Osteosarcoma: cos’è e quali trattamenti sono indicati?

29 Gennaio 2021
L'osteosarcoma è il tipo più comune di cancro alle ossa e colpisce soprattutto i giovani. Come si manifesta? Come viene effettuata la diagnosi? Lo spieghiamo in questo articolo.

L’osteosarcoma è un cancro alle ossa che si sviluppa a partire dalle cellule responsabili della formazione dell’osso (chiamate osteoblasti). Si tratta del tipo più comune di cancro alle ossa.

Rappresenta circa il 3% dei tumori che si verificano durante l’infanzia, dunque è una neoplasia rara. In genere colpisce le ossa lunghe, come quelle delle gambe, ma può interessare qualsiasi osso. Nella maggior parte dei casi l’osteosarcoma compare in giovane età, ma può presentarsi anche in una successiva fase del ciclo vitale.

Il trattamento e la prognosi variano notevolmente a seconda dell’estensione, della posizione e dello stadio di sviluppo. Le metastasi ad altri organi sono comune e può essere fatale.

In questo articolo spieghiamo tutto quello che bisogna sapere sul decorso e i possibili trattamenti dell’osteosarcoma.

Cos’è l’osteosarcoma?

È un tumore maligno che si sviluppa a partire dalle cellule che formano le ossa, ovvero gli osteoblasti. Queste sono responsabili della crescita e del continuo rinnovamento delle ossa.

Per questo motivo, l’osteosarcoma colpisce soprattutto adolescenti e bambini, periodo vitale durante il quale le suddette cellule presentano la loro maggiore attività.

La parte del corpo più spesso colpita dall’osteosarcoma è il ginocchio. Purtroppo, non c’è modo di prevenirlo. Può essere trattato solo se diagnosticato precocemente, quando non ha ancora causato gravi danni all’area o sviluppato metastasi.

Potrebbe piacervi: Cibi ricchi di calcio e vitamina D per la salute delle ossa

Quali sintomi provoca?

Osso del ginocchio.
Inizialmente i sintomi dell’osteosarcoma vengono scambiati per lesioni o altre patologie ossee. È essenziale consultare un medico.

L’osteosarcoma si manifesta con sintomi aspecifici che possono essere confusi con altri problemi di salute, come una lesione da sport. Per questo motivo è importante consultare sempre il medico per chiarire qualsiasi dubbio.

Inizialmente, l’osteosarcoma causa dolore a un osso o a un’articolazione. Potrebbe presentarsi gonfiore in prossimità di un osso. Talvolta, inoltre, può provocare una lesione spontanea o una frattura ossea.

In genere questo tumore colpisce la gamba o il braccio, dove si trovano le ossa più lunghe. Se provoca dolore, questo può essere aggravato dall’esercizio fisico.

Il dolore può manifestarsi di notte e impedire alla persona di dormire. Nel caso dei bambini, il segno più evidente è che iniziano a zoppicare o hanno difficoltà a camminare.

Quali sono i fattori di rischio per l’osteosarcoma?

Le cause dell’osteosarcoma sono ancora sconosciute. Tuttavia, sono stati individuati alcuni fattori che aumentano il rischio di soffrirne. Alcune di essi sono:

  • Essere un adolescente maschio. 
  • Soffrire di alcune malattie genetiche, come il retinoblastoma ereditario (tumore della retina) o la sindrome di Li-Fraumeni (mutazione genetica).
  • Aver ricevuto un trattamento con radioterapia per un altro tumore.

Potreste essere interessati: Metastasi alle ossa: sintomi e trattamento

Come viene diagnosticato e qual è il trattamento?

Per diagnosticare l’osteosarcoma, il medico deve studiare in modo approfondito la storia clinica del paziente ed effettuare un esame obiettivo. Inoltre, sono di solito necessari esami complementari, come radiografie o TAC.

In alcuni casi viene eseguita una biopsia in modo che il tumore possa essere analizzato in laboratorio. Questa analisi determinerà lo stadio di sviluppo così da stabilire il trattamento. Allo stesso tempo, si effettueranno altri esami per verificare se il tumore ha sviluppato metastasi o meno.

Radiografia del ginocchio.
Per una corretta diagnosi di osteosarcoma, il medico può suggerire ulteriori esami come radiografie o biopsie.

Il trattamento dell’osteosarcoma è complesso e spesso richiede intervento chirurgico. Lo scopo è eliminare tutte le cellule tumorali ed evitare il più possibile la disabilità dell’area interessata. Nei casi peggiori, si rende necessaria l’amputazione dell’arto.

Si ricorre anche alla chemioterapia. Al contrario, la radioterapia non sembra efficace per questo tipo di cancro. Attualmente sono in corso numerose sperimentazioni cliniche e studi per sviluppare un trattamento più efficace dell’osteosarcoma.

In conclusione

L’osteosarcoma è il tipo più comune di cancro alle ossa e di solito colpisce i giovani. I sintomi sono molto aspecifici, quindi è importante prestare attenzione a qualsiasi dolore o lesione e consultare il medico.

  • Sánchez-Torres, L. J., Rascón Álvarez, O., Ruiz Tenorio, A., Rodríguez Domínguez, E. A., & Santos Hernández, M. (2015). Caracterización epidemiológica y radiológica del osteosarcoma. Gaceta Mexicana de Oncología, 14(4), 196–203. https://doi.org/10.1016/j.gamo.2015.10.001
  • Osteosarcoma en la infancia y la adolescencia: Síntomas y signos | Cancer.Net. (n.d.). Retrieved September 14, 2019, from https://www.cancer.net/es/tipos-de-cáncer/osteosarcoma-en-la-infancia-y-la-adolescencia/síntomas-y-signos
  • Cáncer infantil: osteosarcoma (para Padres) – KidsHealth. (n.d.). Retrieved September 14, 2019, from https://kidshealth.org/es/parents/cancer-osteosarcoma-esp.html
  • Misaghi A, Goldin A, Awad M, Kulidjian AA. Osteosarcoma: a comprehensive review. SICOT J. 2018;4:12. doi:10.1051/sicotj/2017028
  • Durfee RA, Mohammed M, Luu HH. Review of Osteosarcoma and Current Management. Rheumatol Ther. 2016;3(2):221–243. doi:10.1007/s40744-016-0046-y