno.

5. Bicarbonato di sodio

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio può equilibrare il livello del pH vaginale.

Ingredienti

  • 1 bicchiere di acqua (200 ml)
  • Un cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 g)

Cosa fare?

  • Mescolate il bicarbonato di sodio con acqua e lavate la zona genitale.
  • Realizzate questo procedimento regolarmente.

Alternative

  • Aggiungete mezza tazza (75 g) di bicarbonato di sodio all’acqua della vasca e rimanete immerse per circa 20 minuti.
  • Serve come trattamento per le infezioni da lieviti ed elimina il cattivo odore.

6. Allume

Le proprietà antisettiche e astringenti dell’allume sono ideali in quanto limitano la crescita di batteri che danno luogo al cattivo odore nella vagina.

Cosa fare?

  • Mescolate da ¼ a ½ cucchiaino (1,25 o 2,5 g) di polvere di allume in poca acqua e usate questa miscela per lavare la vagina e l’area circostante.
  • Potete aggiungere ¼ di cucchiaino (1,25 g) di polvere di allume in un bicchiere d’acqua (200 ml) e assumerlo due volte al giorno.

7. Rimedio con foglie di guava

Rimedio con foglie di guava

Le foglie di guava hanno proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antibatteriche, nonché alcuni tannini. Bollite forniscono una soluzione eccellente per curare i problemi di flusso e cattivo odore vaginale.

Ingredienti

  • 3 cucchiai foglie guava (30 g)
  • 4 tazze di acqua (1 litro)

Cosa fare?

  • Aggiungete le foglie di guava al litro di acqua e portate ad ebollizione.
  • Lasciate in infusione finché non si riducono a metà.
  • Attendete che si raffreddino, filtrate e usate l’acqua per lavare la zona vaginale.
  • Ripetere questa operazione due volte al giorno.

8. Uva spina indiana

Mangiare un po’ di uva spina vi aiuterà a sbarazzarvi dell’odore intimo sgradevole e di altre infezioni. Si tratta di un rimedio naturale per ridurre il flusso vaginale che provoca cattivi odori.

L’uva spina può essere mangiata cruda, in polvere mescolata con acqua o come integratore.

Cosa fare?

  • Mescolate 1 cucchiaino (5 g) di polvere di uva spina con 1 cucchiaino di miele (7,5 g) fino a formare un impasto e consumatelo due volte al giorno per almeno un mese.
  • Prendete 2 cucchiai (20 ml) di succo di uva spina e mescolateli con 1 cucchiaino di miele (5 g). Assumente questa miscela due volte al giorno per un mese.

9. Latte e curcuma

Curcuma

È un antibatterico naturale che uccide i batteri e mantiene la vagina protetta contro le infezioni virali. È utile per eliminare l’odore vaginale e in caso di secchezza vaginale.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere (10 g)
  • 1 bicchiere di latte (200 ml)

Cosa fare?

  • Scaldate il latte e aggiungete la curcuma.
  • Mescolate bene e bevete
  • Ripetete ogni giorno fino a guarigione.

Odore intimo sgradevole: altri consigli

  • Bevete molta acqua.
  • Non consumate bevande contenenti caffeina.
  • Evitate i cibi molto conditi e ricchi di amido.
  • Consumare abbondanti agrumi ricchi di vitamina C.
  • Evitate rapporti sessuali non protetti.
  • Indossate biancheria intima in tessuto traspirante come il cotone.
  • Durante il periodo mestruale, cambiate frequentemente gli assorbenti esterni ed interni.
  • Evitate indumenti stretti.
  • Lavate l’area genitale esterna con sapone neutro e molta acqua.
  • Non effettuate irrigazioni vaginali.

Qualunque sia la ragione, il cattivo odore vaginale è sempre molto imbarazzante, e può farci sentire a disagio e insicure. Non lasciate che condizioni la vostra vita sociale ed eliminatelo completamente.

Se siete preoccupate per questa condizione, consultate il vostro medico, soprattutto se presentate altri segnali e sintomi quali prurito, bruciore, irritazione o flussi.

Guarda anche