Partner distante, cosa fare in questi casi?

15 Giugno 2020
Sentite il partner distante? Non sapete se è vero o se è solo una vostra impressione? Nell'articolo di oggi vi diamo alcuni consigli su come comportarvi in questi casi.

Se notate il partner distante, è normale preoccuparsi o farsi prendere dai dubbi. Ma ciò non significa necessariamente che ci sono problemi nella coppia.

Forse il  partner sta passando una fase di grande stress lavorativo oppure ha troppi progetti in testa. Ma è anche possibile che ci sia qualche problema nella relazione di cui bisogna parlare.

In entrambi i casi, l’ansia e la paura possono portare ad agire o prendere decisioni che, invece di aiutare, mettono in pericolo la relazione.

Per evitare tutto ciò, oggi scopriremo che fare quando sentite il partner distante e come risolvere la situazione. Ricordate, però, sempre che possiate gestire da soli la situazione.

Partner distante, la comunicazione è indispensabile

È il primo punto fondamentale per sapere come agire. È importante capire cosa sta succedendo, per questo dovete parlare con il partner, con calma e senza recriminazioni.

Alcune persone, tuttavia, usano la distanza, il silenzio e la passività per affrontare un conflitto.

Leggete anche: 5 cause che deteriorano una relazione

1. Valutare la terapia di coppia

Terapia di coppia
Seguire una terapia di coppia è uno dei modi per rafforzare la comunicazione. A volte la distanza e i conflitti sorgono dall’incapacità di esprimere i propri sentimenti.

Se dopo aver parlato con il partner, notate che non riesce a spiegarvi di cosa ha davvero bisogno, e vi risponde solo “non succede niente”, è importante valutare di rivolgervi a un terapeuta di coppia. Nelle sessioni di terapia di coppia si lavora in due modi:

  • Sessioni individuali: permettono di lavorare sui conflitti individuali come la scarsa autostima, la depressione, le insicurezze o i problemi di gestione emotiva.
  • Sessioni condivise: aiutano a vedere come si relaziona la coppia e promuove miglioramenti nella comunicazione.

Ma affinché la terapia sia un’opzione valida, entrambi i membri della coppia devono essere disposti a seguirla, con l’obiettivo di migliorare la relazione. In caso contrario, non sortirà l’effetto sperato.

Leggete anche: 7 segnali per capire quando una relazione è finita

2. Mettere fine alla relazione

Se dopo aver parlato con il partner o essere andati in terapia, la conclusione è che ha smesso di amarvi o non vuole più stare insieme a voi, la relazione deve finire.

La ragione per cui siamo così duri è che, se si è ancora innamorati del partner, si cercherà in ogni modo di mantenere in piedi la relazione. Come? Dicendo che cambieremo o che vogliamo dare un’altra opportunità alla storia.

Se il partner dice con chiarezza “non ti amo più e non voglio continuare a stare insieme a te” oppure “non sono più felice con te”, la relazione non può e non deve continuare.

È una situazione dura, difficile e dolorosa. Dovrete elaborare un lutto e in queste circostanze può essere d’aiuto andare in terapia.

Partner distante e lavorare sulle proprie insicurezze

Se nessuno dei suggerimenti appena dati rappresentano sono d’aiuto e il partner vi assicura che non ha nulla di strano, allora potrebbe trattarsi solo di un vostro problema di insicurezza.

Forse avete una scarsa autostima o avete una paura atroce che il partner vi lasci, perché ne siete dipendenti.

A volte, predenti relazioni complicate o modelli di relazioni familiari difficili possono provocare insicurezza e diffidenza.

Discussione di coppia con partner distante
Le paure e le insicurezze personali possono mettere a rischio la relazione di coppia. Talvolta, il problema siamo noi. Per risolverlo, è importante chiedere un aiuto psicologico.

In questi casi, non esitate a contattare uno psicologo che vi possa aiutare a lavorare su questi aspetti del vostro carattere. Vi sarà di grande aiuto per mantenere una relazione di coppia sana e felice.

Speriamo che prendiate in considerazione tutto quello che vi abbiamo appena detto e che vi rivolgiate a uno specialista se pensate di averne bisogno.

2. Dare al partner lo spazio di cui ha bisogno

L’insicurezza e la paura, se trasferite nella coppia, possono indurre ad avvicinarsi ancora di più al partner, finendo per asfissiarlo/a. Questo comportamento può essere controproducente.

Nel momento in cui inizierete a comportarvi in questo modo, il partner inizierà a chiedervi di lasciargli i suoi spazi, cosa che non riuscirete a fare. Per questo è così comportante affrontare le proprie insicurezze, e liberarsene, attraverso la terapia psicologica.

Non ci stancheremo mai di ripetere quanto è importante lavorare sulla comunicazione di coppia. È il modo migliore per esprimere le emozioni, i sentimenti e trasmettere all’altra persona i nostri veri bisogni. Può essere più spazio, più tempo per noi stessi o il contrario.

Avete mai notato il partner distante? Cos’era successo in realtà? Speriamo che quest’articolo vi sia servito per trovare lo stimolo per chiedere aiuto, se ne avete bisogno, e poter migliorare la vostra relazione.

  • Aitana Romá (2017). Satisfacción, conflictos y consecuencias psicológicas en las relaciones de pareja. Una revisión bibliográfica (España). http://repositori.uji.es/xmlui/bitstream/handle/10234/173374/TFG_2017_%20Cidoncha%20Roma_Aitana.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • Ricardo de la Espriella Guerrero (2008). Terapia de pareja: abordaje sistémico (Colombia). https://www.redalyc.org/pdf/806/80615420014.pdf