Pilates in gravidanza: quando è pericoloso?

· 29 Maggio 2019
Il pilates è uno degli sport più indicati durante la gravidanza. Scoprite perché e se è pericoloso in alcune fasi della gestazione.

Fare attività fisica in gravidanza apporta benefici sia alla mamma che al nascituro. In linea generale, i medici consigliano alle donne in dolce attesa di fare attività fisica a basso impatto, come nuotare, camminare o fare yoga. Un’altra opzione che attrae le future madri è fare pilates in gravidanza. Ma può diventare pericoloso con l’avanzare della gestazione?

Pilates in gravidanza: sì o no?

Durante la gravidanza le donne sono più caute e tendono a informarsi al meglio su tutto ciò che riguarda la propria alimentazione e l’esercizio fisico. Per questo motivo, in questo articolo vogliamo rispondere ai eventuali dubbi sul pilates in gravidanza. Continuate a leggere!

Cosa è il pilates?

Esercizi di pilates con palla
Il pilates è un programma di esercizi per allenare il corpo e la mente.

Joseph Hubertus Pilates è stato l’ideatore dell’attività fisica che porta il suo nome. Il pilates è un programma di esercizi pensati per allenare il corpo e la mente, tutto allo stesso tempo. L’obiettivo è stimolare la concentrazione, il controllo e la respirazione, ad esempio.

Il pilates può essere eseguito per terra o con attrezzi e allena il corpo principalmente per aumentare la forza, per migliorare la flessibilità e l’agilità. A livello emotivo, aiuta ad aumentare l’autostima e a entrare in sintonia con se stessi.

Ora, è possibile fare pilates in gravidanza? La risposta varia a seconda della condizione fisica della donna in attesa. Ricordiamo che ogni donna e ogni gravidanza sono uniche, pertanto sarà il medico a determinare se potete o meno fare pilates.

Fare pilates in gravidanza può aiutare a rafforzare il corpo delle future madri in vista del parto imminente. Consultate uno specialista per sapere se questa tipologia di esercizi fa al caso vostro.

Come fare pilates in gravidanza

Fare pilates in gravidanza
Diversi studi sono giunti alla conclusione che le gestanti che affrontano una gravidanza non a rischio possono trarre benefici dalla pratica del pilates.

Supponiamo che vi siate rivolte al medico e che questi abbia valutato la vostra condizione fisica, giungendo alla conclusione che potete fare pilates in sicurezza. Quante volte alla settimana dovreste farlo? Potrete fare tutti gli esercizi?

Le raccomandazioni variano da uno specialista all’altro. A seguire vi presentiamo le osservazioni in merito pubblicate sul Journal of Yoga and Physioteraphy:

  • Il pilates può essere praticato a partire dal primo mese fino al parto, sempre sotto supervisione medica.
  • Si consiglia di praticarlo dalle due alle tre volte a settimana.
  • Si consiglia di non superare i 20 minuti di allenamento durante il primo trimestre, per poi arrivare a 45-60 minuti a mano a mano che la gravidanza avanza.
  • È importante eseguire bene ogni esercizio. Il numero di ripetizioni non è determinante.

Scoprite: Piedi e caviglie gonfie: ecco come trattarli con rimedi naturali

Benefici del pilates durante la gestazione

Donna incinta si allena
Il pilates può essere utile per stare bene fisicamente ed emotivamente durante la gravidanza.

Il pilates in gravidanza può risultare particolarmente vantaggioso, non solo a livello fisico ma anche a livello emotivo. Tra i principali benefici spiccano:

  1. Riduzione della paura del parto: gli esercizi di respirazione del pilates possono aiutare la donna a sopportare meglio le contrazioni.
  2. Possibile miglioramento della dilatazione, grazie a esercizi di pilates appositi per la flessibilità.
  3. Potenziamento del pavimento pelvico.
  4. Miglioramento della flessibilità e della coordinazione.
  5. Controllo della respirazione e autocontrollo, che possono essere utili durante il parto.
  6. Prevenzione delle vene varicose, di emorroidi e di mal di schiena.
  7. Aumento dell’autostima.
  8. Tonificazione di tutto il corpo.
  9. Rilassamento a seguito della pratica di questa disciplina.
  10. Combatte i problemi quali insonnia in gravidanza.

Potrebbe interessarvi: Attività fisica durante la gravidanza

Quando non è consigliato fare pilates in gravidanza?

Misurare la pressione
L’ipertensione è uno dei possibili segnali di preeclampsia, nonché una delle principali controindicazioni per il pilates.

L’ipertensione è uno dei possibili indicatori di preeclampsia nonché una delle principali controindicazioni per fare pilates.

Come precedentemente detto, sarà il medico a indicarvi se siete o meno nelle condizioni di fare pilates. In generale, si sconsiglia di praticarlo nei casi in cui:

  1. La donna in gravidanza soffre di ipertensione arteriosa.
  2. Si produce una prematura rottura delle acque.
  3. C’è un ritardo nello sviluppo intrauterino.
  4. Si soffre di preeclampsia.
  5. La futura madre porta avanti una gravidanza a rischio.

D’altra parte, è fondamentale rivolgersi a un centro che offra lezioni di pilates specifiche per chi è in attesa, visto che alcuni esercizi sono controindicati in questa fase. Tra questi, citiamo gli esercizi in posizione supina (che prevedono la contrazione dell’addome), quelli che si eseguono faccia all’ingiù e gli allungamenti intensi.

Il pilates in gravidanza può apportare diversi benefici a voi e ai vostri bambini. Tuttavia, dovete consultare il medico prima di iscrivervi a qualunque corso.

Ricordate di non attuare alcun cambiamento alle vostre abitudini in gravidanza senza prima consultare lo specialista. La vostra salute e quella dei vostri figli vengono prima di tutto!

  • Dilek S G. Pregnancy Pilates and Benefits of Pregnancy Pilates during Childbirth. J Yoga & Physio. 2018; 5(1): 555652. DOI:10.19080/JYP.2018.05.555652.002
    King M, Green Y (2002) Pilates workbook for pregnancy. Octopus Publishing Group, Canada.
  • NCBI. (2009). Effects of natural childbirth preparation versus standard antenatal education on epidural rates, experience of childbirth and parental stress in mothers and fathers: a randomised controlled multicentre trial. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19538406
  • Balogh, A. (2005). Pilates and pregnancy. RCM Midwives : The Official Journal of the Royal College of Midwives, 8(5), 220—222. Retrieved from http://europepmc.org/abstract/MED/15960329