Paura del Coronavirus: come gestire le emozioni

21 Aprile 2020
La paura del Coronavirus è una realtà crescente tra la popolazione. A mano a mano che il virus si diffonde nel mondo, sempre più persone entrano in uno stato di ansia, paura e panico. Cosa fare in merito? In questo articolo vi daremo alcuni consigli.

In questi giorni la paura del Coronavirus (Sars-CoV 2) è una realtà tra la popolazione mondiale. Dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato lo stato di pandemia, l’incertezza ha iniziato a impadronirsi di tutti noi.

Sulla base di quanto detto, nella maggior parte dei Paesi coinvolti sono state adottate rigide misure di prevenzione nel tentativo di limitare il numero dei contagi. Sebbene tra i giovani e gli individui asintomatici non si presentino gravi complicazioni, gli anziani e i pazienti immunodepressi sono ad alto rischio di complicazioni fatali.

L’infezione si manifesta con sintomi quali tosse, febbre e difficoltà respiratorie. Quest’ultimo fattore tende a essere più grave tra le persone che rientrano nelle suddette categorie a rischio. Ma oltre a ciò, nella popolazione generale stanno aumentando i livelli di ansia e di paura.

Nel nostro paese, per esempio, uno tra i primi ad aver dichiarato lo stato di emergenza, queste sensazioni si stanno impadronendo di molte persone. Se ci si abbandona al timore e all’angoscia, è molto più difficile gestire la situazione attuale. A questo proposito, vediamo come gestire le emozioni legate alla paura da Coronavirus.

Quali sono le conseguenze della paura del Coronavirus?

Uomo con la mascherina che ha paura del Coronavirus
La paura del Coronavirus è in aumento. Questo timore ha indotto ad acquisti compulsivi e a discriminazioni.

In seguito alla diffusione del COVID-19, in molte parti del mondo è stata imposta l’isolamento domiciliare. Lo scopo di tale misura preventiva è quello di frenare il contagio tra le persone. L’idea è uscire di casa solo per realizzare attività necessarie, quali fare la spesa, acquistare farmaci o andare al lavoro.

In seguito a una simile condizione, scaturiscono diversi problemi. All’inizio, infatti, buona parte della popolazione ha deciso di spostarsi, prendendo treni, aerei e quasi qualsiasi altro mezzo di trasporto per fare rientro alle proprie case. Questo, in realtà, ha rappresentato anche un mezzo di diffusione del virus.

Molte altre persone si sono recate al supermercato per prepararsi alle settimane da trascorrere in casa. Numerosi supermercati sono rimasti a corto di provviste per svariati giorni a causa degli acquisti di  massa e, di certo, ingiustificati. In Paesi come gli Stati Uniti la paura del Coronavirus è cresciuta a tal punto che in molti casi si è verificata una vera e propria corsa alle armi.

È difficile essere razionali quando veniamo assaliti da timore e ansia. In seguito a ciò, desideriamo condividere alcuni consigli per tenere sotto controllo queste emozioni e contribuire a un rapido miglioramento della situazione.

Potrebbe interessarvi: Le misure preventive contro il COVID-19

Come gestire la paura del Coronavirus?

In questo periodo è facile sentirsi sempre nervosi, tesi e persino in preda al panico. Inoltre, a causa del bombardamento di informazioni, molto probabilmente non riuscirete a pensare ad altro se non al Coronavirus.

Nulla di strano, inoltre, allarmarsi e pensare di aver contratto la malattia in presenza del minimo sintomo. Sono molte persone che si rivolgono al pronto soccorso perché si fanno prendere dal panico.

Oltre a ciò, rivoluzionare la propria routine può essere complicato. Il telelavoro, lo sport in casa e persino i rapporti sociali possono sembrare un problema. Tuttavia, sono molte le idee per gestire meglio la situazione.

Potrebbe interessarvi: Alternative al gel disinfettante contro il COVID-19

Tenere sotto controllo le proprie emozioni

Consigli per prevenire il contagio da Coronavirus
Per affrontare la paura del Coronavirus, è consigliabile mantenersi in contatto con i propri cari

In primo luogo, dovete cercare di tenervi occupati. Staccate la spina ogni tanto e cercate di pensare a qualcos’altro che non sia il Coronavirus. Accettate la paura o l’ansia che questa situazione scatena in voi. Non c’è nulla di male nel sentirsi così.

L’ideale è cercare aiuto nelle persone che ci sono vicine. Se vivete da soli, chiamate spesso familiari o amici. Potreste anche provare a fare delle videochiamate con loro. Qualunque mezzo possa aiutarci a ricevere affetto e sostegno andrà bene.

Verificare la veridicità delle informazioni  sul Coronavirus

Non tutte le notizie sono affidabili, né i dati sono tutti esatti. Cercate di consultare le informazioni da fonti scientifiche e affidabili, così come dovreste provare a essere obiettivi e realisti. Essere troppo allarmisti non apporta alcun beneficio.

Dovete prestare attenzione a qualunque sintomo, ma senza ossessionarvi. Seguite le linee guida di igiene e prevenzione indicate dalle autorità, ma senza arrivare a mostrare atteggiamenti discriminatori né ostili.

D’altra parte, si consiglia di mantenere un atteggiamento positivo nei confronti della situazione. Essere consapevoli del pericolo non significa dover essere negativi né troppo allarmisti. Ricordate che gestire le proprie emozioni e ridurre la paura del Coronavirus vi aiuterà a sopportare meglio il tutto.

  • Aumenta la venta de armas en Estados Unidos por el miedo al coronavirus | Internacional. (n.d.). Retrieved March 17, 2020, from https://www.elmundo.es/internacional/2020/03/17/5e708cfefdddffff038b465b.html
  • Consejos para gestionar el miedo al coronavirus. (n.d.). Retrieved March 17, 2020, from https://www.larazon.es/andalucia/20200314/yl2y5uvkr5hvxjg4wvluuslpne.html
  • Ren SY, Gao RD, Chen YL. Fear can be more harmful than the severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 in controlling the corona virus disease 2019 epidemic. World J Clin Cases. 2020;8(4):652–657. doi:10.12998/wjcc.v8.i4.652