Perché perdiamo i capelli?

13 Gennaio 2020
I capelli cadono ogni giorno, ed è perfettamente normale. Cadono e si rinnovano costantemente in perfetto equilibrio. Tuttavia, quando la perdita è continua e non vi è crescita di nuovi capelli, la questione potrebbe richiedere un trattamento speciale.

Perché perdiamo i capelli? In alcuni casi, i capelli cadono per motivi non gravi, mentre in altri ciò può indicare il sintomo di un problema. Perdere tra i 50 e i 100 capelli al giorno è perfettamente normale. Questa caduta è accompagnata dalla nascita di altrettanti nuovi capelli, bilanciando tale perdita.

Il problema sorge quando i capelli cadono e non ricrescono più. Tale processo in genere è alquanto lento, per cui passa spesso inosservato nelle fasi iniziali. In caso di dubbi, aiuta confrontare l’aspetto attuale con fotografie di anni precedenti. Ma perché perdiamo i capelli? I motivi sono tra i più vari e nelle prossime righe analizzeremo le principali cause.

Perché perdiamo i capelli?

Calvizie

Alopecia androgenetica

Nell’alopecia androgenetica, sono coinvolti due fattori:

  • Uno squilibrio negli androgeni, ovvero, degli ormoni a cui si devono le caratteristiche maschili, presenti sia negli uomini che nelle donne. Oggi esistono alcuni trattamenti per gestire il fattore ormonale.
  • Fattore ereditario: se esistono precedenti familiari legati alla perdita dei capelli, è molto probabile che tale caratteristica venga ereditata. Attualmente, non esiste alcun trattamento o forma di controllo sul fattore genetico.

Telogen effluvium acuto

Una delle cause più frequenti della perdita di capelli. Si manifesta due o tre mesi dopo l’esposizione a un forte stress, una malattia prolungata, una grave infezione, un intervento chirurgico, ecc.

Si verifica anche in conseguenza a cambiamenti ormonali, come quelli sperimentati durante la gravidanza. Richiede uno studio analitico per determinarne la causa ed è trattabile.

Alopecia areata

Nel caso dell’alopecia areata, i capelli cadono a causa di una reazione autoimmune. In altre parole, vengono attaccati dalle stesse difese immunitarie. A volte il fenomeno interessa anche le sopracciglia, le ciglia e i peli del corpo. In alcuni casi porta alla calvizie totale.

Attualmente sono disponibili diversi trattamenti per questa forma di alopecia. È comunque necessaria una valutazione per escludere la presenza di malattie autoimmuni concomitanti.

Alopecia cicatrizzante

L’alopecia cicatriziale è il prodotto di altre malattie, come il lupus eritematoso, il lichen planus, la cellulite dissecante, la follicolite decalvante e la pustolosi erosiva. Una forma particolarmente aggressiva di alopecia cicatriziale è l’alopecia frontale fibrosa, la quale provoca anche la perdita delle sopracciglia. In genere si procede con una biopsia cutanea per poter formulare una diagnosi, che dovrà comunque essere precoce.

Effetti collaterali di un farmaco

Perdita di capelli

Diversi farmaci influiscono sulla perdita di capelli. Tra essi, quelli contenenti litio, beta-bloccanti, anfetamine, warfarin, eparina e levodopa.

La caduta è anche legata ad alcuni farmaci per il trattamento dell’ipertensione o la depressione, così come quelli usati nella chemioterapia contro il cancro. In generale, i capelli smettono di cadere una volta terminata la terapia con tali farmaci.

Micosi del cuoio capelluto

Sono diversi i problemi del cuoio capelluto che possono provocare la perdita di capelli. Le micosi, in questo caso, sono le infezioni più aggressive, causando la caduta di capelli in zone estese e in forma di chiazze calve sulla superficie del cuoio capelluto; inoltre producono desquamazione.

Leggete anche: micosi della pella

Stress cronico

Una delle cause più frequenti della caduta dei capelli è lo stress. Ciò è dovuto alle ripercussioni sulla circolazione sanguigna del cuoio capelluto, che favorisce il distacco dei capelli.

L’aspetto positivo è che una volta superato lo stato di stress, per mezzo di una terapia o di una tecnica di rilassamento, i capelli riprendono la normale ricrescita.

Perché perdiamo i capelli? Trattamenti estetici sbagliati

Un altro motivo frequente per cui si possono perdere i capelli è legato alla scarsa igiene o ad alcune pratiche di bellezza. Alcuni shampoo o fissativi sono troppo aggressivi e indeboliscono il cuoio capelluto.

L’uso frequente dell’asciugacapelli, dell’arricciacapelli o della piastra, così come delle tinture, può danneggiare la salute dei capelli.

Altre condizioni di salute

La perdita di capelli è frequente nelle persone con problemi alla tiroide, così come in chi soffre di diabete o le donne in menopausa. Analogamente, la psoriasi e la dermatite seborroica influiscono significativamente sulla perdita di capelli.

È un sintomo comune anche in coloro che soffrono di anemia o di avitaminosi. È importante ricostituire la vitamina C in modo che il ferro possa essere facilmente assorbito e, di conseguenza, aumentare la produzione di collagene. È parimenti necessario consumare alimenti ricchi di vitamina B.

Può interessarvi anche:Mancanza di vitamine: cosa si rischia?

Perché perdiamo i capelli? Ulteriori cause

A volte i capelli cadono per cause poco note. Per esempio, una rigida dieta che provoca un dimagrimento eccessivo in poco tempo è spesso causa della perdita di capelli. Anche i drastici cambiamenti di temperatura possono produrre tale effetto; si consiglia, pertanto, di coprire la testa quando ci si espone al sole.

  • Pellús, M. P. (2017). Caida del cabello:: causas y prevención. El farmacéutico: profesión y cultura, (552), 22-26.
  • Strumia, R. (2016). Alopecia. In Dermatological Cryosurgery and Cryotherapy. https://doi.org/10.1007/978-1-4471-6765-5_63
  • Gordon, K., Gordon, K., & Tosti, A. (2011). Alopecia: evaluation and treatment. Clinical, Cosmetic and Investigational Dermatology. https://doi.org/10.2147/ccid.s10182