Oli vegetali per idratare i capelli

14 luglio 2014
Se i vostri capelli sono rovinati a causa dell' uso del phon, questi olii restituiranno alle vostre chiome tutto il loro splendore. Continuate a leggere per scoprire tutte le loro proprietà.

Ci sono molti fattori che danneggiano la struttura capillare, come il clima, l’uso dei phon, le tinte, i prodotti fissanti, lo stress, la cattiva alimentazione, ecc. È per questo motivo che è bene utilizzare abitualmente delle maschere nutritive.

Tuttavia, esiste un’opzione ancora più naturale ed economica: gli oli vegetali. Ognuno di essi apporterà dei benefici specifici, ma tutti nutriranno i nostri capelli risparmiandoci l’utilizzo di prodotti artificiali. In questo articolo vi spieghiamo quali sono e come utilizzarli.

Questi oli sono molto indicati per chi ha i capelli secchi o danneggiati oppure per nutrirli dopo l’estate o durante periodi specifici. Le persone con i capelli grassi dovranno evitarli, ma possono essere utilizzati da chi ha le punte dei capelli molto secche o le doppie punte, facendo attenzione ad evitare il contatto con il cuoio capelluto.

capelli

Olio di sesamo

In India l’olio di sesamo è molto utilizzato per massaggiare il corpo e i capelli, e in questo secondo caso è un aiuto per prevenire la calvizie e la forfora. È abbastanza grasso, per questo bisognerà utilizzarlo per massaggiare tutti i capelli e il cuoio capelluto solo nel caso di capelli secchi. Questo olio è altamente antiossidante, ricco di vitamine e minerali, e ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie ed antimicotiche.

sesamo

Olio di lino

Il contenuto di acidi grassi Omega 3 dell’olio di lino si prende cura dei nostri capelli e li idrata in profondità, per questo oltre a consumarlo possiamo applicarlo esternamente. Il lino, inoltre, contiene vitamina E, mucillagine, proteine e iodio, tra gli altri componenti.

Non ha una consistenza eccessivamente grassa, per cui può essere applicato su tutti i tipi di capelli. Lo raccomandiamo soprattutto per chi tende ad avere le doppie punte o le punte rovinate.

Olio di mandorla

L’olio di mandorla è uno dei più conosciuti ed utilizzati, poiché si tratta di uno dei più economici ma non per questo motivo vanta meno proprietà. È l’ideale per i capelli molto secchi e che si rompono facilmente, perché conferisce morbidezza; inoltre, riesce a togliere un po’ di volume ai capelli elettrici o troppo voluminosi.

mandorle

Olio di neem

Questo olio non è conosciuto tanto quanto i precedenti; tuttavia, ha delle ottime proprietà per i nostri capelli. Questo albero di origine indiana veniva usato tradizionalmente nella medicina ayurvedica con molto successo, ed è sempre più diffuso nelle erboristerie e negozi di prodotti naturali anche occidentali. Questo olio contiene steroli vegetali e acidi grassi essenziali, come l’Omega 3, l’Omega 6 e l’Omega 9, oltre all’azadiractina, un limonoide che risulta particolarmente benefico come battericida. Il neem vi aiuterà a trattare i problemi di secchezza, prurito, forfora, psoriasi, caduta dei capelli, pidocchi, ecc.

Olio di cocco

L’olio di cocco vergine, con il suo delizioso aroma e la sua consistenza delicata, è il segreto di molte donne indiane, che sfoggiano sempre chiome sane e belle. Potete applicarlo sui capelli e sul cuoio capelluto prima di lavarli, massaggiando bene per far sì che penetri in profondità. Sarà molto utile in caso di forfora, dermatite seborroica o prurito in generale, visto che ha proprietà antibatteriche. Se avete i capelli molto grassi, potete seguire la stessa procedura ma utilizzando del latte di cocco.

olio

Come bisogna applicarli?

Applicate sui capelli asciutti l’olio che avete scelto, dalla metà dei capelli fino alle punte oppure, se sono molto secchi, dal cuoio capelluto. Poi avvolgete la testa con della pellicola trasparente e un asciugamano e lasciate agire per mezz’ora. Potete anche lasciarlo tutta notte. Dopo di che, lavate i capelli come fate abitualmente.

Le persone che hanno le doppie punte possono anche applicarvi qualche goccia dopo aver lavato i capelli. E per chi ha i capelli molto secchi e spenti raccomandiamo di mettere due o tre gocce sul palmo della mano, sfregare le mani distribuendo bene l’olio e poi passarle sui capelli, massaggiandoli e pettinandoli.

Un’altra opzione per chi invece ha dei capelli tendenzialmente grassi è quella di mischiare in parti uguali l’olio con del gel di aloe vera naturale, in modo che la maschera naturale non sia così grassa, ma permetta comunque di idratare e nutrire bene i capelli.

Potete anche aggiungere gli oli a maschere, shampoo o tinte naturali, come quelli a base di henné.

Immagini per gentile concessione di cottonseedoil, sweetbeetandgreenbean e veganbaking.net

Guarda anche