Preparare le composte in casa: quali sono i vantaggi?

7 Ottobre 2019
Le composte rappresentano un ottimo modo di introdurre la frutta nell'alimentazione di un neonato. Quando prepariamo le composte in casa, abbiamo la possibilità di scegliere quale frutta usare. Leggete questo articolo per scoprirne tutti i vantaggi.

Le composte sono perfette per i neonati che hanno compiuto i tre mesi di vita. I vantaggi che derivano dal preparare le composte in casa sono tanti. Sono più economiche e 100% naturali. I benefici variano in base al tipo di frutta che si scegliere.

Le composte più comuni sono quelle di mela e di pera; entrambe contengono vitamine A, C ed E. Uno dei principali vantaggi delle composte è il fatto che contribuiscono al buon funzionamento dell’apparato digerente del neonato e prevengono la stitichezza. Una merenda meravigliosa, non trovate?

Che cos’è una composta?

Una composta assomiglia a una marmellata di frutta, ma contiene molto meno zucchero. Molti specialisti la considerano una conserva vegetale. Questa conserva ha origine in Francia e Germania. La parola “composta”, infatti, deriva dal termine francese compote, che in italiano significa “miscuglio”.

La composta venne creata affinché la frutta raccolta, come le mele, si conservasse per un periodo di tempo molto più lungo. È per questo motivo che la composta più conosciuta è quella di mela: perché questo frutto veniva prodotto in abbondanza in entrambi i paesi. Al giorno d’oggi, è possibile usare quasi qualunque tipo di frutto: tra i tanti, pere, banane, platani, fragole, ananas.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Benefici della composta di mele per l’organismo

Quali sono i vantaggi che derivano dal preparare le composte in casa?

Ciotola con composta di mela

Le composte sono facili da digerire, non risultano pesanti per lo stomaco e rappresentano un’ottima fonte di energia. Non sono consigliate solo ai piccoli di casa, infatti offrono grandi benefici anche alle persone adulte che soffrono dei seguenti problemi di salute:

  • Indigestione.
  • Lesioni orali.
  • Acidità.
  • Difficoltà nell’inghiottire i cibi.
  • Diabete (composte speciali senza zucchero).

Le uniche persone che non possono godere dei benefici offerti dalle composte sono quelle che soffrono di intolleranza al fruttosio.

Come si prepara una composta di mela?

Preparare una composta di mela

In genere, le mele e le pere sono i primi frutti che si danno da mangiare ai neonati. Per loro, è più semplice digerire questi frutti rispetto ad altri, come il mango o l’anguria. La composta di mela contiene grandi quantità di fibre e acqua, ideali per idratare i più piccoli.

Allo stesso modo, la mela offre zuccheri naturali che risultano semplici da assimilare per l’organismo di un neonato. Contiene anche vitamina C e i nutrienti necessari per il suo sviluppo e la sua crescita. Infine, contribuisce al rafforzamento delle difese immunitarie del suo organismo.

Se desiderate che i vostri bambini consumino più vitamina C, potete anche preparare le composte di kiwi o di agrumi. Vediamo, però, gli ingredienti e i passaggi per una gustosa composta di mele.

Ingredienti

  • 1 mela.
  • 2 cucchiaini d’acqua.

Vi consigliamo di leggere anche: La migliore frutta per lo svezzamento dei bambini

Preparazione

  • Lavate la mela molto bene.
  • Sbucciatela e tagliatela a cubetti.
  • Mettete i cubetti di mela in un frullatore.
  • Aggiungete i 2 cucchiaini d’acqua.
  • Iniziate a frullare fino a quando non rimarrà nemmeno un pezzetto di frutta intero.

Se la composta è troppo densa per il piccolo, potete aggiungere un po’ più di acqua e mescolarla fino a quando non diventa più diluita.

Perché è meglio preparare le composte in casa?

Dare da mangiare al neonato

Le composte casalinghe contengono alti livelli di acidi grassi polinsaturi, fibre e aminoacidi, il che è ottimo per la composizione dei tessuti che il bebè svilupperà. In misura minore, contengono sodio e idrato di carbonio.

Allo stesso modo, contribuiscono in maniera eccellente al recupero dell’appetito da parte del bambino e perfino della madre, grazie alla grande quantità di vitamine in esse contenute. Infine, presentano proprietà antinfiammatorie che aiutano il bebè a godere di una digestione migliore.

Per tutti questi motivi, si tratta di uno dei primi alimenti che gli specialisti consigliano di offrire ai neonati dopo lo svezzamento. Questa classica merenda per bebè, oltre a essere deliziosa, è molto semplice da preparare. Risulta gustosa anche per gli adulti, aiutandoli a prevenire malattie come il cancro e quelle di natura cardiovascolare.

Questi sono solo alcuni dei tanti vantaggi che derivano dal preparare le composte in casa per i più piccoli. In definitiva, rappresentano la scelta migliore per iniziare a introdurre la frutta nell’alimentazione dei nostri figli.

Dopo aver letto questo articolo, non dovreste avere più dubbi. Correte a preparare delle gustose composte per i vostri figli, ma non solo!