Pane casareccio con segale e farro

29 Giugno 2019
Se volete gustare del pane salutare e a basso contenuto calorico, non esitate a preparare questo delizioso pane casareccio a base di segale e farro. Una ricetta ricca di fibre e che potrete gustare a colazione e a merenda.

Il pane di grano è un alimento immancabile in molte case. Tuttavia, molti hanno iniziato a evitarlo visto il suo contenuto di farine raffinate, amidi e sodio che non lo rendono esattamente salutare. Volete provare un’alternativa? Scoprite nelle prossime righe come preparare un pane casareccio con segale e farro.

A differenza del pane bianco raffinato, questa ricetta viene elaborata sulla base di ingredienti integrali, che preservano le loro proprietà. Sia la segale che il farro sono importanti fonti di fibra alimentare, di antiossidanti e di vitamine del gruppo B, alleati del benessere. Provatelo!

Benefici del pane casareccio con segale e farro

Le ricette per sostituire il pane a base di farina di grano tradizionale sono in aumento. Per questo motivo oggi possiamo contare su una varietà di alternative che ci permettono di gustarci questo alimento senza rimorsi. Il pane casareccio con segale e farro è una di queste alternative e potrete prepararlo voi stessi in casa. 

I suoi ingredienti sono facilmente reperibili sul mercato e i passaggi per prepararlo sono molto semplici. Ottimo nella dieta di tutti i giorni in quanto facilmente digeribile e ricco di nutrienti adatti a prendersi cura della propria salute e del proprio peso. 

Potrebbe interessarvi: Farine raffinate: 6 effetti sulla salute

Benefici della segale

Benefici della segale
La segale spicca per il suo contenuto di ferro, oltre che per altri minerali e amminoacidi essenziali.

La segale è uno degli alimenti che si è guadagnato la fama di alternativa ai cereali raffinati. Dal punto di vista nutrizionale, spicca per il suo notevole apporto di ferro, che giunge a coprire fino al 18% del fabbisogno giornaliero.

Contiene fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e fibra alimentare in concentrazioni maggiori rispetto ad altri alimenti dalle caratteristiche simili. Allo stesso tempo, apporta energia grazie ai suoi carboidrati che, a differenza di quelli raffinati, non causano picchi glicemici.

Questo cereali contiene anche lisina, un amminoacido che non è presente in altri cereali. Il suo apporto di grassi è molti contenuto (corrisponde solo all’1,7%) e dona antiossidanti utili nella lotta allo stress ossidativo. Tra gli altri benefici della segale, ricordiamo che:

  • Protegge dalle malattie cardiovascolari.
  • Migliora la digestione.
  • Abbassa i livelli di colesterolo.
  • Riduce il rischio di diabete.
  • È indicata nelle diete dimagranti.

Benefici del farro

Benefici del farro
Questo cereale ha un elevato contenuto di carboidrati complessi, il che stimola un’assimilazione lenta e graduale degli zuccheri.

Il farro spicca per l’elevato contenuto di carboidrati, proteine, vitamine e minerali. È più facile da digerire rispetto al comune grano e il suo indice glicemico è basso. Per quanto precedentemente detto, è un alimento indicato per i pazienti diabetici o che soffrono di patologie metaboliche.

  • Fino a un 75% di carboidrati
  • Circa il 15% di proteine.
  • 5% di grassi.
  • Contiene anche fibra alimentare.
  • Vitamine B1 e B2.
  • Minerali come il calcio, magnesio, fosforo e potassio.

Come la segale, anche il farro contiene lisina, un amminoacido che l’organismo non sintetizza di per sé e la cui assimilazione è fondamentale per migliorare l’assorbimento di calcio, stimolare la secrezione di ormoni e rafforzare il sistema immunitario.

Non perdetevi: Cereali integrali che non dovrebbero mancare nella dieta

Come preparare il pane casareccio con segale e farro?

Pane casareccio
Questo pane casareccio è facile da preparare e può accompagnare praticamente qualunque pasto.

Il pane casareccio di segale e farro è un’opzione deliziosa da gustare a colazione o a merenda. Inoltre, può essere scelto per accompagnare zuppe o secondi nelle altre portate principali. Potete anche congelarlo dopo averlo tagliato a fette, per poi tostarlo all’occorrenza. Pronti per mettervi ai fornelli?

Ingredienti

  • 1 tazza di acqua (250 ml)
  • 1/2 tazza di farina integrale di segale (100 g)
  • 2 tazze di farina integrale di farro (400 g)
  • 1 cucchiaio di lievito fresco pressato (20 g)
  • 1 cucchiaino di sale (7 g)

Preparazione

  • Riscaldate dell’acqua e diluite il lievito.
  • Unite le due farine in un recipiente fondo e mescolate bene.
  • Fate un buco al centro della farina e aggiungetevi il lievito con l’acqua.
  • A questo punto, impastate energicamente finché non sarà tutto ben amalgamato. L’impasto deve essere uniforme.
  • A seguire, lasciate riposare l’impasto affinché il lievito svolga la sua funzione. Formate una palla e copritela con della pellicola trasparente; lasciate riposare a temperatura ambiente e in luogo asciutto.
  • Quando l’impasto sarà raddoppiato, ricominciate a impastare fino a ottenere la forma desiderata.
  • Se volete, potete usare uno stampino oppure preparare una forma di pane grande. Potete persino fare dei panini singoli.
  • Lasciate il pane a riposo per circa 30 minuti. Poi mettetelo in forno preriscaldato a circa 220 °C e lasciatelo cuocere per 25 minuti.
  • Controllate la cottura, fino a doratura desiderata. Infine, togliete dal forno e lasciate raffreddare prima di servirlo.

Non avete ancora provato questo pane con segale e farro? Ora che conoscete i suoi benefici e la ricetta, non esitate a prepararlo in casa per condividerlo con tutta la famiglia. 

  • Gråsten, S. M., Juntunen, K. S., Poutanen, K. S., Gylling, H. K., Miettinen, T. A., & Mykkänen, H. M. (2018). Rye Bread Improves Bowel Function and Decreases the Concentrations of Some Compounds That Are Putative Colon Cancer Risk Markers in Middle-Aged Women and Men. The Journal of Nutrition. https://doi.org/10.1093/jn/130.9.2215
  • Holma, R., Hongisto, S.-M., Saxelin, M., & Korpela, R. (2010). Constipation Is Relieved More by Rye Bread Than Wheat Bread or Laxatives without Increased Adverse Gastrointestinal Effects. The Journal of Nutrition. https://doi.org/10.3945/jn.109.118570
  • Gawlik-Dziki, U., Świeca, M., & Dziki, D. (2012). Comparison of phenolic acids profile and antioxidant potential of six varieties of spelt (Triticum spelta L.). Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf3011239
  • Ruibal-Mendieta, N. L., Delacroix, D. L., Mignolet, E., Pycke, J. M., Marques, C., Rozenberg, R., … Larondelle, Y. (2005). Spelt (Triticum aestivum ssp. spelta) as a source of breadmaking flours and bran naturally enriched in oleic acid and minerals but not phytic acid. Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf048506e
  • Skrabanja, V., Kovac, B., Golob, T., Liljeberg Elmståhl, H. G. M., Björck, I. M. E., & Kreft, I. (2001). Effect of spelt wheat flour and kernel on bread composition and nutritional characteristics. Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf000819w