Prevenire il cancro cambiando alcune abitudini

2 Giugno 2020
Non esiste un metodo che sia efficace al 100% per prevenire il cancro. Nonostante ciò, possiamo intervenire su alcuni fattori di rischio modificabili e cercare di ridurre l'entità del pericolo. Eccovi alcuni consigli in merito.

Non esiste un metodo che sia efficace al 100% per prevenire il cancro. Ricordiamo che si tratta di una delle malattie più gravi dell’epoca contemporanea. Si stima che nel 2018 siano stati registrati circa 18,1 milioni di casi in tutto il mondo. È dunque importante adottare misure adeguate nel tentativo di ridurne il rischio.

Lo sviluppo del cancro è associato all’esposizione di una persona ai fattori di rischio conosciuti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce come fattore di rischio “qualunque tratto, caratteristica o esposizione di un individuo che aumenti le sue probabilità di essere colpito da una malattia o presentare una lesione”.

Alcuni fattori di rischio non possono essere evitati, dal momento che la loro presenza è intrinseca all’individuo, come l’età, il sesso o una qualche mutazione genetica. È dunque importante fare in modo di evitare o ridurre l’esposizione a determinate sostanze, nonché adottare alcuni schemi di comportamento sani. Scoprite quali sono!

Consigli per prevenire il cancro

Secondo quanto diffuso dalla Mayo Clinic, è comunemente accettata l’idea che lo sviluppo di una forma tumorale sia strettamente correlato allo stile di vita. In questo senso, dobbiamo sapere che è possibile prevenire la malattia, o quanto meno ridurne i rischi, adottando alcuni cambiamenti. Vediamo quali sono i più importanti.

1. Non fumare

Smettere di fumare per prevenire il cancro
Evitare il fumo e qualunque esposizione alle tossine contenute in questa sostanza riduce il rischio di cancro.

Il tabagismo rappresenta uno dei fattori di rischio più importanti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), a livello mondiale nel 2004 il fumo è stato associato al 22% di tutte le morti per cancro. Questa percentuale equivale a un totale di 1,6 milioni di persone in tutto il mondo.

Il tabacco è associato a più di 10 forme tumorali, il tumore al polmone in primis. Numerosi studi affermano che il 16% dei fumatori che consumano tabacco fin da giovani soffre di tumore al polmone entro i 60 anni di età.

Altre modalità di consumo di tabacco, come il sigaro e il narghilè, sono percepite come meno tossiche, generando così un falso senso di sicurezza nell’utente e un maggiore rischio per il fumatore passivo. Non esistono forme innocue di tabagismo: bisogna evitarlo in qualunque circostanza.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Cancro del polmone: tutto quello che c’è da sapere

2. Dimagrire per prevenire il cancro

L’obesità risulta associata ad almeno 8 diversi tipi di cancro, che interessano soprattutto l’apparato digerente. Secondo l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), l’obesità è direttamente associata a:

  • Il 39% dei casi di cancro dell’endometrio.
  • Il 37% dei casi di tumore dell’esofago.
  • Il 25% dei casi di carcinoma renalr.
  • L’11% dei casi di tumore del colon-retto.
  • Il 9% dei casi di tumore al seno nelle donne in menopausa.

Il consumo eccessivo di carni rosse e prodotti preconfezionati può essere associato a un rischio maggiore di soffrire di tumore al colon-retto. Attività fisica regolare e una dieta sana che consentano di mantenere un peso corporeo salutare possono aiutarci a prevenire il cancro.

3. Bere alcol con moderazione

Donna che beve alcolici
Anche un eccessivo consumo di bevande alcoliche è associato a un rischio maggiore di cancro. Per questa ragione è importante moderarne il più possibile il consumo.

Il consumo di alcol è associato al tumore del cavo orale e ad altri carcinomi. Tra questi è compreso il tumore al seno. Il rischio aumenta a seconda della quantità di alcol consumata.

Alcune stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) attribuiscono al consumo di alcol il 22% dei casi di cancro del cavo orale negli uomini e il 9% nelle donne.

Si raccomanda di non superare la quantità di due calici di vino o di due bottiglie di birra chiara al giorno, nel caso degli uomini. Per quanto riguarda le donne, l’ideale è non bere più di un calice di vino o una bottiglia di birra chiara al giorno.

Vi consigliamo di leggere anche: Dipendenza da alcol: come riconoscerla?

4. Evitare l’eccessiva esposizione al sole

Le radiazioni ionizzanti esercitano un effetto cancerogeno sull’essere umano. Una di queste è rappresentata dalle radiazioni ultraviolette: in altre parole, una delle radiazioni emesse dal sole. Sono strettamente associate a diverse forme di cancro della pelle, in particolare il melanoma.

Secondo alcune stime realizzate nel 2018, il melanoma provoca ogni anno circa 55.000 decessi. Le raccomandazioni fornite dall’OMS per evitare gli effetti nocivi dei raggi ultravioletti solari sono le seguenti:

  • Evitare l’eccessiva esposizione al sole.
  • Applicare filtri solari.
  • Indossare vestiti che coprano la maggior parte del corpo per evitare di esporlo ai raggi del sole.

Raccomandazioni finali per prevenire il cancro

Oltre a quanto già detto, esistono altre azioni che possiamo decidere di intraprendere per prevenire il cancro. In questo senso, l’ideale è seguire una dieta sana ed equilibrata, ridurre il consumo di zucchero e mangiare frutta e verdura in abbondanza.

Allo stesso modo, è bene recarsi dal medico con regolarità e sottoporsi agli esami prescritti, soprattutto se si è particolarmente esposti a fattori di rischio.

  • OMS | Prevención del cáncer. (2017, August 9). Retrieved from https://www.who.int/cancer/prevention/es/
  • Cob Guillén, E., Cohen Rosenstock, S., & Cob Sánchez, A. (2018). Obesidad y cáncer. Medicina Legal de Costa Rica35(2), 45-53.
  • Zinser-Sierra, J. W. (2019). Tobacco use and lung cancer. Salud publica de Mexico61(3), 303-307.
  • IARC Working Group on the Evaluation of Carcinogenic Risk to Humans. Ionizing Radiation, Part 1: X- and Gamma (γ)-Radiation, and Neutrons. Lyon (FR): International Agency for Research on Cancer; 2000. (IARC Monographs on the Evaluation of Carcinogenic Risks to Humans, No. 75.) Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK401325/