Oli essenziali contro i disturbi della stagione invernale

Espettoranti, lenitivi e antisettici: gli oli essenziali sono una valida alternativa per trattare e prevenire i disturbi lievi tipici della stagione invernale.
Oli essenziali contro i disturbi della stagione invernale

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre, 2021

Grazie all’aiuto di alcuni oli essenziali dalle proprietà espettoranti e anti-infettive possiamo alleviare i sintomi influenzali e la bronchite. Non aiutano solo nel trattamento delle forme lievi, ma sono anche efficaci nella prevenzione.

L’olio essenziale è l’essenza volatile estratta dalla pianta aromatica. Si ottiene dalla distillazione e dalla cattura del suo vapore acqueo. Queste essenze possono essere usate da sole o in combinazione con altre essenze, sotto forma di sciroppi, compresse, gocce, spray, diffusori per ambiente o aerosol.

L’aromaterapia scientifica è lo studio degli oli essenziali. È una disciplina che si basa su una rigida metodologia, con dati scientifici solidi e studiati in laboratorio. L’aromaterapia consiste, in sostanza, nella somministrazione di oli essenziali a scopo terapeutico: un metodo naturale, che sfrutta l’attività delle molecole biochimiche contenute negli oli.

I seguenti otto oli essenziali sono molto utili nella stagione invernale.

1. Abete balsamico

L’olio essenziale di abete attenua l’infiammazione e l’arrossamento della pelle e delle mucose; inoltre è un antisettico. Non presenta tossicità ed è delicato sulla pelle e sulle mucose, è l’ideale quindi per i bambini piccoli e per le pelli sensibili.

Ha una buona compatibilità con le vie respiratorie, sulle quali esercita un effetto decongestionante e lenitivo. Questo vale soprattutto per le mucose polmonari e per le bronchiti croniche.

2. Eucalipto mentolato

Si tratta di un’essenza strettamente legata alla salute dell’apparato respiratorio. Grazie al suo profilo molecolare, ha azione mucolitica e coadiuvante dell’espettorazione.

Inoltre è utile in caso di raffreddore, infiammazioni della gola e delle orecchie, sia di natura acuta che cronica. Tuttavia, non è adatto in gravidanza, durante l’allattamento o sui neonati. In genere, però, è ben tollerato dalla pelle e delle mucose.

Olio essenziale di eucalipto.
L’eucalipto, soprattutto il suo olio essenziale, è utile per le affezioni respiratorie.

L’olio essenziale di questa varietà di eucalipto che proviene dall’Australia può essere utilizzato come diffusore per ambienti. Agisce come antisettico sulle vie respiratorie, ha effetto decongestionante sui polmoni e aiuta a sciogliere il catarro.

Ha anche proprietà antivirali, antibatteriche e antimicotiche. Insomma, è un olio essenziale davvero completo, che oltretutto offre sollievo da qualunque tipo di dolore.

5. Camomilla romana

Sin dall’antichità la camomilla romana è apprezzata per la capacità di trattare l’asma nervosa, la dispnea, il fiato corto o la tosse nervosa. L’olio essenziale di camomilla romana ha un effetto antinfiammatorio, antispastico, analgesico e sedativo.

Ha un’azione intensa e sembra agire rapidamente. Infine, è assolutamente sicura, oltre a lenire la pelle e le mucose.

6. Pino silvestre

La molecola principale dell’olio essenziale di pino silvestre è il pinene. Questa molecola gli conferisce proprietà balsamiche utili alla mucosa polmonare, decongestionanti e antisettiche atmosferiche.

Tuttavia, è necessario diluirlo in un olio vegetale o in altri oli essenziali chemiotipizzati, non irritanti. In questo modo la sua percentuale di concentrazione non sarà superiore al 50%.

Olio essenziale di camomilla.
Le proprietà benefiche dell’olio essenziale di camomilla sono note sin dall’antichità.

7. Ravintsara CT cineolo

Questo olio essenziale è noto fin dagli anni ’80. Grazie alla sua composizione, che contiene cineolo, vanta un’azione anticatarrale e una spiccata azione antivirale in caso di raffreddore, influenza e sinusite.

Rafforza, inoltre, le difese naturali dell’organismo, per cui è davvero utile nel prevenire le infezioni. Risulta particolarmente indicata in contesti come residenze per anziani o asili.

Oltre alla gradevole fragranza, l’olio essenziale di ravintsara offre energia e vitalità. Infine, è altamente tollerabile dalla pelle.

8. Timo CT tujanolo

Il timo CT tujanolo si è dimostrato efficace sia nell’area otorinolaringologica che in quella delle vie respiratorie superiori e inferiori. Presenta un’azione antibatterica, antivirale e antimicotica ad ampio spettro.

Dà sollievo dal mal di gola, dalla bronchite e dalla sinusite. Inoltre, tra gli oli essenziali, viene considerato un antibiotico naturale ed è di facile applicazione.

Gli oli essenziali, insostituibili nella stagione invernale

Questi otto oli essenziali sono una valida alternativa per trattare e prevenire i disturbi lievi tipici della stagione invernale. Il supporto dei dati scientifici, l’ampiezza dei casi clinici registrati avallano il loro utilizzo, e sono ormai noti i dosaggi fisiologici e terapeutici. Ciò permette di evitare il rischio di tossicità, preservando la massima efficacia di queste essenze.

Potrebbe interessarti ...
I poteri del timo: dalla tisana all’olio essenziale
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
I poteri del timo: dalla tisana all’olio essenziale

Scopriamo insieme tutti i poteri del timo e come utilizzare questo prezioso dono della terra per svariate preparazioni salutari e gustose.



  • Rodríguez, M., Alcaraz, L., & Real, S. (2012). Procedimientos para la extracción de aceites esenciales en plantas aromáticas. Secretaria de Agricultura, Ganaderia, Desarrollo Rural, Pesca y Alimentación (SAGARPA).

  • AGUDELO, L., GOMEZ, G., DURAN, D., STASHENKO, E., & BETANCUR, L. (2010). Composición química y evaluación de la actividad antiherpética in vitro de aceites esenciales de Lippia alba (Mill) N.E Brown y sus componentes mayoritarios. Rev. Univ. Ind. Santander. Salud.

  • Sánchez, Y., Pino, O., Correa, T. M., Naranjo, E., & Iglesia, A. (2009). Estudio Químico Y Microbiológico Del Aceite Esencial De. Revista de Protección Vegetal.