8 piante portafortuna secondo il Feng Shui

La presenza di alcune piante ha effetti positivi nel flusso energetico e la purificazione degli ambenti domestici. Scoprite quali specie consiglia la filosofia Feng Shui.
8 piante portafortuna secondo il Feng Shui

Scritto da Jonatan Menguez

Ultimo aggiornamento: 11 gennaio, 2023

La filosofia cinese, che si occupa di ricercare l’equilibrio energetico attraverso l’occupazione armoniosa dello spazio, riserva un posto speciale alle piante. Dopotutto, questi elementi sono considerati fonti di purezza, vita e armonia. Esistono numerose piante portafortuna secondo il Feng Shui. Si tratta dunque di elementi che non possono mancare in una casa che mira a equilibrare il flusso energetico.

Secondo questa scuola di pensiero, le piante migliorano la qualità ambientale e proteggono dalle cattive energie. D’altra parte, portano la presenza della natura in casa e purificano l’aria. Scoprite quali specie scegliere e come distribuirle per attirare la fortuna secondo il Feng Shui.

Perché sistemare delle piante portafortuna secondo il “Feng Shui”?

Secondo il Feng Shui, il raggiungimento di uno spazio armonioso che trasmetta influenze positive ai suoi occupanti si ottiene attraverso una distribuzione consapevole. L’esistenza di un chi o , cioè la qualità intangibile degli esseri viventi, con un flusso positivo, si ottiene con la presenza di cinque elementi. Questi sono legno, metallo, fuoco, acqua e terra. Inoltre, la loro distribuzione e orientamento devono essere presi in considerazione secondo i punti cardinali.

Le piante sono elementi viventi legati alla natura, all’armonia e alla purificazione dell’ambiente. Queste caratteristiche le rendono essenziali in una casa che cerca di armonizzare gli spazi attraverso il Feng Shui. Secondo gli esperti di questo sistema filosofico, si tratta di elementi che si distinguono per la loro adattabilità e la loro crescita lenta ma costante.

Questa condizione rappresenta uno stretto rapporto con la natura. La vegetazione, invece, ha la capacità di abbellire la casa attraverso i suoi fiori e le sue fragranze; anche se la cosa più importante è che sono esseri viventi che purificano l’aria attraverso la fotosintesi. Allo stesso tempo trasmettono armonia e, per molti, attirano la fortuna.

8 piante portafortuna secondo il “Feng Shui”

Per realizzare un ambiente con flusso energetico positivo seguendo le linee guida del Feng Shui, è fondamentale la presenza delle piante. Negli spazi interni vengono utilizzate per attirare la fortuna e purificare l’aria. Inoltre, simboleggiano l’abbondanza e la crescita.

Esistono invece esemplari più adatti per giardini e altri settori esterni, il cui scopo è legato alla protezione. Per la filosofia di origine cinese, queste specie tengono lontano la cattiva energia e l’inquinamento.

1. Piante grasse

La caratteristica di questo tipo di piante è immagazzinare una grande quantità di acqua, generalmente all’interno delle loro spesse foglie. Solitamente sono presenti in spazi esterni, come terrazzi, balconi o giardini.

Secondo il Feng Shui, contribuiscono alla generazione di un chi positivo. Alcuni esempi riconosciuti sono i cactus, le agavi o il genere dell’aloe. È importante collocarle in settori esterni per generare gli effetti positivi suggeriti dalla filosofia taoista.

2. Kumqat

Mandarino cinese o kumquat: un albero ideale per decorare la casa
Includete il mandarino cinese nell’arredo della casa.

Questa specie, nota anche come “kumquat“, “kumquat” o ” fortunella “, è una pianta a forma di arbusto originaria della Cina. È molto presente tra le piante consigliate nel Feng Shui per la sua estetica, i suoi frutti e il suo gradevole aroma. Tuttavia, funziona anche all’aperto e deve avere un buon drenaggio per crescere in modo ottimale.

3. Pothos

La specie Epipremnum aureum, meglio conosciuta come “pothos” o “potus”, ne è un esempio che trova larga applicazione negli ambienti interni. Il sistema filosofico taoista suggerisce di sistemarlo in un angolo, per la sua capacità di purificare l’aria ed eliminare l’energia negativa. Inoltre, ha una manutenzione molto semplice e un’eleganza caratterizzata dalle sue foglie a forma di cuore e dall’andamento pendente.

4. Fittonia

È un genere originario del Sud America e noto per le sue foglie colorate. Possono assumere tonalità gialle, bianche o rosate nelle loro venature, il che le rende molto attraenti a scopo ornamentale. Inoltre, le linee guida del Feng Shui suggeriscono che la presenza di questa pianta generi motivazione a superare gli ostacoli.

Essendo una specie da interno, diventa ideale da posizionare all’inizio di un progetto o quando è avvenuto un recente trasloco. D’altra parte, la fittonia ha il vantaggio di richiedere cure semplici. Sopporta ambienti scarsamente illuminati ed è sufficiente annaffiarla quando il substrato è asciutto.

5. Ruta

La ruta, con la sua crescita cespugliosa, è un ottimo esempio di pianta utile per allontanare le energie cattive . Nella filosofia taoista, è solitamente collocata negli spazi esterni, vicino agli ingressi delle abitazioni. Questo perché la sua presenza è associata all’assorbimento di energie negative, impedendo loro di entrare nella stanza.

6. Tronchetto della felicità, una delle piante portafortuna secondo il “Feng Shui”

Tronchetto della felicità
L’illuminazione è essenziale per controllare la crescita del tronchetto della felicità, ma non bisogna eccedere.

L’arbusto tropicale Dracaena fragrans, meglio conosciuto come tronchetto della felicità, è una delle specie più utilizzate nella ricerca della fortuna. Oltre alla sua estetica crescita verticale, questo esemplare è ideale per la purificazione dell’aria e l’assorbimento dell’umidità. Pertanto, viene posizionato in ambienti interni, soprattutto con esposizione a nord-est. Secondo il Feng Shui, una tale posizione rafforza l’attrazione del denaro.

7. Bambù della fortuna

E se si tratta di fortuna, il bambù della fortuna, o bambù fortunato, è un’altra opzione che attira l’attenzione fin dal nome. Come il tronchetto della felicità, di solito è posizionato rivolto a nord-est. Inoltre, si consiglia di cercare esemplari della pianta che abbiano tre steli, poiché simboleggiano salute, felicità e vitalità.

8. Pianta milionaria

Infine, la specie Plectranthus verticillatus, nota come “pianta dei soldi”, è un buon complemento per chi vuole attirare la fortuna negli ambienti esterni. Fin dalle sue origini africane, questa specie è legata alla buona fortuna. Secondo il Feng Shui, dovrebbe essere posizionata rivolta a nord-est, proprio come il tronchetto della felicità, ma all’esterno.

Cosa evitare quando si sistemano le piante portafortuna secondo il Feng Shui?

Oltre agli esemplari consigliati, ci sono alcuni dettagli che la filosofia taoista consiglia di evitare. Ad esempio, collocare delle piante artificiali. Sono l’opposto della vitalità che forniscono le piante, poiché sono legate all’energia morta.

D’altra parte, le piante non dovrebbero mai essere tenute asciutti, perché ostruiscono il flusso energetico dell’ambiente. Secondo il Feng Shui, dovrebbero essere evitate anche le specie con foglie appuntite, mentre sono più consigliabili quelle arrotondate.

Potrebbe interessarti ...
Sfera Feng Shui: cos’è e come inserirla nell’arredamento della casa
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Sfera Feng Shui: cos’è e come inserirla nell’arredamento della casa

La sfera feng shui è legata all'attrazione di energia positiva e alla creazione di ambienti armoniosi. Come usarla?



  • Bruun, Ole (2008). An Introduction to Feng Shui. Cambridge University Press. Disponible en: https://philpapers.org/rec/bruait-6
  • Toledo M, Camero R. E, Durán J, Villamizar D, , Contreras L.  Diseño y aplicación de una práctica de fotosíntesis para estudiantes de biología celular del IPC-UPEL. Revista de Investigación [Internet]. 2012;36(76):75-96. Recuperado de: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=376140391004
  • Alan D.KleinM.D.1Neal S.PenneysM.D., Ph.D.1. Aloe vera. Journal of the American Academy of Dermatology. Volume 18, Issue 4, Part 1, April 1988, Pages 714-720. Disponible en: https://doi.org/10.1016/S0190-9622(88)70095-X
  • Carmen U., Beatriz E., & José Manuel V. “Las plantas en los libros de Conocimiento del Medio de 2o ciclo de primaria.” Revista Eureka sobre Enseñanza y Divulgación de las Ciencias 10, no. 3 (2013):329-352. Redalyc, https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=92028240003
  • Eitel, Ernest J., (1878). Feng – Shui: The rudiments os natural science in China. Disponible en: https://books.google.com.ar/books?hl=es&lr=&id=m2lbAAAAcAAJ&oi=fnd&pg=PA1&dq=feng+shui&ots=jWpUUWr4WV&sig=pfpSTSX_WkH2Yoc97sfvMYn2x8A&redir_esc=y#v=onepage&q=feng%20shui&f=false

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.