Pera: i numerosi benefici per la salute

24 febbraio 2017
Oltre ad essere un vero toccasana per l'apparato digerente, mangiare tutti giorni una persa ci aiuterà a combattere il danno ossidativo causato dai radicali liberi e a rinforzare il sistema immunitario

La pera è un frutto buonissimo, molto ricco d’acqua e assolutamente versatile per preparare un’infinità di ricette, tanto dolci come salate.

Inoltre possiede una grande quantità di proprietà nutritive, senza contare che si tratta di un frutto che abbiamo la fortuna di poter trovare praticamente tutto l’anno.

In questo articolo vi parleremo dei grandi benefici che ci apporta uno dei frutti più digeribili e meglio tollerati dall’organismo.

Pere a volontà

Niente di più vero: le pere, infatti, sono tra i frutti che danno meno reazioni allergiche e quasi tutti le digeriscono senza problemi.

Quando sono mature, risultano molto digestive e sono indicate in caso di mal di stomaco o di acidità.

Si tratta di un frutto dolce, saporito e fresco, dall’alto contenuto nutritivo e ideale per chi ha bisogno di perdere qualche chilo di troppo.

Grazie al suo alto contenuto di acqua e al suo potere saziante, la frutta è molto consigliato a fine pasto oppure a colazione, soprattutto se si è a dieta.

È adatta anche per chi pratica sport (specialmente prima degli allenamenti), poiché contiene zuccheri semplici, tra i quali il fruttosio.

pere-in-un-piatto

Le pere, inoltre, aiutano a regolare l’eccesso di lipidi e di proteine causato da una dieta poco equilibrata.

Purtroppo, oggigiorno, il nostro modo di alimentarci è molto sregolato e tendiamo ad abusare dei grassi: le pere, con il loro scarso contenuto di lipidi e proteine, ci aiuteranno, dunque, a saziarci senza caricare oltre modo il nostro organismo con componenti che, a lungo andare, possono causarci gravi problemi di salute.

l suo alto contenuto di fibre solubili ed insolubili, inoltre, riduce il colesterolo cattivo e ci aiuta a regolare il transito intestinale. Grazie poi alla pectina, le pere sono ottime per evitare la stitichezza, depurare l’organismo e migliorare l’intolleranza al glucosio.

Si tratta di un frutto che contiene numerose vitamine (del complesso b; vitamina C e vitamina E). Inoltre, mangiare due pere al giorno sarà sufficiente per coprire il 10% del nostro fabbisogno quotidiano di acido folico.

Una lunga serie di benefici

Se quanto detto fino ad ora rappresentava già un buon motivo per mangiare pere, sappiate che i loro benefici non finiscono qui!

Il succo naturale di pera, ad esempio, protegge il nostro apparato cardiovascolare, apporta calcio ai bambini affinché la loro struttura ossea cresca sana e forte, e ci offre anche una buona quantità di ferro, fondamentale per aumentare il numero di globuli rossi nel sangue.

Le pere sono indicate anche per chi ha il gozzo (o tiroide ingrossata), dato il loro elevato contenuto di potassio e anche per chi ha problemi di ritenzione idrica, poiché si tratta di un frutto con grandi proprietà diuretiche.

Se il nostro problema è la diarrea, la gastrite o l’ulcera, un paio di pere al giorno costituiscono un vero toccasana. Sono consigliate anche per aumentare la secrezione di succhi gastrici e per depurare fegato e pancreas.

pere-in-un-sacchetto

Questi deliziosi frutti sono consigliati a tutti, ma soprattutto per coloro che soffrono dei seguenti disturbi:

  • Ipertensione arteriosa
  • Malattie cardiovascolari
  • Colesterolo
  • Stitichezza cronica (in questo caso va consumata con la buccia)
  • Anemia
  • Stomaco delicato
  • Ritenzione idrica
  • Diarrea e coliche
  • Gozzo
  • Diabete
  • Sovrappeso

Sono ideali anche per i bimbi durante lo svezzamento materno, per giovani ed adolescenti in fase di sviluppo e per gli sportivi durante i periodi di allenamento.

Come e quante pere mangiare al giornopere-appena-raccolte

La quantità massima consentita di pere è di tre pezzi di media grandezza al giorno, anche se i medici avvertono che uno è più che sufficiente.

È anche possibile svolgere la cosiddetta “cura delle pere”, che consiste nel mangiare un chilo di pere al giorno, per dieci giorni, allo scopo di abbassare la pressione e migliorare il funzionamento dei reni.

Si possono mangiare crude, in alternativa al dessert o in qualsiasi momento del giorno, come spuntino. C’è chi le preferisce con la buccia (in questo caso bisognerà lavarla accuratamente) e chi senza.

Si sposano a meraviglia anche con formaggi erborinati (tipo gorgonzola), frutta secca, insaccati stagionati ed insalate di crescione o indivia; sono ottime anche per preparare creme fredde o per accompagnare le carni rosse.

Una pera al giorno toglie il medico di torno

Sì, avete letto bene: anche se tutti conosciamo il proverbio secondo cui sarebbero le mele ad evitarci qualsiasi malanno, anche per le pere vale lo stesso.

Ecco quali benefici potremo trarre mangiando una pera al giorno durante tutto l’anno.

Combattere i radicali liberi

I radicali liberi, acerrimi nemici delle nostre cellule, sono i diretti responsabili dell’invecchiamento precoce e del deterioramento cognitivo. Le pere, essendo ottimi antiossidanti, si occuperanno di tenere a bada questi temibili radicali.

succo-di-pera-e-cannella

Tenere sotto controllo il diabete

Le pere hanno un tasso glicemico molto basso e, dunque, sono un’ottima alternativa ai dolci per chi soffre di diabete.

Dopo averle mangiate, vengono subito assorbiti i loro carboidrati, il che comporta un controllo adeguato dei livelli di glucosio.

Mantenere in buona salute il cuore

Se nella nostra famiglia ci sono già stati precedenti di infarti o di malattie cardiovascolari, le pere saranno le nostre alleate nella prevenzione di tali patologie.

Questo si deve al fatto che contengono una buona dose di fibra, che eliminano i sali biliari e aiutano a ridurre il colesterolo cattivo, chiamato anche LDL.  Inoltre, una pera al giorno riduce il rischio di ictus del 50%.

Prevenire il cancro

Anche in questo caso parliamo ancora dell’importanza delle fibre, ma in questo caso, con uno scopo diverso: aiutare a prevenire il cancro. Questo nutriente ci aiuta ad espellere le sostanze chimiche che provocano il cancro.

Non accumulandosi nel colon, ci sono meno probabilità di sviluppare tale malattia.

Mangiando pere, inoltre, le donne che sono già entrate in menopausa hanno il 34% in meno di probabilità di soffrire di qualsiasi tipo di cancro.

pere-in-un-cesto

Per riassumere, dunque, ricordiamo che la pera aiuta a rafforzare il sistema immunitario, fornisce energia al corpo e allevia il dolore causato dalle infiammazioni.

Cosa aspettiamo per farne una scorpacciata?

BIBLIOGRAFIA

http://www.motherearthliving.com/natural-health/5-health-benefits-of-pears.aspx

http://healthyeating.sfgate.com/benefits-eating-pears-4834.html

Guarda anche